sabato 20 agosto 2016

ZAGOR: DOPO LA SCOMPARSA DI FERRI IL NUOVO ARTISTA DELLE COPERTINE SARA' ALESSANDRO PICCINELLI!!!

La scomparsa di Gallieno Ferri è stato un duro colpo per tutti gli appassionati di Zagor, che dopo Tex è la migliore serie prodotta dalla Sergio Bonelli Editore. Il maestro ancora si occupava delle cover e fino all'ultimo ha reso questo servizio. Ferri vanta il record di essere stato il disegnatore che ha disegnato più pagine per un singolo personaggio nella storia della Sergio Bonelli Editore e il secondo più prolifico disegnatore in assoluto della casa editrice dopo Francesco Gamba. A Ferri in questi ultimi mesi abbiamo dedicato tre pezzi fondamentali. Il primo, tratto da una intervista rilasciata ad un sito serbo, in cui ha ripercorso le tappe della sua favolosa carriera. Il secondo in cui, riportando alcuni dati forniti da Sauro Pennacchioli, abbiamo ipotizzato che a creare Zagor potrebbe essere stato proprio Ferri. Il terzo in cui abbiamo avuto la prova di questo sviluppo straordinario. Nei documenti allegati al bilancio della Bonelli 2015 è riportato che i diritti di Zagor sono stati ceduti alla Bonelli per un somma pari a 1.336.283,00 euro. Dopo la sua scomparsa i lettori hanno potuto godere ancora delle sue cover sulla serie regolare di Zagor realizzate nei mesi precedenti. Il problema della sua successione non poteva essere rimandato a lungo. Il suo successore doveva essere scelto tra i migliori artisti in forza alla Sergio Bonelli Editore, che in parole povere significava scegliere tra i disegnatori del team creativo di Tex Willer anziché in bacini di qualità inferiori come quelli di Dylan Dog e Orfani. Il nuovo copertinista di Zagor è stato scelto in persona di Alessandro Piccinelli. Nato a Como nel 1975, Piccinelli è approdato sulle pagine di Zagor nel 2006 con l'avventura in quattro parti Horun. Ma il vero salto di qualità si concretizza con il passaggio nel team creativo di Tex Willer nel 2009 con la storia Vendetta per Montales pubblicata sul numero 579 su testi di Mauro Boselli. Piccinelli si vedrà ancora sui numeri 580, 611, 612, 613, 649, 650 e 651. Piccinelli evidenzia uno stile molto realista come si addice ai canoni rigidi del cosmo texiano. Le sue tavole sono ricche di particolari, precisi nei dettagli e straordinarie nella descrizione delle espressioni facciali. Un uso abbondante ma saggio delle ombreggiature con uno stacco netto nelle parti illuminate offrono uno spettacolo di rara bellezza per l'appassionato del disegno di qualità. Non solo realismo, ma plasticità e armonia nelle forme e nelle anatomie lo avvicinano ai grandi maestri del tratto americano come Alan Davis e Gary Frank. Quando venne annunciato il suo arrivo sulla serie di Zagor, Piccinelli intervenne nel forum di Tex Willer nel 2008 con queste parole: Come sapete ho avuto l'onore e il piacere di disegnare una lunga storia di ZAGOR scritta da Mauro Boselli. Lo Spirito con la scure è un personaggio che amo da sempre! E' stato il primo fumetto da grandi che ho letto da bambino e le...


...sue storie,l'ambientazione e ,naturalmente, il personaggio stesso mi hanno subito conquistato!...e poi era impossibile non rimanere coinvolti dagli splendidi disegni del Maestro Ferri!! Ritrovarsi, dopo 20 anni, a disegnare una storia di Zagor...bhè,è stata un'emozione grandissima, un sogno che si realizzava! Ovviamente esordire su di una testata così importante, con una storia lunga 376 tavole, scritta da uno dei più bravi sceneggiatori italiani è stata una grande sfida...difficile (perché dovevo onorare la fiducia e l'opportunità che mi era stata data dalla Casa Editrice)ma bellissima!!!Una grande esperienza e una grande scuola! E ancora su Tex: Avevo già i mano la nuova storia di Zagor, quando mi è stato chiesto di fare delle tavole di prova di TEX...ricordo di essere uscito di casa a prendere una lunga boccata d'aria, perchè non ci credevo! Io, disegnare TEX WILLER??Insomma, penso sia il sogno professionale di tutti i disegnatori a fumetti, quello di cimentarsi con il ranger più famoso del mondo!...come potevo dire di no?!Mi rendo conto che non a tutti è concesso l'onore di lavorare per Tex...non smetterò mai di ringraziare la Casa Editrice per questa possibilità: da Sergio Bonelli, Mauro Boselli, Mauro Marcheselli e naturalmente Claudio Villa!!Il giudizio sul mio lavoro,naturalmente,spetta a voi lettori...da parte mia posso solo dire, con certezza, di averci messo tutto l'impegno e la passione che ho, nel disegnare questa storia. Spero che questo possa emergere dalle mie tavole. Naturalmente la strada che devo fare nel conoscere bene TEX e il linguaggio del fumetto è ancora lunga...Il mondo texiano è vastissimo e mi accorgo che in ogni tavola c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare su Tex. Un utente del forum gli chiese di un suo disegno di Tex con Paperino e lui rispose: Il disegno con Tex e Paperino mi è venuto in mente rileggendo una storia fantastica di Carl Barks "Paperino sceriffo di Valmitraglia". L'ho fatto solo per puro divertimento personale, per nessun evento particolare. Solo l'improbabile incontro tra due dei personaggi dei fumetti che amo di più...decisamente uno l'opposto dell'altro! La scelta di colorare solo Paperino è per marcare ancora di più la differenza tra i due mondi ai quali appartengono. Sono contento ti sia piaciuto! Riguardo alla storia di esordio su Tex, Montales, dichiarò: Per Montales ho guardato molto quello di Galep e il più recente Capitanio (fantastico!). Nella storia che uscirà quest'anno il buon Tiger avrà il suo bel da fare parecchie pagine lo avranno come protagonista (insieme a Tex,ovviamente!). Riguardo Zagor ha realizzato solo i numeri 541, 542, 543 e 544 nel 2006. Ora, a distanza di dieci anni, è stato chiamato a sostituire Gallieno Ferri, di recente scomparso, come artista delle copertine di Zagor. Un compito arduo che l'artista texiano saprà assolvere. Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.