venerdì 25 dicembre 2015

AXEL ALONSO: INTERVISTA DEL 24-07-2015! LA MARVEL LANCIA COVER HIP-HOP! LA REAZIONE ALLA DIVERSITA'!!

Albert Ching: Axel, this is the first time we've talked since San Diego -- thanks as always for coming by the boat -- how'd the show go for you? [Axel, questa è la prima volta che parliamo da quando c'è stata San Diego. Nel ringraziarti per non esserti sottratto a questo obbligo, cosa ne pensi di come sono andate le cose?].
 
Axel Alonso: It was great, apart from unseasonably cool weather. I cannot complain [E' stato grande, a parte il clima insolitamente freddo. Non me ne lamento].
 
Albert Ching: And as seen on Twitter, you got a lot of fun pictures with Marvel cosplayers in sunny California day in San Diego [E come abbiamo potuto vedere su Twitter, sei stato ritratto in un sacco di foto divertenti con le Marvel cosplayer nella assolata giornata californiana a San Diego].
 
Axel Alonso: The cosplayers were out in force! [Laughs] There was an amazing Silk [I cosplayer erano presenti in forze! C'era perfino una stupefacente su Silk].
 
Albert Ching: Let's get into it about the hip-hop variants unveiled last week we'll talk the resulting conversation, but let's start out at the beginning. It's an effort that you were very closely involved in how inspired was it by how successful the Run the Jewels variant covers were earlier this year? [Iniziamo subito a parlare dell'evento e in particolare delle cover variant hip pop presentate nello scorso scorso week. Ne parleremo anche dopo, ma andiamo con ordine. E' stato uno sforzo in cui sei stato coinvolto in prima persona. Quanto vi ha ispirato il successo che avete ottenuto lo scorso anno con le variant cover di Run the Jewels?].
 
Axel Alonso: The response to Run the Jewels variants was tremendous. And it confirmed what I already knew existed: a massive overlap between comics culture and hip-hop culture. I'm a lifelong hip-hop head. I was about 10 or 11 all about Earth, Wind & Fire and Parliament when I heard "Rapper's Delight" at the Doggie Diner on 23rd Street [in San Francisco], and it knocked me off my feet. I hunted down the EP and memorized all the lyrics and that was that. Hip-hop was a transforming force in my life. Hip-hop, basketball and comics are my three passions -- Korean food's number four. [Laughs]. This variant program is an opportunity to show not only my love for hip-hop culture, but also the love of so many in Marvel's freelance community. Hip-hop inspires a lot of us. It is the musical score for a lot of our lives. This comes from a place of love [La risposta che abbiamo avuto per le variant di Run to Jewels è stata davvero incredibile. E ha confermato ciò che già sapevo che esisteva: una massiccia sovrapposizione tra la cultura dei fumetti e la cultura hip-hop. Ricorderò questa esperienza per tutta la vita. Avevo circa 10 o 11 anni e già sapevo tutto su Earth, Wind & Fire e Parliament quando ho sentito Rapper's Delight [della Sugarhill Gang] al Doggie Diner sulla 23esima strada [a San Francisco] e mi ha lasciato senza fiato. Poi mi sono procurato tutti i vari pezzi di EP e ne ho memorizzato i testi. L'hip-hop si è rivelata una grande forza di trasformazione nella mia vita. Hip-hop, basket e fumetti sono le mie tre passioni, il cibo coreano è al quarto posto. [Risate]. Questo programma di variant sarà l'occasione per mostrare non solo il mio amore per la cultura hip-hop, ma anche l'amore di tanti nella comunità freelance della Marvel. L'hip-hop ispira molti di noi. E' stata la colonna sonora per buona parte della nostra vita. Tutto viene da un posto molto speciale. Un posto d'amore].
 

Albert Ching: How quickly did you realize you could get as ambitious with it as you have? It's been said there's something around 50-plus covers variant in total coming, and readers have only seen about 15 at this point [In quanto tempo hai capito che avresti potuto realizzare qualcosa di così ambizioso come poi è stato? Si è detto qualcosa sul fatto che potrebbero arrivare più di cinquanta cover dello stesso tenore nei prossimi mesi, mentre i lettori ne hanno ammirato solo 15].
 
Axel Alonso: I knew this was an all-in initiative from the start. There was no doubt in my mind that there were more than enough iconic covers for us to pay homage to -- if anything, I knew there'd be covers we couldn't fit -- so we decided to do a variant for every new series launched under "All-New, All-Different Marvel," from October through February which will probably mean around 55-60 covers. I enlisted the help of [Talent Manager] Rickey Purdin and [Assistant Editor] Chris Robinson and our one self-imposed rules was that any hip-hop artist no matter how much we loved them or how many great covers they had -- would be limited to one cover. We could've done 3 or 4 homages to A Tribe Called Quest covers, for instance, but this approach allows us to shine a spotlight on the broadest range of rappers Old School, New School, East Coat, West Coast, Southern, Gangsta, Trap Lords and span the decades to include contemporary artists and Old-School pioneers, like Eric B. & Rakim. One of the cool side effects of this whole thing is that, my son who's 12 and way into Vince Staples and A$AP Rocky saw a cover on my laptop and wanted to know who Schoolly D is! [Sapevo che questa sarebbe stata una iniziativa all-in fin dall'inizio. Non c'era alcun dubbio nella mia mente che ci sarebbero stati più che sufficienti cover iconiche a cui avremmo dato omaggio, se non altro sapevo che ci sarebbero state cover che avrebbero potuto non funzionare. Per questo motivo abbiamo deciso di realizzare una variant cover per ogni serie da lanciare al momento del All-New All-Different Marvel Universe da ottobre a febbraio, il che probabilmente significherà intorno alle 55-60 copertine. Mi sono procurato l'aiuto del [Talent Manager] Rickey Purdin e [dell'assistente al montaggio] Chris Robinson. Le nostre regole che ci siamo auto-imposti hanno previsto che ogni artista hip-hop, non importa quanto li abbiamo amati o quanti loro lavori avevamo, sarebbero stati impegnati su almeno una copertina. Abbiamo potuto realizzare 3 o 4 omaggi a A Tribe Called Quest riguarda, per esempio, ma questo approccio ci permette di accendere i riflettori sulla più ampia gamma di rapper Old School, New School, Est Coat, West Coast, del Sud, gangsta, Trap Lords che abbracciano i tanti decenni da includere, dagli artisti contemporanei ai pionieri della vecchia scuola, come Eric B. & Rakim. Uno degli effetti collaterali della cosa è che, a mio figlio, che ha 12 anni ha visto una cover sul mio pc e voleva sapere chi fosse!].
 
Albert Ching: The covers seen so far definitely span eras all the way, up to some rather contemporary material like Tyler the Creator's "Wolf." So far of the artists involved, there are people who have been Marvel regulars as of late -- like Phil Noto, who did the "Squirrel Girl" variant based on that Tyler the Creator album -- yet we've also seen Marvel going out of that field to artists who haven't worked at the publisher in a while. What can you share about the process of picking which artists to bring in to contribute? [Le cover viste finora spaziano decisamente in epoche varie fino a un materiale piuttosto contemporaneo come quello di Tyler del Creatore Wolf. Finora degli artisti coinvolti nel progetto, ci sono state persone che hanno lavorato sulle serie regolari Marvel come negli ultimi tempi, come Phil Noto, che ha fatto la variant di Squirrel Girl ispirandosi a quel Tyler; ma abbiamo anche visto la Marvel Comics uscire con artisti che non lavoravano da un po' per l'editore di New York. Che cosa ci puoi dire sul processo di realizzazione e dei contributi degli artisti?].
 
Axel Alonso: Hip-hop and Marvel Comics are two vital threads of pop culture that have engaged in dialogue for at least a couple decades. A lot of people know that the Wu-Tang Clan reference Marvel characters in their rhymes, but few people know how many Marvel artists are deeply influenced by hip-hop music and its culture. These covers are an attempt to show that. To demonstrate how these two communities already overlap, and hopefully create [more] overlap; to increase the dialogue and open doors for new readers and new talent. Of the artists that we've announced -- and these are just a fraction of the artists doing these covers -- some are currently drawing for us: Sanford Greene, Damion Scott, Mahmud Asrar, Mike Del Mundo, Jenny Frison. Some worked for us in the past and door is still wide open for them: Keron Grant -- who did that amazing "All-New Wolverine" cover -- Brian Stelfreeze -- who did the amazing "Iron Man" cover -- Jason Pearson, did the amazing "Uncanny Avengers" cover, and Khary Randolph, whose upcoming Run-DMC homage is [insane]! [Laughs] I gave DMC an advance look and he loved it. What we haven't revealed yet -- I guess I'm doing it now -- is that many of the artists doing these variants have never worked for Marvel before, and we're using this unique platform to introduce them to our fans. Who knows, maybe they'll be part of the next wave of talent? Or maybe someone out there seeing their work will be inspired to pick up a pen or pencil, or sit down at a keyboard, and maybe they'll be part of the next wave of talent? [L'hip-pop e i fumetti Marvel costituiscono due tendenze vitali della cultura pop che hanno dialogato tra loro per almeno un ventennio. Tante persone sanno che Wu-Tang Clan ha menzionato i personaggi dei fumetti Marvel nei suoi testi, ma poche persone sanno quanti artisti della Marvel sono stati profondamente influenzati dalla musica e dalla cultura hip-pop. Questo cover rappresentano un tentativo di mostrare i risultati di questa incidenza. Lo scopo è dimostrare come queste due comunità già collegate possano combinarsi ancora di più. Per incrementare il dialogo e aprire porte per nuovi lettori e nuovi talenti artistici. Per quanto riguarda gli artisti che abbiamo annunciato, si tratta solo di una frazione di quelli che stanno lavorando sulle copertine. Altri stanno già disegnando per noi. Greene, Damion Scott, Mahmud Asrar, Mike Del Mundo e Jenny Frison. Alcuni hanno lavorato per noi in passato e le porte sono rimaste ancora aperte per loro: Keron Grant, che ha realizzato una stupefacente copertina del Nuovissimo Wolverine, Brian Stelfreeze, che invece ha disegnato quella di Iron Man, Jason Parsons che si è dilettato sulla copertina di Uncanny Avengers e Khary Randolph, che sta per entrare con un omaggio dedicato a DMC, che folle! Ho dato uno sguardo proprio a quest'ultima e mi è piaciuta subito! Quello che non abbiamo ancora rivelato lo stiamo realizzando ora. E molti di questi artisti stanno concependo le copertine come mai fatto prima. Ci stiamo servendo di questa piattaforma per presentarli ai lettori nel migliore dei modi. Chi può escludere che essi costituiranno la prossima ondata del futuro? Sono certo che faranno del loro meglio e ci riempiranno di soddisfazioni. I fan avranno di che deliziarsi].
 

Albert Ching: There definitely has been prominent criticism of the hip-hop covers, which spread very shortly after the covers were announced early last week. Primarily, the notion that this equals appropriation on Marvel's part, due to embracing a Black artform for a variant cover initiative while there's a noticeable lack of minority creators -- specifically Black creators -- on Marvel's current ongoing titles. What's your response to that criticism? [Ci sono state critiche molto sostenute verso queste copertine hip-hop diffuse poco dopo che gli annunci erano stati fatti la scorsa settimana. In primis, si è detto che questo progetto implicherebbe una appropriazione da parte della Marvel di una forma d'arte nera quando nel settore non ci sono molti artisti specializzati in questo genere che lavorano sulle serie regolari. Come se tutto questo fosse lontano dai vostri abituali canoni. Qual è la tua risposta a questa critica?].
 
Axel Alonso: When we launched this initiative, we knew there would be critics. At San Diego Comic-Con, I was previewing the covers on my iPhone for Reggie Hudlin and Denys Cowan, both of whom were blown away. Denys is doing a cover, by the way -- any ideas which one...? [Laughs]. Anyway, we talked about how that this initiative would likely be a lightning rod for a broader discussion about diversity in comics, and I said so be it, that's a good conversation to have. The entire comic book industry benefits from greater diversity, my editors -- who are very racially diverse, by the way -- know that, and you'll see that throughout the "All-New, All-Different Marvel" [initiative] that continues through February. I am very excited about the stuff we have planned -- especially "The Totally Awesome Hulk" and "Black Panther." Yes, Black Panther. But some of the "conversation" in the comics internet community seems to have been ill-informed and far from constructive. A small but very loud contingent are high-fiving each other while making huge assumptions about our intentions, spreading misinformation about the diversity of the artists involved in this project and across our entire line, and handing out snap judgments like they just learned the term "cultural appropriation" and are dying to put it in an essay. And the personal attacks -- some implying or outright stating that I'm a racist. Hey, I'm a first-generation Mexican-American...[Laughs]. Not to mention the casual disrespect that's been shown to the artists involved in this. One op-ed was so lazily researched that when the writer was confronted with his litany of factual errors on Twitter, he apologized, saying he didn't know that most of the announced artists are Black. Dude, you call yourself a journalist: Do a Google search! [Laughs] And when he learned that the "3 Feet High and Rising" homage he'd asserted was in bad taste was rendered by an African-American artist [Sanford Greene] and that Posdnuos [of De La Soul] himself, gave props to the cover on Twitter, [the writer's] response was, "Well, to each his own." [Laughs] Look, the divide between these critics' response to this initiative and that of the outside world and, indeed, the hip-hop community they claim to speak for couldn't be bigger. I actually feel sorry for them. The response of the hip-hop community to these variants has been tremendous. All the major hip-hop sites are shining a spotlight on this, and social media outside of comics has exploded with excitement -- which means we are talking to a new audience. We've revealed less than a quarter of our variant covers at this point, and already the hip-hop community is showering us with love -- including the hip-hop artists themselves. I'm talking luminaries: Killer Mike [of Run the Jewels], Posdnuos, the legendary DMC, the Pharcyde, Pete Rock, Nas -- they've all expressed their excitement and joy on social media [Quando abbiamo lanciato l'iniziativa, sapevamo che ci sarebbero state critiche. Alla San Diego Comicon stavo mostrando le anteprime di queste cover a Reggie Hudlin e Denys Cowan sul mio iphone. Sono rimasti folgorati entrambi. In questo momento, Denys sta lavorando su una copertina, tra l'altro sbizzarrendosi con le sue idee. In tutti i modi, abbiamo parlato di come questa iniziativa avrebbe potuto fungere da base per una più ampia discussione su come avremmo potuto improntare i nostri fumetti alla diversità e ho pensato subito che ne potevano uscire fuori buone idee. Una buona cosa da fare. Tutta l'industria del fumetto riceverà benefici da questo tipo di politica editoriale. I miei editor, che sanno cosa significa la diversità, vi mostreranno come questi concetti innovativi saranno impiantati nel nuovo universo Marvel che nascerà dalle ceneri di Secret Wars. Sono molto eccitato per le cose che stiamo preparando, specialmente di The Totally Awesome Hulk e Black Panther. Si proprio Pantera Nera. Ma alcune conversazioni a cui abbiamo partecipato sulla rete sembrano denotare scarsa informazione e si sono poste su basi poco costruttive. Un piccolo ma forte contingente di contestatori si sono beccati a vicenda facendo ipotesi su quelle che potevano essere le nostre intenzioni. Nel fare questo hanno messo su una bella disinformazione circa la diversità degli artisti coinvolti nel progetto e sull'intera linea dei nostri prodotti. Hanno formulato giudizi affrettati, dando la loro idea di appropriazione culturale e ansiosi di diffonderla. Ci sono stati attacchi personali. Di me hanno detto addirittura che sarei un razzista! Ehi, io sono un americano-messicano di prima generazione. Per non parlare della mancanza di rispetto che è stata manifestata verso gli artisti impegnati nel progetto. Un editoriale era così preso dalla sua foga che quando l'autore si è confrontato su Twitter ha dovuto chiedere scusa, dicendo che non sapeva che la maggior parte degli artisti impegnati erano neri. Amico e tu saresti un giornalista? Fai una ricerca su Google. Quando poi ha appreso che l'omaggio a 3 Feet High and Rising sarebbe stato fatto da un artista afro-americano, cioè Sanford Greene, su Twitter ha cercato di giustificarsi come meglio ha potuto. Guarda, esiste una enorme differenza tra la risposta giunta a questa iniziativa dall'interno del settore rispetto a quella arrivata dall'esterno. Soprattutto la comunità hip-hop. Mi spiace per loro. La risposta che hanno fornito alle nostre variant è stata tremenda. Tutti i maggiori siti hip-hop si sono lanciati sull'argomento e il mondo social è esploso di entusiasmo. Ciò significa che stiamo parlando di un pubblico nuovo. Abbiamo rivelato meno di un quarto del progetto di queste copertine speciali e subito la comunità hip-hop si è scaldata. Compresi gli stessi artisti impegnati. Sto parlando di veri luminari come Killer Mike, Posdnuos, DMC, Pharcyde, Pete Rock, Nas e altri. Hanno tutti espresso la loro emozione per questi lavori. Traduzione di Jack Santorum, commander-in-chief section USA.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.