domenica 20 dicembre 2015

L'UOMO RAGNO N. 640! LA MEGA-RECENSIONE! PERICOLOSI MESSAGGI GENDER NELLA STORIA DI SLOTT E RAMOS!

Con il ritorno delle storie tratte dalla serie principale di Amazing Spider-Man scritte da Dan Slott il target di età dei lettori si è di nuovo abbassato ma con delle sceneggiature più impegnate. Lo stile manga di Humberto Ramos rende molto bene le espressioni dei volti, ma in qualche caso rivela dei particolari strani. A pagina 3, ad esempio, vengono raffigurati Peter e Anna Maria con la seconda che sembra una bambina di 7-8 anni! Nella pagina successiva torna tutto alle sue dimensioni reali. Un disegnatore esperto come lui non commetterebbe mai un errore così. O forse non è stato proprio un errore. In questa vignetta si nasconde un messaggio subliminale? In America l'ideologia gender è molto diffusa e tra i punti cardini più pericolosi del suo programma, oltre a quello della distruzione della famiglia e della Fede cristiana, vi è quella di rappresentare in una chiave di normalità le forme deviate di sessualità. I folli predicanti questa mostruosità ritengono che esistono un numero indefinito di generi, come omosessualità, lesbismo, bisessualità e perfino la pedofilia! Il padre fondatore di questa oscenità è uno psicologo americano chiamato John Money, secondo cui la pedofilia configurerebbe uno stato normale come quello di chi è mancino o daltonico. Questo malato di mente e altri pazzi come lui aspirano ad un modello sociale in cui ogni forma di sessualità, perfino la pedofilia, dovrebbe essere legalizzata. Un branco di mostri che andrebbe fermato ad ogni costo, ma negli Usa questi orchi hanno accumulato potere e influenza fino al punto di ottenere finanziamenti pubblici e privati. Che messaggio si nasconde allora nella vignetta di Ramos? Lasciamo decidere ai nostri lettori. Certo è che l'ideologia gender è pericolosa e va respinta con ogni mezzo possibile. Ramos si ripete a pagina 6. Anche qui Peter viene affiancato ad una Anna Maria rappresentata come una bambina. Insomma, Ramos vorrebbe lanciare, tra una vignetta e l'altra, l'idea che sia normale che Peter possa intrattenere una relazione con una persona non adulta? La storia si trascina poi nella sua mediocrità con il Fantasma che mette a ferro e a fuoco la sede delle Industrie Parker. UR è stato protagonista di storie ben più importanti.
 

Si prosegue con la storia di Spider-Woman. Poco da segnalare, se non che la scena iniziale con i cieli rossi ricorda molto quella che apriva molte serie della DC nel 1985 ai tempi di Crisi sulle Terre Infinite! Jessica Drew viene convinta dalla Vedova Nera che è venuto il momento di tornare tra i ranghi dei Vendicatori. Il destino dell'universo è in pericolo. Sono i prodromi di Secret Wars III in cui la realtà verrà rimodellata con pezzi di eventi passati della Marvel recente. Il quarto capitolo della serie di Silk si trascina stancamente come il precedente. Cindy ha dei problemi con i suoi poteri. Reed Richards, dopo accurati esami, arriva alla conclusione che la ragazza è preda di stress e le consiglia una seduta con una psichiatra! Lo scrittore Thompson rivela altri particolari della sua vita, ma quello che più conta è rilevare come dopo avere incontrato il suo ex-ragazzo e che questi è ora fidanzato con un'altra, Cindy accetta niente meno che la corte di Johnny Storm! Alle matite l'italiana Anna Paola Martello, giovane disegnatrice pugliese qui al suo esordio su una serie della Marvel, ma presto la vedremo sulle pagine di Astonishing Ant-Man n. 5! Terzultimo appuntamento con la serie dei nemici superiori dell'Uomo Ragno che prosegue senza un suo perché. L'idea di fondo era quella di realizzare una collana umoristica, ma rappresentare storici nemici del Ragno come imbecilli senza cervello non ha certo giovato alle vendite. Non poteva non chiudere miseramente. Redazionali molto scarni in questo numero a causa della lunghezza degli episodi. Si parla del Fantasma, delle sue origini e delle motivazioni che lo hanno spinto sulla strada della criminalità. Questa volta Brighel non commette errori nella indicazione della prima apparizione italiana dei personaggi. Il Fantasma viene correttamente riportato ad Iron Man n. 6 (ed. Play Press) del 1989. In America la prima apparizione risale ad Iron Man (vol. 1) n. 219 del giugno 1987. Altri tempi. In quel periodo non sarebbe stato concepibile che una serie Marvel potesse dar sfogo ad una lobby gender, o che nelle sue vignette vi potesse trovare spazio qualcosa così sconcertante. Un Peter Parker affiancato ad una Anna Maria ritratta come se fosse una bambina. Jack Santorum.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.