domenica 5 giugno 2016

CRISI RW EDIZIONI: TITOLI GOEN BLOCCATI DA NUOVI ACCORDI CON LE TIPOGRAFIE MA I FAN NON CI CREDONO!

Rw Edizioni sempre più nella bufera. E' dal novembre del 2014 che la casa editrice di proprietà di Pasquale Saviano sta vivendo un momento difficile tra ritardi nell'uscita dei titoli, riorganizzazione interna, cambi di personale, ecc. Ce ne siamo occupati in questi mesi in modo approfondito. Ecco i link: qui, qui, qui e qui. Nel commentare su Facebook la sua uscita dall'azienda napoletana, Alessio Danesi, che ora si occupa di gestire i contatti per le licenze estere in Saldapress, parlò di una battaglia che non era più la sua. Danesi è stato direttore editoriale della Rw dall'ottobre 2012 al novembre 2015. Nelle ultime settimane, la linea Goen, divisione editoriale della Rw che pubblica i titoli manga, ha di nuovo interrotto l'uscita dei fumetti e cosa ancora più grave, ha cessato ogni tipo di aggiornamento della pagina Facebook. Il 10 giugno, però, dopo più di un mese di silenzio è stato pubblicato un post con il link all'articolo di spiegazioni della casa napoletana. Nei giorni precedenti la pagina FB della Goen era stata presa d'assalto dalle proteste di lettori imbufaliti che avevano dato fiducia all'editore campano nell'acquisto dei suoi titoli manga. Ecco il testo: Scriviamo queste righe innanzitutto per spiegare i motivi per cui negli ultimi tempi abbiamo diluito in modo consistente il numero di pubblicazioni effettive rispetto a quelle annunciate, nonché le ragioni per cui abbiamo sospeso la comunicazione sulla nostra fan-page ufficiale. Il nostro silenzio online ha generato preoccupazioni tra i nostri clienti sulla chiusura della divisione editoriale Goen e, di conseguenza, delle numerose serie in corso che tanto amate e amiamo. Pertanto, ci preme innanzitutto rassicurarvi che la nostra redazione non ha chiuso i battenti, è ancora pienamente operativa e che le lavorazioni dei manga stanno procedendo a ritmi sempre più serrati. Allora come mai il ritmo delle uscite si è così diradato? Purtroppo negli ultimi mesi il numero dei titoli distribuiti è notevolmente diminuito a causa di nuovo assetto contrattuale con le tipografie, resosi necessario a fronte dell’acquisizione di una nuova serie di titoli che hanno ulteriormente arricchito il nostro catalogo, che ha tuttavia generato ritardi e slittamenti nella fase finale di produzione, ovvero la stampa effettiva dei volumetti. Ad oggi questa fase di transizione non ci permette ancora di avere una regolarità nelle uscite, né di fare previsioni con anticipo sulla data in cui gli albi saranno effettivamente acquistabili. Ciò implica che ci sono e che ci saranno, temporaneamente, ancora vuoti distributivi (ma NON produttivi) nelle uscite settimanali e che la pubblicazione dei calendari mensili con le date di uscita dei volumi resterà sospesa fino a quando non avremo superato questa fase. Sarà nostro impegno continuare ad annunciare ogni mercoledì (e quando possibile anche prima) le pubblicazioni che effettivamente arriveranno nei negozi, nonché rispondere sulla fan-page, nei limiti di ciò che possiamo comunicare. Ci rendiamo conto che la situazione non sia agevole né per un negoziante, né per un lettore; sappiamo che per usufruire al meglio e godere di prodotti editoriali seriali è importante avere informazioni sulla programmazione e ci scusiamo per questo disagio che, vi assicuriamo, proviamo noi in prima persona. Al momento tutti i rami dell’azienda stanno lavorando all’unisono proprio per risolvere definitivamente questi problemi e per recuperare, anzi migliorare, il rapporto con tutti i clienti. Auspicando di risolvere in tempi stretti, vi chiediamo di pazientare in attesa di risvolti positivi per tutti. Il nostro impegno rimane immutato: valorizzare al meglio le splendide serie di manga e manhwa del nostro ricco catalogo. Un articolo che non avrà soddisfatto chi voleva avere chiarezza sulla Rw Edizioni.
 

L'articolo non è firmato e dunque non sappiamo se l'autore è Saviano in persona, Lorenzo Corti o qualche altro componete del loro staff, che dopo l'uscita dei collaboratori forumisti, tra cui Pizzi, Lamarina e Rubbino, si è molto sfoltito nei ranghi. Cerchiamo di capire cosa dice questo strano comunicato, perché di stranezze al suo interno ce ne sono parecchie. Quali potrebbero essere le difficoltà della Rw e perché mentre i titoli della Goen non escono quelli della Lion, divisione che si occupa della pubblicazione delle serie DC, escono con regolarità? Saviano vuole chiudere la divisione giapponese e franco-belga per concentrarsi su quello che resta dei comics? In questo articolo, la causa del rallentamento (anche se sarebbe più corretto parlare di stop) delle pubblicazioni dei titoli nipponici sarebbe determinato da un nuovo assetto contrattuale con le tipografie a seguito dell'acquisizione di nuovi titoli! Un attimo. Cerchiamo di capire meglio questo passaggio perché è tutto qui il problema. Per nuovo assetto contrattuale con le tipografie si intende un nuovo contratto che è stato stipulato con esse. E qui viene facile chiedersi perché il contratto precedente sia stato tolto di mezzo. L'articolo sostiene che il nuovo contratto è stato reso necessario dai nuovi titoli acquistati, ma non specifica quali. Noi ci chiediamo: è mai possibile che l'ingresso nell'accordo con aziende tipografiche determini addirittura la necessità di stipulare un contratto tutto nuovo?!!! Poi viene la parte inquietante dell'articolo, quella che dovrebbe essere fonte di maggior timore per i lettori che aspettano di completare le collezioni ora a metà! Non si sa bene quando finirà questa fase di transizione!!! L'ingresso di nuovi titoli nel parco-licenze di una casa editrice è realtà quotidiana e di certo non è tale da determinare uno stop o un rallentamento delle uscite già avviate. O forse il problema, come pensano molti lettori, sia attribuibile a difficoltà di tipo economico-finanziario. La Rw sta per fallire? La crisi economica rischia di spazzare via un editore che dal gennaio 2012 ha preso il posto della multinazionale Planeta DeAgostini? E se si, che fine faranno le licenze DC Comics? E in questo caso, quale sarà il destino di Lorenzo Corti, che dopo l'uscita di scena di Danesi si è riappropriato nella sostanza del ruolo di responsabile editoriale che ebbe nei primi mesi di vita di Rw? Corti ha iniziato a muovere i primi passi nella Double Shot che inizialmente era una divisione editoriale di Bottero Edizioni! Il testo termina con la speranza di riprendere i rapporti con i lettori, ma i lettori sperano che invece Rw fallisca o esca dal mercato, liberi le licenze manga e DC Comics affinché siano affidate ad una casa editrice diversa e con maggiori possibilità e soprattutto ad una redazione composta da persone diverse da quelle che negli ultimi anni hanno gestito il tutto. In fondo, ai lettori importa solo continuare a leggere i fumetti che amano e vogliono farlo senza più i timori e i disagi verificatisi finora. Se Rw uscisse di scena come molti sperano, chi prenderebbe il suo posto? I titoli manga finirebbero quasi certamente alla Star Comics e alla Panini, i due maggiori editori manga in Italia. E le serie DC Comics? Difficile che finiscano alla Panini, visto che nel 2012 la DC liquidò la Panini come suo licenziatario per la Francia, preferendogli il gigante Dargaud/Urban. Circa un anno fa pubblicando questo articolo, in cui ipotizzammo uno scenario che oggi si sta concretizzando. I diritti DC non costano poco. Oggi sarebbero necessari almeno 300.000 euro per portarseli a casa. Qualche banca sarebbe così pazza da finanziare una impresa del genere? Ciò che chiedono i lettori è che la nuova redazione non sia composta da forumisti e amatori part-time, ma da professionisti esperti. Sven Blomqvist.

2 commenti:

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.