giovedì 14 gennaio 2016

DYLAN DOG: ISPIRAZIONI E TENDENZE NELLE AVVENTURE VERSO ESOTERISMO E SATANISMO? I FAN PREOCCUPATI

Uno degli aspetti più ricorrenti che in negativo hanno segnato il rilancio di Dylan Dog è rappresentato dagli accenni al satanismo, all'esoterismo massonico, gli attacchi al cristianesimo, ai valori della famiglia e all'esasperato richiamo alle idee del socialismo. Alcuni numeri hanno denotato una maggiore accentuazione di alcuni di questi elementi. Nel numero 339 Dylan Dog ha dichiarato di condividere le idee del protagonista della storia rappresentato come un capo-operaio bolscevico. Nel numero 341, reso famoso dall'unica finora apparizione di John Ghost, si possono notare riferimenti alla massoneria e alle organizzazioni occulte internazionali che tendono al controllo delle menti con messaggi subliminali. Ad un certo punto, si nota un personaggio simile ad Alan Moore impegnato in un culto satanico, avallando la tesi di coloro che sostengono che la Massoneria sia una setta satanica dedita a riti arcaici. E' probabile che l'autore della storia, che è anche il curatore della collana, abbia voluto giocare con il fatto che Moore sia noto per l'attenzione che ha rivolto in alcune sue opere come From Hell del 1991, alla Massoneria, oltre alla circostanza, per nulla irrilevante, che egli si sia autoproclamato magus in occasione del suo 40esimo compleanno. Il termine magus indica la fonte del potere e della manipolazione. Nel numero 342 sono stati notati elementi che hanno destato più di una perplessità in seno ai lettori storici della collana. Dylan Dog dichiara di non avere mai amato alcuna donna, tradendo, nella visione dei critici, la tradizione sclaviana di eroe romantico che era stata edificata intorno al personaggio. Poi l'attenzione sembra essere stata posta su Groucho, sottoposto ad una lenta, ma inesorabile modificazione. Le battute fanno sempre meno ridere. Eppure i continui riferimenti alla sua essenza hanno sollecitato molte domande. Cosa è Groucho? Chi è? Nel numero 342 dichiara di amare Dylan Dog e in battute passate inosservate in numeri successivi, scherzando con il suo padrone, dice più volte, non mi ami più? Molti hanno intravisto la possibilità di costruire un arco narrativo in cui Dylan e Groucho potrebbero essere rappresentati come amanti omesessuali, sfruttando la nefasta campagna che in questi giorni la sinistra sta conducendo sulle unioni civili e richiamando l'idea di accoppiamenti bestiali disapprovati dalla morale comune e condannati dalla Bibbia. Se non fosse per la degenerazione morale del pubblico, questi aspetti verrebbero apertamente condannati. L'ignoranza dei lettori dylaniati è tale che la maggior parte dei riferimenti passa inosservata. Ciò si traduce nell'offerta di un modello che non rispecchia il comune sentire e le vendite non potevano che cadere. Le radici cattoliche presenti in ogni lettore spostano l'attenzione verso altri fumetti, lasciando l'Indagatore dell'Incubo nel suo piccolo antro.
 









Gli elementi che maggiormente preoccupano i lettori storici della collana sono le tendenze che Dylan sta assumendo nelle ultime storie. Nel numero 346 abbiamo visto che una misteriosa organizzazione trama alle sue spalle. Perfino Groucho è finito nelle loro maglie di controllo. Dylan non lo sa, ma il suo fedele servo lavora contro di lui. La devianza sessuale è stata al centro di molte storie di Dylan di questi ultimi tempi. Nel numero 348 le due protagoniste della storia, due prostitute pittrici, erano lesbiche. Con i numeri 351 e 352 ha ripreso quota il satanismo. Con l'avventura del numero 351 è stata esaltata la cover di un album dei Led Zeppelin che a suo tempo fu al centro di discussioni per le nefaste influenze che richiamava. Bambini nudi con i capelli biondi erano ripresi mentre strisciavano sulle pendici di una altura al cui vertice sembrava stagliarsi un altare pagano. Nella storia di Dylan Dog si notavano spesso tavole che raffiguravano bambini biondi lontani dal contesto della storia. Una presenza inserita a forza in una dimensione narrativa in cui non avrebbero dovuto esserci. Nel numero 352 uscito il mese scorso sono tornati i riferimenti alla Massoneria, tanto che a pagina 77 si nota chiaramente il simbolo della organizzazione. Tutta la storia ispira l'idea del perfetto massone e illumina sulle conseguenze che possono derivare per chi si allontana dal cammino della luce, che in chiave simbolica rappresenta il Diavolo. Nell'ultima pagina l'ultimo utilizzatore della pena maledetta viene inghiottito da una misteriosa entità simile ad un polipo. Anche nell'ultima pagina del numero 341 si notava John Ghost alle prese con un essere simile. Il nome di questa organizzazione dovrebbe è Albione, che dovrebbe riferirsi alla potenza della Massoneria inglese e alla sua influenza sulle altre logge di altri Paesi. Le storie offrono lo spunto per molte domande. Qual è l'orientamento sessuale di Dylan Dog? E' normale o deviato? Tutti sanno che il personaggio è stato ripreso sulle fattezze di Rupert Everett, un attore inglese dichiaratamente omosessuale. Se Dylan fosse reso gay come l'attore da cui è ispirato graficamente, sarebbe un ritorno alle origini. Gli spunti nelle storie non sono mancati. In questo senso la sua dichiarazione nel numero 342 in cui afferma di non avere mai amato le donne con cui ha avuto rapporti carnali e i costanti riferimenti al fatto che Groucho lo ama. In un contesto degenerato da un punto di vista morale, in cui la sinistra cavalca gli interessi delle lobby gay, ansiose di affermare una normalità che è in contrasto con quella basata sul diritto di natura, un Dylan gay attirerebbe attenzione, ma siccome questi stili di vita sono disapprovati, le vendite potrebbero risentirne, specie se insieme a Groucho fruisse della stepchild adoption. I lettori storici sono preoccupati per le storie future. Augusto Valerio Germanico.

8 commenti:

  1. Ragazzi, Dylan Dog va sempre più in basso.
    Riceverà magari gli applausi degli attivisti omosessuali, ma non certo delle persone normali come me. E perderà sempre più copie.
    Comunque, ho capito che agli autori di Dylan Dog non interessa vendere, ma solo diffondere le loro oscenità, forti di un fumetto che lo può fare. Più che autori, sono intellettuali di club esoterici-satanici-massonici che hanno avuto da Davide Bonelli l'occasione più unica che rara di fare propaganda ed essere anche pagati per questo. Almeno lo facessero a loro spese...
    In ogni caso, Dylan - quello reale - non ha tendenze omosessuali, ha amato le donne...anche se si trattava però solo di rapporti basati sul sesso: chiamare queste cose "amore" è offensivo: io lo chiamo l'"amore vigliacco" di chi si fa l'avventuretta senza volere conseguenze, tipica questa degli animali. E Groucho è solo un personaggio strampalato che fa parte della follia di Sclavi: le sue battute sull'omosessualità tra lui e Dylan erano solo, appunto, battute sceme senza nessuna implicazione. Ma ormai sono tutti talmente malati di sesso, talmente ubriacati di omosessualità che vogliono ficcarli dappertutto, anche sotto il letto. Quando queste tendenze scompariranno non sarà mai troppo tardi. E spero che avvenga presto, c'è un gran bisogno di pulizia da tanta sporcizia negli animi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli autori cavalcano i temi maggiormente diffusi nel dibattito sociale nella speranza di attirare l'attenzione, ma resta lo sfondo di storie, trame e sceneggiature ai minimi livelli. A nostro modo di vedere, Dylan Dog è stato affidato in gestione ad autori privi della necessaria esperienza. La Bonelli può contare su sceneggiatori di altissimo profilo che, per ragioni ignote, da quando è iniziato il rilancio di Dylan Dog, sono stati allontanati. Il risultato non poteva che essere una gestione disapprovata dalla maggioranza dei lettori. Il problema maggiore di Dylan Dog è tornato ad essere l'indifferenza. Perfino sulla pagina ufficiale ci sono pochissimi commenti dei soliti.

      Elimina
  2. Nn la volete proprio finire di dire baggianate eh ? Ora dyd e groucho sarebbero pure gay ?
    Mi tocca sentire che dyd rimanda a temi esoterici ? Qnd si sa bn che è un fumetto horror, le tematiche spaziano dallo splatter al thriller o all' esoterismo... quindi che problema c'è?
    Dyland dog è tantissimo altro... leggetevi storie cm johnny freak o il lungo addio o tantissime altre storie x capire davvero chi è dyd e quale sia la sua grandezza...
    Lo si dovrebbe studiare nelle scuole ( e nelle antologie del liceo c'è)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dylan Dog è un fumetto destinato ad un pubblico di ragazzi, cioè in massima parte minori di età. Inserire tra le sue pagine riferimenti chiari e diretti al satanismo esorbita da letture per un pubblico di giovani. Temiamo che certe scene e riferimenti, offerti ad un pubblico che non dispone della necessaria maturità per capire cosa ha davanti, possa restarne pregiudicato.
      Dylan Dog studiato nelle scuole? Sig. Ormenese, per cortesia, cerchiamo di restare nei canoni della serietà. Dylan Dog è un fumetto. Nelle scuole si devono studiare i libri. Non i fumetti.

      Elimina
  3. Proprio xke sono serio la informo che le antologie del biennio del liceo hanno diverse storie di dylan dog ( la mia aveva il numero 20 ) in cui veniva analizzato il linguaggio ed il costrutto.
    Di certo in un fumetto horror le tematiche nn possono essere quelle di topolino, ciò nn di meno sono tantissimi i temi affrontati da dyd... alcolismo, droga, violenza sui minori, sulle donne, sugli animali, sull amore, sull eutanasia...
    Nn male x un fumetto "esoterico" destinato a chiudere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrettanto seriamente le rispondiamo ribadendo un principio generale: i fumetti lasciamoli in edicola per una lettura di svago, senza associarvi contenuti didattici del tutto inesistenti. A scuola si studiano libri seri. Se una antologia per scuole medie cita opere dei fumetti, è una antologia da non prendere in considerazione seriamente. Tra le altre cose, questo spiega il cattivo livello della cultura in Italia e il cattivissimo funzionamento del sistema didattico. Succede quando gli insegnanti, anziché per concorso, vengono assunti secondo una logica non selettiva. Quando la destra tornerà al potere restituiremo questi falsi insegnanti al loro luogo di origine: il lavoro nei campi.

      Elimina
  4. La destra di berlusconi, Salvini e di Emilio fede ? Quella secondo te è cultura ? Quella che ha portato mediaset e nn è la RAI? Oppure la destra di studio aperto o di barbara durso ? Questa è cultura di destra ?
    Se pensi che cultura sia legato alla destra italiana bhe ti sbagli e di gran lunga... forse un paio di secoli fa, o magari negli altri paesi.. ma nn in Italia... fidati.
    Ah e per inciso te lo dice qlcn che cn la scuola ci lavora...

    RispondiElimina
  5. Fortunatamente il bello della scuola pubblica è la trasparenza... ci troverai sempre docenti di sinistra e di destra che inculcheranno idee di ambo i lati...
    Se pensi che è proprio la scuola ad aver fatto cadere il governo renzi ora e dini in passato avrai un idea del pese che ha... sulla scuola si fonda un paese...
    I docenti verranno assunti x merito, x concorso, x aver conseguito una abilitazione biennale e sembrerebbe dopo essersi laureati con una laurea quinquennale... penso che proprio la classe docente ha dato da dire e tanto da insegnare a qst paese ...

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.