giovedì 30 giugno 2016

RECCHIONI NEL 2013: "MAI LEGGERE I FORUM DEI LETTORI DI ZAGOR"! TUTTA LA CRONACA DELLA DISCUSSIONE!

L'arrivo di Roberto Recchioni come curatore di Dylan Dog verso la metà del 2013 è stata subito accompagnata da vibranti polemiche. Il 15 agosto di quell'anno, quando Recchioni non compariva ancora nei credits degli albi (lo avrebbe fatto a partire dal numero 325 di settembre) sul forum di Zagor, Ramath, comparve questo messaggio da parte di Ramath in persona, amministratore della community: Cari amici, da stasera è stata soppressa la sezione Dylan DOG del forum Zagor Te-Nay. Le storie potranno essere recensite su un topic nella sezione Fumettissimi. La decisione è stata presa dopo che sono stati esaminati, alcuni interventi su Facebook del sig. Roberto Recchioni, nuovo curatore di Dylan Dog, il quale senza titolo alcuno, ha invitato i suoi amici a mai leggere i forum dei lettori di zagor, definendo i suoi frequentatori "gente simpatica ma pure i peggiori talebani tradizionalisti, sgarbati e male informati del WEB". Tutte gli scritti del Recchioni sono stati recuperati e saranno pubblicati su ZTN nei prossimi giorni. Il forum ZTN si dissocia dalle esternazioni del sig. Recchioni che ritiene offensive, deleterie, arroganti e controproducenti per la testata ZAGOR che fa parte della medesima scuderia di casa Bonelli. Cio' premesso, invita tutti gli zagoriani a dare una risposta al sig. Recchioni, in maniera educata, civile e leale come sa fare solo uno zagoriano e NON utilizzando i modi ed i toni propri del sig. Recchioni. Il forum ZTN si riserva di trasmettere alla Casa Editrice Bonelli, copia di tutte le esternazioni del sig. Recchioni, al quale si richiedono "pubbliche scuse". Recchioni era stato da poco nominato curatore di Dylan Dog e come conseguenza delle esternazioni riportate nel messaggio di Ramath aveva dato vita ad una dura polemica nei confronti di Zagor invitando i suoi contatti su Facebook a non leggere più i forum dedicati allo Spirito con la Scure. Una posizione forte che, di certo, non fece bene alle vendite di entrambe le collane, Zagor e Dylan Dog e che rispetto alla quale non risulta che la Bonelli abbia preso provvedimenti resi pubblici. E' possibile che interventi siano stati posti in essere per spegnere ogni polemica e pacificare gli animi benché una casa editrice interessata a massimizzare i ricavi delle vendite non avrà avuto beneficio da quella presa di posizione di Recchioni. Ma perché il neo curatore aveva risposto in modo così duro verso la comunità zagoriana rischiando di perdere una posizione da poco ottenuta? Il boicottaggio è lo spettro di ogni casa editrice. I social network consentono di attuare come molta facilità campagne di boicottaggio obbligando gli editori a cambiare decisioni impopolari. Quello che ha fatto arrabbiare Ramath sono state le parole di Recchioni, che da poche settimane nominato curatore di Dylan Dog per rivitalizzare una testata in costante perdita di lettori, ha definito i lettori zagoriani, secondo quanto riferito da Ramath stesso, simpatici ma al tempo stesso i peggiori talebani tradizionalisti e male informati del web. La reazione di Ramath non si è fatta attendere e ha generato la chiusura della sezione del forum dedicata a Dylan Dog. Perché Recchioni ha detto una cosa del genere, danneggiando un altro settore, quello zagoriano, della casa editrice per cui lavora? Il messaggio termina con la richiesta di pubbliche scuse da parte di Recchioni, il quale risponde dalle colonne del suo blog cercando di minimizzare alla sua maniera, tentando di smontare la rilevanza della questione quando invece l'attacco rivolto al mondo zagoriano ci è parso di una gravità inaudita. Sarebbe come se l'autore di Spider-Man, Dan Slott, definisse negli stessi termini usati da Recchioni verso gli zagoriani, i lettori dei Vendicatori! Alla Marvel Comics cose di questo tipo non accadono, perché chi oserebbe assumere una posizione così estrema verrebbe allontanato subito dalla casa editrice, avendone violato una delle regole fondamentali: mai insultare i lettori delle collane dell'editore per cui lavori. Scrive Recchioni in premessa: questo pezzo contiene polemiche da Internet. Se avete una vita, non leggetelo. Come se lui avesse voluto dire: non è successo niente o almeno niente che potesse giustificare la chiusura della sezione di discussione di Dylan Dog sul forum con inevitabile danno per la Bonelli. Riporta il contenuto del messaggio e chiama Ramath con il suo vero nome ovvero Giuseppe Reina. Poi parte in quarta scrivendo: Ora, cosa è successo davvero? E' successo che ieri, leggendo gli ennesimi messaggi di taluni (notare: TALUNI) utenti di alcuni forum zagoriani in cui si invitava a boicottare qualsiasi fumetto nuovo o non in linea con i loro gusti reazionari (nel caso specifico, Orfani e Dragonero) io abbia scritto uno stato sul mio profilo PRIVATO di Facebook: Mai leggere i forum dedicati a Zagor. Roberto Recchioni esordisce negando quello che era successo secondo la versione di Ramath/Reina, che quindi non avrebbe detto il vero. E poi si duole di talune dichiarazioni di utenti del suo forum che invitavano a non leggere prodotti nuovi bonelliani come Orfani e Dragonero. Come reazione, lui ha scritto sul suo profilo privato di Facebook: mai leggere i forum dedicati a Zagor. Precisiamo le cose per bene. In primis, Recchioni sbaglia quando definisce privato il suo profilo Facebook. Recchioni sa bene che i profili Facebook privati sono quelli in cui solo gli utenti ammessi possono leggere i post. Tutti gli altri profili, ivi compreso il suo, sono pubblici nel senso che chiunque può leggere quello che viene scritto. Quando sul suo profilo Facebook ha scritto Mai leggere forum di Zagor lo hanno letto tutti, che quindi si saranno chiesti: il curatore di Dylan Dog scrive che non bisogna leggere i forum di Zagor, che è pubblicato dalla stessa casa editrice di Dylan Dog perché i suoi lettori sono tradizionalisti e talebani? Che senso ha insultare lettori della stessa casa editrice? E perché? Perché hanno giudicato negativamente Dragonero e Orfani, che sono pubblicati sempre dalla Bonelli?


Dichiarazioni di questo tipo sono divisive. Spaccano la platea in due fazioni mettendole una contro l'altra. Dylaniati contro Zagoriani. Ed è quello che è accaduto con le infelici affermazioni di Recchioni, che poi ha cercato di alleggerire nel pezzo pubblicato sul suo blog. Credendo davvero che il suo profilo Facebook sia visto da poca gente, scrive: Ora, è chiaro che era un appunto mentale PER ME, e che non stavo invitando nessuno a fare lo stesso. Era uno sfogo personale su uno spazio personale. Se vuoi un appunto mentale, lo scrivi su un pezzo di carta. Non lo vai a scrivere su Facebook, dove quell'appunto mentale viene visto da migliaia di persone. Il danno per il mondo zagoriano è conclamato. Recchioni parlava a se stesso, ma è chiaro che avendo molti fanboy, essi saranno indotti ad imitarlo, a fare come lui, a pensare come lui, smettendo di leggere i forum di Zagor e danneggiando la testata con nocumento per lo stesso editore. E chiariamo a Recchioni, se anche ce ne fosse bisogno: no, a differenza di quello che pensi tu, quello che scrivi sul profilo Facebook non resta privato. Viene reso pubblico e leggibile da chiunque, a meno che non usi la funzione privacy, però poi quello che scrivi lo vedono in pochi e perdi in visibilità e attenzione. Poi cerca di giustificarsi per quello che aveva scritto: Notare che ho specificato che i suddetti forum sono frequentai da MOLTA gente simpatica ma che sono frequentati pure talebani tradizionalisti, sgarbati e male informati. In sostanza, non ho fatto di tutta l'erba un fascio, non ho insultato le due comunità, non ho insultato i lettori di Zagor in genere. Mi sono solo lamentato di taluni cafoni. Dice che ci sono gente simpatica ma anche talebani tradizionalisti. Un attimo e chiariamo questo passaggio perché forse Recchioni non si è reso conto di una cosa: simpatici e antipatici si trovano in tutti i contesti. Ma perché chi è tradizionalista deve essere identificato talebano e cioè come un terrorista? I tradizionalisti sono terroristi? E' questo quello che ha voluto dire? Davvero Recchioni pensa una cosa del genere? Usa i termini aggiunti di sgarbati e male informati. Ok, ma non chiarisce perché certuni sarebbero come li descrive lui. Insomma, conclude dicendo che non ha fatto di tutta un'erba un fascio. Noi ci chiediamo: solo perché a qualcuno non piace Orfani e Dragonero si merita di essere chiamato tradizionalista e talebano? Ma che approccio è? La Bonelli non legge le performance degli autori su Facebook? Nell'ambito di due righe, Recchioni ha definito i suoi critici come tradizionalisti, talebani, sgarbati, male informati e cafoni! Scrive Recchioni: A seguito di questi messaggi, il signor Reina, che deve avere qualche problema di comprensione di testo, ha fatto un intervento pieno di insulti al sottoscritto, che poi ha subito cancellato. Gli ho scritto in privato e, in una discussione civile, abbiamo appurato che mi aveva scambiato per un altro e che aveva frainteso il senso del mio intervento. Questione chiusa? Ovviamente, no. Non si sa bene per quale motivo, infatti, ma il signor Reina ha continuato a postare commenti provocatori, sulla mia pagina Facebook. L'ho bloccato dai miei contatti e, per me, la storia si è chiusa qui. Ma non per lui che, questa mattina, ha postato quanto riportato qui sopra sul forum zagoriano che gestisce e sulla sua pagina FB, mistificando i fatti e trasformando uno sfogo personale che riguardava solo un ristretto numero di cafoni, in una questione generale. Dichiara di avere parlato in privato con Reina e di avere chiarito tutto. E' vera una cosa del genere? Se lo dice lui, non abbiamo gli estremi per credere il contrario. Dal momento che, però, Reina ha proseguito sulla stessa linea, forse abbiamo motivo di dubitarne. Forse le cose non sono andate come scrive Recchioni, il quale continua ad usare il termine cafoni verso alcuni utenti del forum zagoriano e accusando Reina di mistificare i fatti. In parole povere: Reina non dice il vero. Insiste Recchioni: Adesso, lo ripeto a scanso di equivoci; non ho problemi con Zagor e i suoi lettori. Amo il personaggio, ho tanti amici zagoriani duri e puri e mi diverto a seguire le discussione legate al personaggio che nascono sui forum a lui dedicati. Ho, invece, problemi con i cafoni, questo sì. E a dirla tutta ho un problema anche con i matti. Dice che ama Zagor e i suoi lettori, ma alcuni sono cafoni perché, in base a quello che ha scritto, si sarebbero rivolti verso di lui con toni sgarbati, ma forse, pensiamo noi, quello che ha infastidito Recchioni sono stati i giudizi negativi su Orfani. Dice poi che ha problemi con i cafoni e con i matti. Aggiunge un nuovo aggettivo negativo: matti. Quindi, talebani, tradizionalisti, sgarbati, male informati e ora matti. Ci piacerebbe però capire quali affermazioni degli utenti di Zagor hanno scatenato questo suo personale giudizio così negativo. Recchioni non lo dice e ribadisce che lui non ha nulla di cui scusarsi: Chiaramente, non ritengo di avere nulla di cui scusarmi e trovo il comportamento del signor Reina (non nuovo a situazioni del genere) infantile, oltremodo fazioso e dannoso per la sua stessa comunità. Per non parlare del fatto che dare dei mafiosi a qualcuno è calunnia e diffamazione (lo ha fatto sui commenti nelle discussione dedicata a Dylan Dog sul suo forum. Il cattivo è dunque Reina, secondo il pensiero di Recchioni. E' lui l'infantile e precisa che dare del mafioso a qualcuno è da denuncia. Beh, ricordiamo a Recchioni che anche dare del talebano a qualcuno è diffamazione. Infine, chiude l'articolo con una affermazione che non ci sentiamo di condividere perché, secondo noi, assolutamente paradossale: Comunque sia, si rinnova una grande verità legata a Internet e al mondo del fumetto: se esistono due comunità dedicate allo stesso personaggio a fumetti, significa che una delle due deve essere gestita da una qualche personalità, diciamo... problematica. E che nove su dieci...

..., o tale personalità se ne è andata dalla comunità originale e ne ha fondata una sua, o ha fatto scappare un largo gruppo di utenti da essa, che sono andati a fondare un spazio loro. Non so nulla della storia dei due forum di Zagor ma ci metterei la mano sul fuoco che le cose sono andate in una di queste due maniere. Parla di una verità di internet secondo cui se ci sono due comunità di uno stesso personaggio una delle due deve essere gestita da qualche personalità problematica! Fermi tutti: che cosa significa una cosa del genere? E perché non dovrebbero esserci due o cento comunità di uno stesso personaggio? Sta forse dicendo che se esistono due comunità, una di esse è gestita da una personalità problematica? Mah! Secondo lui, ma ribadiamo si tratta di una conclusione che ci sembra priva di fondamento logico: se esistono due comunità, una di esse deve essere stata fondata da qualcuno che è problematico! In parole povere, Reina è problematico. E' Reina e non Recchioni il problema! Siccome è sempre meglio sentire l'altra campana, vediamo cosa ne pensano delle parole di Recchioni gli utenti zagoriani, magari proprio quelli che lui ha definito cafoni, talebani, ecc., tutti termini che equivalgono a diffamazione, così giusto per riportare la discussione su un piano di realtà. Il 16 agosto 2013 l'utente Markfat scrive: Ok, ma intanto Recchioni continua a NON citare quali siano questi commenti a lui non graditi e ad opera di chi. Insomma, mi sta bene che tu dica stronzo a qualcuno, ma devi anche spiegarmi il motivo per cui quel tizio sarebbe stronzo. O talebano nel caso specifico. Io l'ho invitato su Facebook a palesare meglio il suo punto di vista. Facendogli anche notare che fra un paio di talebani e la frase mai leggere i forum dei lettori di Zagor mancano parecchi anelli di congiunzione. Per il resto la sezione di Dylan la ripristinerei e vorrei tanto che il dibattito si spostasse con Recchioni qui sul forum. Markfat ha invitato Recchioni a spiegarsi, ma da parte di Recchioni non è giunta alcuna risposta. Cosa hanno detto questi utenti al punto di essere etichettati come talebani, cioè come integralisti arabi che nella visione comune sono rappresentati come terroristi? Gli risponde Ramath: Marco, pure te fai il talebano...??  Recchioni NON verrà su ZTN e continuerà il suo sproloquio che HA un solo obiettivo: acquisire visibilità, utilizzando la sola maniera che conosce: la provocazione ed il successivo vittimismo. Ricordati che siamo ad passo dal 325 di Dylan ed all'esordio di Orfani. Secondo Ramath/Reina, Recchioni provoca per avere visibilità e poi fa la vittima. Condotta che sarebbe giustificata dall'esordio allora di Orfani e del primo numero di Dylan Dog della sua gestione. Come a dire: ora faccio casino sulle mie cose così tutti le guarderanno. Markfat risponde: Ma infatti il problema sta tutto li. Io ancora non ho visto a chiare lettere in quante occasioni ZTN avrebbe voluto boicottare in massa le due serie. Rileggendo il post su Orfani noto pareri "preventivi" discordanti. Ma sia a favore che contro. E invece sulla pagina Facebook di Recchioni un utente ha posto l'accento solo sui pareri negativi. Gliel'ho fatto notare che dimenticava una bella fetta di commenti qui sul forum. Ma in ogni caso, ce ne passa prima di arrivare al concetto di boicottaggio. Mah! Loro pensano che siamo esagerati noi, noi pensiamo che lo siano loro... Non se ne esce da sta storia. Il tempo sarà galantuomo. Nessun boicottaggio, ma forse quello che disturba è la critica. Le prime due stagioni di Orfani sono costate circa 3 milioni di euro. Un investimento delicato, per il quale è meglio non correre rischi e chiudere eventuali valvole critiche. Ecco il link con il riferimento ai tre milioni di euro. Il tempo alla fine è stata galantuomo. Orfani si è rivelato un flop e oggi, a distanza di tre anni, è sceso a 19.000 copie. Un disastro completo. Dragonero è sulle 23.000 copie. Due disastri, mentre Zagor è sulle 28.000 copie, ma esce da 50 anni! Recchioni temeva che Orfani e Dragonero scritto dal suo amico Enoch avrebbero potuto essere boicottate? Mah, il primo numero vendette 50.000 copie, ma già il numero 4 era sceso a 29.000 copie nel 2014. E dopo due anni ha perso altri 10.000 lettori. Ora viaggia sulle 19.000 copie ed è quindi in zona pericolo. Ora spostiamo sul profilo di Recchioni e leggiamo quello che viene riportato sulla questione. Matteo Bussola, marito di Paola Barbato, scrive: Scherzi, Alessio? Zagor è il fumetto che ha in assoluto i fans più fedeli, cagacaz ehm, pignoli, fidelizzati e affezionati di tutti i bonelli. E Recchioni: Un talebano zagoriano va bene. Un talebano tradizionalista e sgarbato, no. Dieci, proprio NO. Insiste nell'uso del termine talebano nell'etichettare alcuni lettori di Zagor. Ma perché? Non è meglio starsene zitti e non alimentare polemiche come queste che, in ultimo, danneggiano la stessa casa editrice? Anche i cafoni e i talebani comprano i fumetti e gli editori non si lamentano se possono vendere qualche copia in più come precisa Reina: Lapalissiano,ma NON pensi che la casa editrice NON sarebbe così schizzinosa,se 100.000 lettori "cafoni" da domattina,cominciassero a ricomprare Dylan? Anche perchè tu puoi fare il fumetto piu' TOSTO del mondo,ma se nessuno te lo compra. Recchioni: Ti rendi conto che stai straparlando, vero? No perché sarei buono e caro, ma tra insulti che poi hai cancellato perché avevi sbagliato persona e toni che stai usando adessoReina sta straparlando? Mah, lui replica: Non mi pare di straparlare,ma di dire solo sacrosante ovvietà.Poi se la prendi così alta,allora buonanotte. Marco Grasso: Ciao Roberto, sono uno Zagoriano e frequento il forum ZTN. Ora, mi sembra che qui il diavolo ci abbia messo la coda e tutto avrebbe potuto essere ricondotto a un confronto più sereno da parte di molti. Fortunatamente non sono questi i problemi del paese, ma ad esempio certi Piper che girano per le spiagge. Ops, appena iniziato e stavo già divagando... Dispiace però leggere un paio di...

interventi...di chi quasi sbeffeggia il personaggio (forum di Zagor ???) o i lettori (cagacazzi?). Insomma, credo che chi abbia fatto questi ragionamenti non conosca appieno né la storia del personaggio (e la sua importanza strategica per la Bonelli in oltre mezzo secolo di storia) né i lettori/fan che si sono distinti anche come promotori di iniziative davvero interessanti e anche a detta di molti ben fatte. Di entrambi i forum. Storia troppo lunga da spiegare in due parole... Non ho mai ricevuto divieti di leggere l'altro forum e in tanti possono dire altrettanto... Insomma, diamoci una regolata con le opinioni su Zagor, sui forum in generale e sui suoi iscritti. Detto questo, Roberto, se vuoi scrivermelo anche in privato (se hai modo, piacere e tempo) io ancora non ho capito nello specifico quali sono le osservazioni che hai letto che ti hanno infastidito e a firma di chi. Al di la di come sia proseguita qui la conversazione e l'acceso dibattito, ritengo che fra un paio di "talebani" (bruttino come termine però, eh?) e la frase "mai leggere i forum dei lettori di zagor" manchino parecchi anelli di congiunzione. La tua frase d'esordio è stata proprio questa. Devi ammettere di non essere partito col piede giusto. Perché mai questa tuo definitiva e ingenerosa premessa se a turbarti sono stati solo alcuni giudizi? E quali poi? Tu che sei un profondo conoscitore dei mezzi di comunicazione odierni e giustamente li utilizzi, hai sottovalutato che certe affermazioni fanno presto il giro del web, divampano e creano malumori. Poi hai aggiunto dei dettagli per cercare di spiegare il tuo pensiero ma non trovo proprio alcun nesso fra "alcuni talebani" e la tua frase d'esordio... E insomma, sul forum di Zagor vuol dire che non hai MAI trovato osservazioni intelligenti, pertinenti e costruttive da meritare una qualche tua citazione in premessa anziché la frase ripetuta 100 volte? Ritengo che la tua riflessione iniziale sia stata uno sfogo impulsivo, un incipit che fa presto a prendere fuoco. Diciamo che quello che tu pensavi era chiaro nella tua testa, ma in chi legge non proprio... Hai provato a spiegarlo in qualche modo, ma il dettaglio ancora manca. Poi, comprendo che questa sia la tua pagina personale, hai pienissima libertà di pensiero e parola (ci mancherebbe altro) ma in Bonelli hai un ruolo e quindi le tue frasi hanno una certa eco. Forse meno impulsività avrebbe giovato, è solo un consiglio che ovviamente puoi accettare o rispedire al mittente. Alla fine, se ci fai caso, chi ti avrebbe rotto le balle sarebbero a tuo dire solo alcuni talebani, e invece sin dalla premessa si è parlato dei forum in toto. Rileggendo infatti trovo più citazioni ai forum che in specifico agli utenti che avrebbero fatto QUEI commenti a te poco graditi. Per cui, sul serio, non voglio alimentare polemiche ma cercare di capire cosa sia realmente successo e possibilmente gettare acqua sul fuoco. Se ti va, entriamo nel dettaglio della questione o se preferisci rendi anche pubbliche le osservazioni che hai letto sui forum e che non hai gradito. Un saluto e scusa la prolissità. Come direbbe Groucho dovrei essere più sintetico e parlare in agrilico. Risposta sintetica di Recchioni: E' spiegato tutto nel link che ho postato poco sopra. Ed ecco la replica di Grasso: Roberto, io la pagina del tuo blog l'avevo letta. Ma non trovo risposte ai quesiti che ti ponevo. Hai scritto "...utenti di alcuni forum zagoriani in cui si invitava a boicottare qualsiasi fumetto nuovo o non in linea con i loro gusti reazionari (nel caso specifico, Orfani e Dragonero) ...". Ma me lo fornisci un link? Scrivi frasi troppo generiche. Magari sarà vero e mi sarà sfuggita qualcosa, io per questioni di tempo non riesco a leggere tutto il contenuto del forum ZTN. Ma se non le leggo con i miei occhi... Ad esempio, ho appena riletto le pagine del forum ZTN dedicate a Orfani e fra gli interventi trovi con una certa varietà di esposizione sia utenti interessati al genere sia quelli che non lo trovano affatto interessante. Ma tutto qui. Anzi, alcuni utenti hanno postato tavole o link del sito della Bonelli o di altri siti nei quali si parlava, o tu in prima persona parlavi, di Orfani. Insomma, si faceva anche divulgazione della tua serie. Poi magari questi commenti ai quali fai riferimento sono in altre pagine, ma io non riesco a trovarli. Il pezzo sul tuo blog manca quindi di semplici "copia e incolla" di link che gioverebbero a tutti per capire meglio. In ogni caso, ritornando a Orfani, non mi sembra che il forum ZTN sia stato così ostile tanto da indurti a pensare che non sia il caso di leggere i forum dei lettori di Zagor. Mi sembra esageratino, ecco. Fai tu. Attendo tue nuove se ti fa piacere. Insomma, ti sei lamentato che qualcuno vuole boicottare Orfani e Dragonero. Allora indica i link. Matteo Tarquini: Marco Grasso, un commento tipo questo: "Maronnna sbufala... Ma che roba è? Un fantabimbominkia post apocalittico? "La fine del mondo è solo l'inizio"? Ma dai... Roba da strillone di blockbuster di quart'ordine. Lo eviterò come la peste! E qui mi si taccerà di pregiudizio ecc. ma che cavolo! Mica ci si può sorbire tutto e aspettare prima di giudicare e compagnia bella. Basta moralismi! Si può giudicare già dal progetto che non mi sembra niente di originale e dall'impostazione giovanilistico pseudo nippo-americana che non è cosa che fa per me/noi. Non lo comprerei manco se a disegnarlo ci fossero Michelangelo e Caravaggio. Quanta fatica sprecata a meno che non si aspiri a un pubblico adolescenziale o simil adolescenziale. Ma scusate... Come fa un uomo adulto a identificarsi in questa roba qui?? Certo non un lettore Bonelli" se non è ostile e pregiudizioso diciamo che è poco amichevole. Marco Grasso: scusa ma filtri solo le cose negative? Sarebbe seria sta cosa qua? Mah! Non mi sembra che si possa costruire un caso su quei commenti che NON rappresentano tutto il forum, come hai potuto notare leggendo tutti gli interventi. Ma qui si riportano solo quelli non favorevoli e allora ecco che su ZTN diventano tutti brutti e cattivi.

Insomma, di pareri di ogni tipo se ne vedono in TUTTI i forum, anche su quelli di Tex e Dylan se non ci hai fatto caso. Ma da qui a fare di tutta l'erba un fascio mi sembra davvero poco misurato e molto poco equilibrato. E Roberto, l'ironia, quando la vuoi fare, falla capire a chiare lettere. Non l'abbiamo capita tutti, eh? Sembrava invece una frase molto poco opportuna. E su Dragonero, se leggi, ci sono anche i miei commenti positivi. Cosa facciamo, revisionismo storico citando solo i giudizi negativi sulle serie? Per completezza di informazione non si dovrebbero citare tutti i commenti? Cavolo, rimproveriamo i TG di fare vedere solo una parte delle faccende politiche italiane e poi ci perdiamo sui commenti di un forum? Ma dai, su. Il tuo voler essere ostile nei confronti di ZTN in toto mi sembra proprio esagerato. Sapevi che c'è anche gente che parla bene di te e delle speranze che ripone in te per il nuovo corso di Dylan? Aaah, ma questi non fanno alzare l'audience ovviamente, questi non fanno rumore. MAH again. Recchioni: Aggiungo: questo è un profilo personale, non una testata giornalistica che deve citare le fonti e tutte. Mi sono sfogato contro taluni utenti incivili. Pensavo che essi erano la minoranza. Invece ho scoperto che iniziavano dall'amministratore del forum. Recchioni continua ad ignorare il fatto che un profilo Facebook visibile a tutti non è privato! Tutto quello che vi si scrive viene letto. Gli appunti mentali si scrivono sui notes, non sulle pagine di un sito visibile a tutti! Marco Grasso: Stai prendendo un grosso abbaglio Roberto. Non so più come fartelo capire. Se non vorrai leggerci in futuro, ok. Ce ne faremo una ragione. Ma vedo che chi nelle settimane passate ti sosteneva, non ti ha mai indotto, per contro, a scrivere invece "meglio leggere i forum zagoriani, meglio leggere i forum zagoriani". Sarebbe stato più opportuno. E anche se questa non è una testata giornalistica, non credo che la regola di obiettività e citazione di tutte le fonti possa essere solo considerata valida per il mondo giornalistico. Quando ci si confronta o si fanno esternazioni si deve soppesare tutto. Chi ti legge capisce che i forum Zagoriani ti avrebbero dato solo addosso. Il che non è vero. E tanta gente qui a scrivere baggianate sul forum e su Zagor. Anche qui non sei messo tanto bene come utenza, eh? Ma se ti fa piacere pensare che ZTN è da evitare come la peste, tieniti i tuoi followers e noi ci teniamo i nostri. Mi sembra ancora tutto strano essere arrivati a queste considerazioni. Ma tant'è. Notiamo poi che nel suo profilo prima delle modifiche successive allora Recchioni si definiva: Nichilista speranzoso, fascista zen, anarchico reazionario. Recchioni: Sull'ironia: il fatto che fosse ripetuta venti volte come un mantra? Detto questo, era ironico ma vero: è decisamente meglio se non vi leggo. Sto meglio e ho più amore e fiducia per il mondo. Aggiungo: questo è un profilo personale, non una testata giornalistica che deve "citare le fonti e tutte". Mi sono sfogato contro taluni utenti incivili. Pensavo che erano la minoranza. Invece ho scoperto che iniziavano dall'amministratore del forum. Ok, continua a dire che sul suo profilo può scrivere quello che vuole ed è vero, ma che il profilo sia privato non è corretto. E' privato solo quello che leggono in pochi. Se apri la finestra di casa tua e tutti hanno la possibilità di guardarci dentro, di privato non esiste più niente. Andrea Pincella: Visto che c'è una diatriba in corso sarebbe carino capire cosa è successo, quindi cosa abbiano scritto sul forum che ha infastidito Roberto e perchè Roberto abbia tacciato i lettori del forum come estremisti. Altrimenti qui parliamo di niente. E comunque Roberto, noi uomini non "siamo" quello che diciamo ma "siamo" quello che facciamo. Se hanno chiamato te a risollevare le sorti di una testata significa che effettivamente i problemi ci sono, sta a te rispondere con i fatti. Hai dimostrato si saper sceneggiare, ora dovrai dimostrare di saper anche guidare un team. Io un giudizio su di te lo darò tra un anno circa. Per ora mi limito a dire che negli ultimi tempi Dylan è veramente peggiorato tantissimo, e non ho smesso di comprarlo per la riconoscenza e per il rispetto che ho nei confronti di chi fa fumetti. Chiudere una testata è una sconfitta del fumetto, comunque. Quindi conto su di te! Ti auguro di fare almeno quello che il Grande Moreno Burattini ha fatto per Zagor. In bocca al lupo e un caro saluto, buon lavoro!!!! Ah non mi sono presentato... sono un lettore da più di trent'anni di tutti i Bonelli, tranne le testate fantasy (brandon e Dragonero) che non mi piace come genere. Reina: Morirò zagoriano,frequenterò a vita il forum di Zagor e me ne vanto.Dice bene il Bussola: Zagor è una FEDE,è piu' di un fumetto, è una priorità quotidiana,un rapporto viscerale,difficilmente spiegabile per chi non lo vive in prima persona.Non ci criticate se talvolta esageriamo o se vi sembriamo pazzi fanatici,oppure se giriamo a 52 anni per le strade con la polo con l'Aquila.Avercene di lettori e fans così,vero Recchioni?? Burattini è un curatore "fortunato" ed "illuminato".Ha capito,prima di ogni altro che "creare un team" non è comporre solo una squadra di autori,ma incanalare la passione dei lettori,supportando le loro iniziative,quando queste sono valide e concrete.Ha annullato le "distanze" tra autori e lettori e ZAGOR cresce...in edicola.Talvolta le "cose" piu' semplici,sono l'uovo di Colombo.Sottovalutare o snobbare CHI compra il tuo fumetto, è un errore MADORNALE. La discussione finisce proprio qui e ci ha fatto capire che già allora, nel 2013, c'erano molte polemiche causate dalle parole di R. Recchioni che, secondo noi, denota difficoltà nella gestione delle discussioni sulla rete. Reagire in modo così sostenuto e poi insistere quando la saggezza consiglierebbe di smorzare i toni non aiuta. Resta il contrasto con il rischio che queste polemiche si ritorcano contro la casa editrice con perdite economiche. Gunnar Andersen.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.