venerdì 11 luglio 2014

Gail Simone left Batgirl! Gail Simone lascia Batgirl per divergenze con i supervisori della collana!

Quando le cose vanno male nel mondo dell'editoria a fumetti la tensione sale a livelli inaspettati, così come le reazioni degli autori. I lettori di solito se ne accorgono solo quando la testata chiude e l'editore cerca di giustificare il fallimento con falsi e irritanti toni trionfalistici o con accuse ai lettori rei, a suo dire, di non avere capito gli sforzi compiuti! Un altro segnale che le cose non vanno come dovrebbero, oltre alle vendite, è l'insofferenza di uno scrittore o di un disegnatore, che decide di lasciare la testata perché, magari, le sue idee non sono state adeguatamente e sufficientemente considerate. E' ciò che è successo poche ore fa alla sig.ra Gail Simone, sceneggiatrice di Batgirl (vol. 4), che ha lasciato la guida della collana dopo una gestione travagliata. Nella classifica di maggio 2014, il numero 31 dell'albo, che ha fatto il suo esordio con il New Universe 52, è giunto al settantunesimo posto con 31.552 copie! E allora è meglio abbandonare la barca prima che affondi del tutto, travolgendo nel fallimento, oltre all'editore e al supervisore, anche lo scrittore! Ma forse il problema è rappresentato dal modo in cui la DC costruisce il rapporto con gli autori che negli ultimi anni hanno dimostrato al riguardo una certa insofferenza. Sotto questo profilo, Gail Simone non è stata l'unica a manifestare malcontento.
 
Dalle colonne del suo account twitter in un post dell'11 luglio, ore 09:28 la scrittrice ha dichiarato replicando a chi, probabilmente, aveva sostenuto che fosse stata allontanata dalla gestione della serie di Batgirl (vol. 4):
 
Giusto per chiarire. Non sono stata licenziata da Batgirl. Ho lasciato la collana a causa di divergenze creative.
 
In un successivo post apparso due minuti dopo, la sig.ra Simone scrive:
 
Il nuovo supervisore Mark Doyle sta cogliendo l'occasione di vivere nuove esperienze nel batverso e questa è una grande cosa.
 
Circa un minuto dopo una lettrice, che si fa chiamare Erin Kane replica alla Simone:
 
Che non è proprio la stessa cosa che avresti detto se stavi per lasciare perché eri pronta a farlo.
 
La sig.ra Simone replica in un post delle ore 09:32:
 
No. Mi spiace lasciare, ma sono contenta perché in questo modo sarà permesso a Batgirl di non essere così triste in ogni numero.
 
Forse la Simone voleva dire che l'aspetto che ha provocato la rottura riguardava l'imposizione di un atteggiamento triste di Batgirl in ogni episodio?
 
Un lettore o una lettrice che si fa chiamare SeweKopDraak domanda alla Simone:
 
E' davvero così terribile lavorare per la DC Comics?
 
La sig.ra Simone risponde in un post delle ore 09:32:
 
Così vogliono alla DC Comics.
 
Esattamente un minimo dopo aggiunge:
 
La cosa importante è che ho avuto modo di lavorare con grandi artisti e su un personaggio che amo e questo è l'aspetto che mi rende più felice.
 
Ancora un minuto dopo aggiunge:
 
Ora sto lavorando su alcune testate con artisti e creativi brillanti e meravigliosi e con il supporto degli editori, il che è davvero molto bello.
 
L'utente Erin Kane insiste e replica:
 
Non è una bella cosa essere costretti a lasciare, almeno per me.
 
Replica della sig.ra Simone:
 
Quella è la parte del lavoro comune a tutti, ma arrivati a questo punto un cambiamento per la testata era necessario.
 
Erin Kane insiste sulla sua posizione e coglie l'occasione per stuzzicare la sceneggiatrice:
 
Se non desideravi che la protagonista fosse troppo triste o altro, perché allora hai lasciato quando Batgirl ha assunto un tono più gaio?
 
La risposta della Simone:
 
Il tono più leggero delle storie è arrivato con i nuovi editor. Una cosa molto buona e necessaria. Non è mai divertente parlare di questi argomenti. Suona come un pasticcio, ma ora sono felice di lavorare su nuovi progetti.
 
Qualche minuto dopo il nero Christopher Bennett scrive:
 
A essere onesti alla DC Comics hanno perso un altro valore aggiunto con la tua decisione di lasciare Batgirl.
 
Risposta della sig.ra Simone:
 
Ti ringrazio caro, ma credo che la nuova Batgirl continuerà ad essere grandissima. Posso uscire allo scoperto e anticipare che sto lavorando su una nuova serie chiamata World's Finest Asses con protagonisti Nightwing, Booster Gold e Catman.
 
Da questa chiacchierata della sceneggiatrice su twitter sembra che il motivo che l'ha indotta ad abbandonare Batgirl siano divergenze con i superivisori che hanno lavorato sulla collana. Questi volevano una protagonista più cupa di quella che Gail Simone voleva rappresentare. L'autrice avra tenuto duro per un po', cedendo alle pressioni, ma poi ha detto basta, lasciando la collana. Gail Simone è l'ultima di una lunga serie di autori che in questi due anni e mezzo di New 52 hanno mollato la casa editrice per divergenze con i supervisori. E visto che le direttive DC non cambiano, non sarà l'ultima.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.