domenica 31 gennaio 2016

VENDITE USA: LA CLASSIFICA DI DICEMBRE 2015! GRAZIE A BATMAN LA DC RIALZA LA TESTA MA E' CRISI TOTALE!

Dopo i disastri degli ultimi mesi la DC Comics rialza la testa nella classifica delle vendite relative al mese di dicembre 2015 con sette titoli nei primi trenta posti contro i 22 della Marvel e all'unico titolo Image presente. Dark Knight III era andato benissimo il mese precedente, vendendo quasi mezzo milione di copie. Il secondo numero arriva al secondo posto con 158.188 copie, vale a dire il 35,93% in meno. Un calo vistoso ma non assurdo. Trattasi di una tendenza abituale del mercato Usa. I numeri uno vendono tanto e quando si tratta di eventi epocali come per il DKIII, vendono ancora di più. I forzieri della DC Comics ringraziano coloro che hanno creduto nel lavoro di Frank Miller, alfiere della destra del mondo del fumetto. La DC Comics è solo Batman. Al quarto posto troviamo un altro albo dedicato al cavaliere oscuro. Un team-up con le tartarughe ninja che potrebbe far sorridere molti, ma le sue 134.526 copie dell'albo non sono affatto uno scherzo. Segue Batman n. 47 con 127.201 copie. Il piccolo libro nero di Harley Quinn è uno speciale che dimostra il grande successo che questo personaggio sta ottenendo negli Usa, grazie soprattutto alle comparsate sugli schermi grandi e piccoli. Un ottavo posto con 92.266 copie è un ottimo risultato. Scendendo di più troviamo altre proposte batmaniane e la testata della Justice League. Per trovare il primo titolo non batmaniano dobbiamo arrivare al 47esimo posto dove staziona Superman n. 47 con 47.377 copie. Per gli altri titoli DC è la catastrofe. Negli ultimi 4 anni hanno visto dimezzare le vendite e il calo continua. Rispetto al mese di dicembre la Marvel è andata meno bene. Tanti numeri uno sono presenti nella classifica, ma le vendite sono ai minimi storici. Solo tre titoli superano le centomila copie e uno di essi non è un titolo Marvel tradizionale. Ci riferiamo a Star Wars. Il titolo più venduto è Secret Wars n. 8 con le sue 169.667 copie.
 

La Marvel Comics è l'ombra di se stessa e se non fosse per il grado di concorrenza assente della DC Comics e degli altri Indy, avrebbe motivi per stare agitata. Secret Wars è andato benino come vendite, ma il nuovo universo nato dalle sue ceneri non piace. I nuovi titoli vendono meno dei vecchi e questo dovrebbe far sorgere più di un interrogativo sulla posizione di e-i-c di Alonso. Prendiamo, ad esempio, la nuova serie di Amazing Spider-Man sempre scritta da Dan Slott. Le vendite fanno registrare un vistoso segno meno rispetto a quelle della serie precedente. Segno che i lettori si sono stufati dei continui azzeramenti e delle trame bambinesche di Slott. Dopo Marvel e DC segue a ruota la Image con Walking Dead e Saga, che non si discostano dalle loro vendite abituali. Male anche la nuova serie di Ercole. In una recente intervista Alonso ha chiarito che non sarà rappresentato come un omosessuale nelle nuove storie. Chissà che questa scelta non abbia fatto storcere il naso alle lobby gay americane che sono una minaccia per l'integrità della famiglia e i sani valori morali e civili di una nazione. Dando uno sguardo al mercato globale, notiamo che rispetto al mese di novembre mancano all'appello circa nove milioni di dollari: 32,16 milioni di copie contro 41,85! Non è poco. E già immaginiamo che la mente di Marvel e DC sia proiettata a nuovi azzeramenti delle collane, quindi alla distruzione del mercato. La DC aumenta il numero di collane lanciate: 92 contro le 77 di novembre 2015 e guadagna qualche punto percentuale della classifica delle quote di mercato. Inezie. Il baratro è sempre più vicino. Qualche settimana fa è giunta la notizia che Highway to Hell, una serie prodotta dalla Panini, sarà portata in America dalla Dark Horse. Beh, non vediamo l'ora di conoscere il suo venduto! Difficilmente, però riuscirà ad essere nei primi trecento titoli più venduti. Jack Santorum.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.