venerdì 8 luglio 2016

SPIDER-MAN: CROLLO DI VENDITE NEGLI USA! FAN ITALIANI NON INFORMATI NEGLI EDITORIALI DELLA PANINI!!

In America i dati di vendita degli albi a fumetti sono pubblici ed è possibile avere un quadro chiaro della situazione delle testate e delle case editrici. Oltre alle vendite, la Diamond Distribution, che gestisce la distribuzione dei fumetti in tutto il mercato nord-americano, fornisce tutta una serie di dati interessanti quali incassi lordi, quote di mercato, differenze rispetto ai mesi ed anni precedenti. Se si vuole capire come sta andando il mondo del fumetto americano, il sito della Diamond è il posto giusto che fa per voi! Proprio perché la situazione non è delle migliori e le vendite della Marvel e della DC sono colate a picco con buona pace di chi pensa che gli Eventi abbiano ancora un senso, sugli editoriali degli albi Panini Comics, per una precisa direttiva generale, non si parla mai di questo argomento. Un argomento molto scomodo perché se una testata chiude o sta per chiudere negli Usa, il lettore è tentato di non seguire più la sua trasposizione italiana. Un vero peccato. Ci piacerebbe leggere un articolo di Lupoi, Guidi o Scatasta (a proposito, O Mitico LucaS, Editor Supremo, Straordinario Articolista, torna, torna perché gli albi degli X-Men non sono più gli stessi senza la tua firma) che parla di questo argomento! Ma non avverrà! Poco male, ci pensiamo noi. Oggi parliamo delle vendite dell'Uomo Ragno in America! Squillino le trombe, rullino i tamburi, ecco i dati ufficiali delle vendite dell'Uomo Ragno negli Usa! E perché ne parliamo? Perché il dimostrare a tutti che Dan Slott sta distruggendo Spider-Man è troppo importante. Se la Marvel Comics vuole rialzare l'Uomo Ragno deve liberarsi di Slott. E deve farlo subito. Non ha altra scelta. Fino a quando non lo farà, la testata continuerà a perdere lettori. Ininterrottamente.
 

Come notate, la serie, terza in ordine di tempo, di The Amazing Spider-Man, che negli Usa è la serie principale dell'Uomo Ragno, è iniziata bene con 245.873 copie vendute. Ai testi sempre Dan Slott, che anche dopo la fine di Secret Wars, è stato confermato nell'incarico di scrittore supremo di Spidey. Le tavole sono state affidate all'italiano Giuseppe Camuncoli, che non solo non ha fatto dimenticare Ryan Stegman, ma ne ha seguito lo stile particolare con un risultato che, secondo noi, è insoddisfacente. Come capita sovente, la testata ha iniziato subito a perdere lettori. Nel secondo numero i fan erano dimezzati e la collana ha continuato a perdere lettori almeno fino al numero 9, che invece ha fatto registrare un piccolo balzo in avanti di circa quindicimila copie. Poi ancora calo. Dopo due scossoni in cui Amazing nei numeri 10 e 12 sembrava riprendersi, è crollata a 65.646 copie e quindi a -70,30%! Rispetto al numero 1 sono andati perduti 180.227 lettori! Peraltro, gli ultimi due numeri, 13 e 14, sono usciti nei mesi in cui la DC Comics ha lanciato i primi numeri di Rebirth. Un catastrofe che un unico responsabile: Dan Slott. Ha reso l'Uomo Ragno un personaggio per bambini e la maggior parte dei lettori gli ha voltato le spalle. Di tutto questo, naturalmente, Massimiliano Brighel non dice nulla negli editoriali del quindicinale italiano edito dalla Panini. Poiché riteniamo che i lettori italiani debbano essere informati della crisi delle vendite dell'Uomo Ragno negli Usa abbiamo pubblicato questo articolo. Nel frattempo, la Marvel sta lanciando l'ennesimo evento, Civil War II, con cui spera di replicare il successo del primo Civil War del 2007. Ma Rebirth si sta dimostrando nettamente più forte come vendite. Jack Santorum.

2 commenti:

  1. si... Spidey.. è imbarazzante.. ho lasciato e ripreso più volte per sperare di rivalutarne le proposte artistiche.. ma.. sempre peggio.. non si salva niente.. dai disegnatori, alle storie, alle sceneggiature superincasinate... a quella stronzata del ragnoverso... al nuovo spidey nero... al riciclaggio di 2099.... Questo Slott è fuori di testa se c'è veramente lui dietro tutto questo... fortunatamente ci sono le ristampe e la mia collezione dei classici.... me li rileggo volentieri per rivivere gli anni d'oro....

    RispondiElimina
  2. E la Marvel si intestardisce in questa strada senza uscita. Non solo Spider-Man, ma anche tutti gli altri personaggi della Casa delle Idee sono in difficoltà nelle vendite. Abbiamo citato quelli dell'Uomo Ragno come emblema. Sul sito www.comichron.com ci sono tutti i dati delle vendite Usa diffusi dalla Diamond e sono dati ufficiali.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.