giovedì 14 luglio 2016

L'UOMO RAGNO N. 653! MEGA-RECENSIONE! IL MONDO E' IN PERICOLO MA SE ZIA MAY CHIAMA PETER RISPONDE!

Nel contesto della solita trama semplicistica questa volta Dan Slott si prodiga in messaggi e riferimenti di chiara ispirazione socialista. La storia si apre con Nick Fury in versione nera che sta coordinando un attacco globale alle basi dello Scorpione. Tutte le squadre sono pronte, tranne quella composta da Spider-Man e Mimo! Fury sta per lanciare l'ordine decisivo quando Peter lo mette in attesa. Fury è incredulo. Tu cosa? Il mondo è in pericolo, ma se chiama la Zia May Peter risponde al telefono. La vecchiaccia si trova in una nazione africana immaginaria, il Nadua, dove sta supervisionando i lavori di costruzione di fonti di energia gratuita e illimitata. Il dittatore locale, il generale Mwenye, non è molto d'accordo e chiede aiuto a Norman Osborn, che nel numero scorso ha fatto il suo gran ritorno con il volto coperto di bende. Tra battute e dialoghi frizzanti la storia si chiude in modo rapido con l'Uomo Ragno che sconfigge i cattivi e riporta l'ordine nel Paese. Tutto risolto? Macché. I locali gli fanno capire che lui e le Industrie Parker non sono graditi. Se insistesse nella sua folle idea di regalare il benessere, gli uomini del generale tornerebbero più agguerriti che mai e Peter non potrà essere sempre li a proteggerli. Nell'ultima pagina il misterioso individuo, che nei numeri scorsi ha reclutato famosi criminali, fa visita a Lizard e lo convince con i soliti metodi. Finora Slott ha seminato molti indizi, costruendo una trama che potrebbe essere anche interessante se non fosse spalmata su una storia baby. Peggiorano ancora i disegni di Camuncoli, che riesce a far rimpiangere Stegman!
 

Finalmente nella storia dell'Uomo Ragno 2099 Peter David si decide a regalarci indizi sul mistero che avvolge la figura di Roberta Mendez, che in Secret Wars era Capitan America e guidava il gruppo dei Vendicatori al soldo della Alchemax. Ora lo spirito della sua versione futura controlla una inconsapevole Mendez guidandola nel luogo più segreto della sede Alchemax del 2016, il laboratorio privato di Miguel. Aperto il portale che conduce al futuro distopico da cui il medesimo Miguel è dovuto fuggire, si imbatte in Kweeg, un cacciatore di taglie ansioso di visitare il passato. Il mostro crede di avere un compito facile, ma la fragile Roberta si trasforma in Cap e sono sganassoni! Quando arriva Miguel è troppo tardi. Ora sa che non è il solo che viene dal futuro. Sorvolando sulla storia di Silk, che sta cercando indizi per risolvere il mistero della banda di Goblin Nation, arriviamo al terzo episodio dei Web Warriors, la serie più interessante tra le comprimarie dell'albo. Lo scrittore Mike Costa delude un po'. Azione e combattimenti tra il gruppo di Spider-UK e i vari Electro delle diverse dimensioni alla ricerca di Spider-Gwen, che trova rifugio, insieme all'Electro buono sulla Terra-982, quella in cui lo Zio Ben è stato Spider-Man! A conti fatti, quindi, l'elemento di maggiore rilevanza di questo albo si conferma l'identità del misterioso Resurrezionista, colui che convince gli antichi nemici del Ragno a mettersi dalla sua parte offrendo in cambio la resurrezione dei loro cari scomparsi. Non avete ancora capito di chi si tratta? E che cazzo: è lo Sciacallo!!! Edmund Freisler.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.