mercoledì 27 aprile 2016

CAPITAN AMERICA VUOLE FARE GUERRA ALL'HYDRA! LA NUOVA POLITICA NAZIONALE REPUBBLICANA NEI COMICS!

L'Hydra è una organizzazione segreta fittizia dell'universo narrativo della Marvel Comics, la cui prima apparizione risale alla collana Strange Tales (vol. 1) n. 135 dell'agosto 1965 nell'ambito di una saga che si sarebbe protratta sulla rivista per sei numeri. Dietro l'Hydra si celava un misterioso uomo d'affari miliardario, Arnold Brown, che perse la vita durante uno scontro con lo Shield. Da allora l'organizzazione di spionaggio diretta dal colonnello americano Nicholas Fury divenne acerrima nemica dell'Hydra. In Strange Tales (vol. 1) n. 150 del novembre del 1966 l'organizzazione fece il suo ritorno svelando, in quello che è uno dei primi tentativi di ret-con marvelliani, una origine ben più antica. Nata durante l'Antico Egitto, l'Hydra si è perpetuata nei secoli, nascondendo al mondo la sua esistenza e manovrando gli eventi da dietro le quinte secondo il tipico schema delle organizzazioni segrete che vivono nelle ricostruzioni dei teorici del complotto e della cospirazione mondiale. Durante la II guerra mondiale, l'Hydra passò sotto il controllo del nobile di origini prussiane Wolfgang von Strucker, che ne fece il braccio esecutivo per la realizzazione dei piani più audaci del governo tedesco a partire dalla metà degli anni trenta. Caduto in disgrazia in seguito ad una serie di fallimenti e arrestato, Strucker viene fatto fuggire da Johann Schmidt, alias il Teschio Rosso, con l'incarico di costituire un centro di potere alternativo individuato in una piccola isola del Pacifico. Ottenuto il perdono dalle autorità tedesche, Strucker rientrò in Germania nel 1944 e si pose di nuovo al servizio del governo, ma in realtà perseguendo le finalità segrete dell'Hydra che consistono nella conquista del mondo. Nello stesso anno entrò in contatto con una razza di origine aliena che gli fornì la tecnologia necessaria per costruire la struttura logistica con la quale realizzare i suoi piani mondiali. Dopo la sconfitta della Germania e senza più uno Stato che la tutelasse, l'Hydra iniziò ad operare come organizzazione occulta compiendo una serie di azioni tese a controllare e indirizzare gli eventi secondo un piano prestabilito di carattere globale. Il barone Strucker si sposerà tre volte e dalle unioni nasceranno tre figli, di cui il più noto è Werner, che in seguito diventerà il famoso Citizen V comandante in capo della prima versione dei Thunderbolts. In un articolo pubblicato su Bleeding Cool, Rich Johnston ci svela uno sviluppo incredibile delle attuali storie di Capitan America, già indebolite dall'ingresso del nero Sam Wilson, l'ex-Falcon, come nuovo Cap. Uno sviluppo che ci fa capire come la Marvel Comics inserisca la politica e quella di sinistra in particolare nelle sue storie. Lo fa in modo subdolo, rappresentando concetti di parte come espressioni di comune sentire. Ad un certo punto, Capitan America chiede al presidente degli Stati Uniti di dichiarare guerra all'Hydra! Ma come si può dichiarare guerra a qualcosa che non sia un Paese? Evidente il riferimento all'Isis come organizzazione criminale intesa a islamizzare il mondo facendolo precipitare in un medioevo di terrore. Ma Hydra e Isis non sono la stessa cosa. Costituiscono organizzazioni diverse che perseguono fini differenti. Capitan America è stato creato dagli sceneggiatori ebrei Joe Simon e Jack Kirby e la sua prima apparizione risale a Captain America Comics uscito nel marzo 1941. In quel momento, gli Usa non erano ancora scesi in guerra, ma proprio in quei giorni il Congresso approvò la Legge Affitti e Prestiti (Lend-Lease Act) con cui gli Usa, pur senza rompere la loro neutralità ed evitare di spezzare i rapporti con la Germania, fornivano aiuti a quei Paesi che perseguivano una politica ritenuta conforme agli interessi di Washington. Tuttavia, Capitan America già affrontava soldati tedeschi sui campi di battaglia in Europa in aiuto della Gran Bretagna che in quella primavera 1941, dopo la sconfitta della Francia, era rimasta l'unica nazione a resistere ai tedeschi. L'Urss era alleata della Germania fin dal 23 agosto 1939 grazie al patto Ribbentrop-Molotov. Un patto di non-aggressione tra Germania ed Urss che sorprese il mondo!


E l'Italia? Dopo avere vittoriosamente concluso insieme ai tedeschi la campagna di Francia, preparava piani per l'attacco e l'invasione della Grecia. In Africa riportava grandi vittorie contro forze britanniche colte impreparate da tanta intraprendenza italiana. Poi la situazione precipitò perché gli inglesi impiegarono i loro moderni carri armati e pur essendo numericamente inferiori sbaragliarono le forze imperiali comandate dal prode maresciallo Graziani. E così nel marzo 1941, mentre negli Usa Steve Rogers alias Capitan America veniva presentato al grande pubblico, in Africa arrivò in soccorso delle truppe italiane il maresciallo Rommel al comando dell'Afrikakorps. Da Berlino aveva ricevuto l'ordine di sostenere lo sforzo italiano in difesa delle colonie (Etiopia e Libia) e occupare l'Egitto dominato dagli inglesi. I tedeschi impiegarono in Nord-Africa tecniche moderne che in un primo momento sorpresero i britannici. L'assenza di rilievi montuosi costituiva il terreno perfetto per le strategie di Rommel che sapeva bene impiegare i suoi potenti panzer così come aveva fatto l'anno precedente il suo collega Guderian in Francia. In quel marzo 1941 nessuno avrebbe scommesso sulla sconfitta della Germania, perché da un lato gli Usa non ne volevano sapere di scendere in guerra, mentre i sovietici si ritenevano tranquilli dalla loro alleanza con Berlino. Nel sud-est asiatico le forze giapponesi sbaragliavano le forze inglesi presenti sul territorio. In un certo qual modo, l'arrivo di Capitan America nelle edicole nel marzo 1941 anticipò quello che sarebbe stato lo scenario bellico con gli Usa entrati in guerra al fianco dei naturali alleati inglesi contro le forze dell'asse Roma-Berlino-Tokyo. E ora Capitan America chiede di entrare in guerra contro l'Isis! Un messaggio chiaro della dirigenza della Marvel che inizia a recepire le prime direttive della nuova politica nazionale repubblicana che caratterizzerà gli Usa se si concretizzerà la probabile vittoria di Trump. Una alleanza Usa-Russia, Trump-Putin, contro il terrorismo arabo per riportare la pace nel mondo e ridimensionare l'UE delle banche centrali che fin troppi problemi ha generato nell'area Ucraina tentando di destabilizzare il controllo russo su quei territori. Alla fine le pressioni UE non hanno sortito effetto. La Russia si è annessa la Crimea e ha ripreso il controllo dell'Ucraina. Per quanto influente a livello finanziario, l'UE non ha un suo esercito e non può contrastare l'influenza di Putin sull'est. Obama è stato ondivago. In alcuni casi ha appoggiato la politica UE, ma poi se n'è allontanato avendo capito che il vento sta cambiando. Ora il problema principale da affrontare è l'Isis e Capitan America è già sceso in campo come fece nel marzo 1941. Anche se è difficile capire quali siano i punti in comune tra Isis e Hydra. Perché Cap vuole che il governo americano dichiari guerra al Califfato? In Siria e Irak sono impegnate le forze aeree russe che stanno facendo a pezzi le linee dei terroristi. Putin vuole che Assad sia reinsediato in Siria e riuscirà a fare questo perché se Trump vincerà le elezioni già sa di poter contare sul suo appoggio. L'UE sarà costretta a rimuovere le sanzioni alla Russia e per gli Stati europei inizierà una nuova era di prosperità. Il sistema delle banche che frena ogni velleità di sviluppo e benessere dei cittadini europei sarà sostituito da un nuovo modello sociale che si pone come obiettivo quello di costruire un futuro radioso secondo gli ideali della Destra Nazionale Repubblicana. I fumetti di importazione Usa cambieranno volto. Dell'attuale politica di Alonso fondata sulla pluralità culturale non resterà traccia. Non ci sarà più spazio per eroi di diversa cultura o musulmani, dipingendo come moderati popoli che nei secoli hanno sempre posto la guerra e non la pace al centro dei loro obiettivi. E la DC Comics? A giugno il New 52 sarà spazzato via e inizierà Rebirth. Torneranno i veri Superman e Batman e lo stupido tentativo di imitare l'universo Ultimate della Marvel si chiuderà. Molti autori inizieranno a trovare appetibile il regime comunista della Corea del Nord. Kim è pronto ad accoglierli a bracce aperte. Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.