domenica 10 luglio 2016

RW EDIZIONI: GOEN SEMPRE IN CRISI! L'IRONIA DEI LETTORI CHE ASPETTANO L'ARRIVO DI UN NUOVO EDITORE!

La situazione di Goen, la divisione di Rw Edizioni che pubblica manga, continua ad essere difficile e i fan sono in attesa che abbandoni il mercato, liberando le licenze di tutti quei titoli fermi da mesi. Da molto tempo ormai le uscite si sono sempre più diradate, passando da periodi di stop assoluto a periodi in cui escono due tre volumi al mese. O meno. Anche la comunicazione sulla pagina Facebook della divisione è stata quasi del tutto azzerata. La spiegazione ufficiale fornita dal gestore della medesima qualche settimana fa è stata la seguente: le attività sono ferme come la conseguenza della stipulazione dei nuovi accordi con le tipografie in seguito all'acquisto delle licenze di pubblicazione di nuovi titoli. Non ci ha creduto nessuno. Della questione abbiamo parlato qui. Ogni tanto esce qualcosa e l'ironia dei lettori, che sono in attesa che la società editrice fallisca, si scatena come in questi screenshot che abbiamo raccolto sulla loro pagina. L'occasione è l'uscita di un volume autoconclusivo di Shiono: Musashi Dual contro l'impero delle bestie meccaniche. Ecco cosa ne pensano i lettori.


Nessuna risposta da parte Goen. Né sulla pagina. Né sul forum di Comicus, dove l'ex admin Lorenzo Corti, noto come l'utente Preacher, a volte interviene. Corti si occupa della divisione comics, quella che pubblica le serie dei supereroi americani della DC Comics. L'unica divisione ancora operativa. Anche Lineachiara, divisione che pubblica fumetti internazionali, è nella stessa situazione di Goen. Su Comicus spesso intervengono altri ex-collaboratori della Rw come Massimo Rubbino alias Uomo Che Ride e Lamberto Lamarina alias l'admin Rosencrantz, ma della situazione aziendale della Rw non viene rivelato nulla. Sappiamo soltanto che negli ultimi due anni se ne sono andati tutti quelli che avevano cominciato l'avventura con Saviano nel 2012 ed anche prima quando fungevano da service italiano per la Planeta DeAgostini. Negli ultimi mesi sono arrivati altri, tra cui Giovanni Santucci alla Goen, ma la situazione è sempre critica.



Quale sarà il destino di Rw Edizioni? Le divisione Goen e Lineachiara sono quasi ferme e si teme che anche la Lion, divisione che pubblica le serie della DC Comics possa sospendere all'improvviso le sue uscite nel momento più delicato, quello della partenza dell'evento Rebirth, che in Italia si dovrebbe vedere ai primi del 2017, sempre che per quella data la Rw sia ancora in attività. Molti, infatti, sperano che l'editore napoletano esca dal mercato o chiuda. Chi potrebbe prendere le redini della DC in Italia? Esclusa la Panini, che ha già grosse difficoltà nel gestire un parco testate Marvel in sofferenza e una crisi di vendite di portata mai vista prima, il candidato più accreditato potrebbe essere la Saldapress di Andrea G. Ciccarelli. Il problema però consiste nell'individuare le risorse economiche necessarie. Prendere i diritti DC oggi significa spendere una cifra vicina ai 200mila euro. Un rischio troppo grosso per essere assorbito da un solo editore di piccole dimensioni come quello emiliano. Ecco, quindi, che si profila la possibilità di un consorzio tra Saldapress e Bao con l'appoggio della Panini sul fronte bancario! Per i lettori italiani la situazione non cambierebbe. Al di là della solita difficoltà organizzativa e gestionale, ci ritroveremmo ancora con una redazione formata da ex-forumisti privi di esperienza. Perciò, almeno per il momento, consigliamo ai nostri lettori la lettura degli albi in lingua originale o dei volumi che raccolgono cicli completi come si faceva una quindicina di anni fa quando la Play iniziò a mollare il settore comics. Marshall Mathers.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.