giovedì 22 settembre 2016

VENDITE USA: CLASSIFICA DI LUGLIO 2016! CROLLO STORICO DELLA MARVEL! TRIONFO DELLA DC REPUBBLICANA!

In America i dati di vendita delle case editrici di fumetti sono di pubblico dominio perché il distributore ufficiale, la Diamond Distribution, li diffonde senza traumi, consentendo ai nostri esperti di condurre analisi dettagliate. Adesso capite il motivo per cui negli editoriali degli albi Panini Comics non si parla mai di dati di vendita Usa! La classifica delle vendite relativa al mese di luglio 2016 conferma la crescita imponente della DC Comics, che con l'evento Rebirth non solo ha stracciato la concorrenza, ma l'ha addirittura seppellita sotto un cumulo di macerie insieme ai deliri di relativismo sessuale, culturale e razziale dei dirigenti marvelliani. Il tutto contornato dalle risate di tutti coloro che godono del flop dell'All-New All-Different Marvel, in gergo noto come ANAD! Se guardiamo alle prime venti posizioni troviamo appena due fumetti Marvel, guarda caso i numeri 3 e 4 di Civil War II, evento perdente rispetto a Rebirth, rispettivamente con 176.876 copie e 126.865 copie. Non occorreva essere dei geni per capire che in un momento in cui le idee di destra del Candidato Nazionale Repubblicano alla Casa Bianca, Donald Trump, volano, fumetti basati su idee opposte non potevano che risultare perdenti, come in effetti è stato. Viene da pensare a tutte le volte in cui Alonso ha dichiarato in pubblico di essere soddisfatto di quello che i suoi autori stavano facendo sulle testate dello Spider-Man di colore, del Capitan America nero, del Thor femmina, della Ms. Marvel musulmana, dei supereroi omosessuali, ecc. La devianza sessuale, nella quale rientrano tutte le dinamiche della sessualità in contrasto con la natura, come l'omosessualità, la bisessualità, la pederastia, ecc. possono essere definite forme depravate di sessualità che agli occhi dei lettori inducono un senso naturale di raccapriccio. E' naturale che i lettori scappino. Oggi la DC offre un comodo riparo dove i lettori sanno che i valori della Famiglia, della normalità sessuale e dei valori di una società cristiana sono tutelati. La Marvel è stata così astuta nella sua attività di distruzione del cosmo narrativo creato da Stan Lee che l'unica famiglia che avevano in casa, cioè i Fantastici Quattro, è stata cancellata senza troppe cerimonie. Poi celebrano i matrimoni tra omosessuali e unioni gay come se tutto questo rientrasse nell'ordine naturale delle cose. Se fosse tutto naturale come loro pensano, allora i gay potrebbero procreare. Di fatto, non sono in grado di farlo perché i loro organi sessuali, per motivi legati alla sfera della psiche, si attivano con i membri dello stesso sesso. Non c'è differenza dunque tra gli infertili e i pederasti. Abbiamo la prova che creare contenuti culturali basati su principi riprovati non produce vendite o comunque vendite da giustificare esperimenti così estremi. Ma davvero credevano che la gente avrebbe fatto la fila per comprare quelle serie?
 

Il fumetto più venduto è Justice League n. 1 con 209.187 copie. L'effetto di Rebirth è stato così forte da portare nella top 20 serie come quelle di Nightwing, Flash, Superman e Batgirl che, di solito, bazzicavano le zone basse della classifica. Stesso discorso per Wonder Woman e Titans. E la Marvel? Non c'è. Eccettuati i due numeri di Civil War II, è assente giustificata. Hanno perso e hanno perso male. Inoltre, i primi quindici fumetti, di cui tredici della DC, hanno sfondato il muro delle centomila copie. Come potete vedere nella classifica generale consultabile qui, la DC è riuscita a piazzare nella parte alta della classifica la quasi totalità delle sue serie. Per trovare il gruppo di serie Marvel tradizionali, bisogna andare dalla 40esima posizione in giù dove le testate della Casa delle Idee galleggiano con una media che va dalle 60.000 alle 40.000 copie! E ora ci prendiamo qualche bella soddisfazione. Avete presente la serie Totally Awesome Hulk? No, in Italia è conosciuta come Il Fichissimo Hulk! In America il numero 8 è crollato all'87esimo posto con 27.522 copie. E pensare che negli editoriali della Panini ne parlano così bene! Forse non sapete che la moglie di Alonso è coreana, come i due autori della testata Greg Pak e Frank Cho! Conoscete Silk? Certo, se siete fedeli lettori del nostro sito straordinario, saprete che si tratta di una delle serie satelliti ospitate sul quindicinale dell'Uomo Ragno, la testata di comics più venduta in Italia. In America il numero 10 è arrivato al 100esimo posto con 23.125 copie. Forse saprete che la Marvel vuole fare degli Inumani la nuova famiglia del loro universo narrativo. All-New Inhumans n. 9 è arrivato al 137esimo posto con 16.831 copie. E Spidey, serie alla quale la Panini ha addirittura dedicato una serie personale? Il numero 8 è arrivato al 116esimo posto con 20.012 copie. E concludiamo con alcuni dati generali. Nella classifica delle quote di mercato, la DC ha superato la Marvel con il 40,96% rispetto al 35,69% dei loro concorrenti. Dominio assoluto anche nella classifica degli incassi con il 35,36% rispetto al 34,20% della Marvel. E dire che la Marvel ha lanciato 94 serie nelle prime trecento posizioni rispetto alle 77 della DC Comics! Nel complesso la Diamond ha distribuito albi, volumi, cartonati, gadgets vari per un incasso generale di 50,52 milioni di dollari (+3% rispetto allo stesso mese dello scorso anno). Nei primi sette mesi del 2016 sono stati incassati quindi 330,68 milioni di dollari (+1% rispetto allo stesso mese del 2015). Alla Marvel si leccano le ferite. Mentre loro farneticavano di universi narrativi multiculturali, alla DC si sono rimboccati le maniche e hanno offerto fumetti in linea con i gusti dei lettori. Per riguadagnare i lettori perduti alla Marvel dovrebbero riaprire la serie dei Fantastici Quattro, liberare l'Uomo Ragno da Dan Slott e rilanciare in grande stile le serie mutanti. Jack Santorum.

8 commenti:

  1. Macchè, scommetto quello che volete che i marvelliani faranno ancora di più...faranno un Iper-All-Fresh-Exceptional-Very New Universe con tutte le depravazioni sessuali ancora più libere e con tanto di fotoricordo per i commossi personaggi partecipanti. Personaggi ultrafichissimi, ultrasessualissimi, tutti neri, tutti gialli, tutti ciclamino, tutte donne spaccamaschi, disegni ultradettagliatissimi e discorsi a monosillabi da far invidia a Clint Eastwood. Ci sarà da divertirsi quando sprofonderanno al millesimo posto e faranno allora un altro iper iper new ecc.
    Se la vanno a cercare, insomma. Contenti loro di sprofondare e di perdere soldi, contenti tutti. Tutto va bene e tutti sono contenti, perchè preoccuparsi?

    RispondiElimina
  2. Prima o poi alla Marvel dovranno cambiare qualcosa. Da dati recenti, la DC Comics ha venduto nei primi tre mesi di Rebirth circa 12 milioni di copie dei suoi albi.

    RispondiElimina
  3. E' vero, e da ex-Marvel fan lo spero.
    Ma vedo che gli autori agiscono seguendo solo la loro ideologia e l'applauso delle riviste e degli intellettuali, disinteressandosi completamente dei reali dati di vendite, come dovrebbe fare invece un'azienda normale. O hanno le spalle molto coperte economicamente o sono dei fanatici totalmente devoti alla Causa.
    Avete detto che queste cose (lavorare in perdita senza badare ai risultati di vendita e mantenendo il posto) avvengono solo in Italia: ma mi pare che accada anche in America. Tutto il mondo è paese...

    RispondiElimina
  4. Alla Marvel stanno facendo di tutto per convincere la gente a leggere i loro fumetti. Lo stanno facendo in modo sbagliando. Molti autori si sono prestati, mettendoci la faccia. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. NEGATIVI. Alonso dovrà spiegare tante cose ai suoi superiori. Tra le tante: perché i fumetti multiculturali non vendono come si pensava? La risposta può essere: "avete semplicemente pensato male. A volte succede".

    RispondiElimina
  5. Per attirare nuovi lettori servono soprattutto BUONE storie, cosa che la Marvel attuale non sta producendo. Gli eroi classici funzionano alla grande se gestiti da bravi scrittori. Si devono rivoluzionare i personaggi che non funzionano, ma alla Marvel hanno fatto il contrario: hanno rivoluzionato (in peggio) i personaggi che piacevano e vendevano. Inconcepibile!

    RispondiElimina
  6. La Marvel sta sbagliando perché, anziché puntare sulle storie, punta sul clamore suscitato dalle retcon forzate che stanno concretizzando. Un disastro.

    RispondiElimina
  7. Un disastro. Ho perso da mò la voglia di acquistare Marvel.

    RispondiElimina
  8. Non sei il solo. Pesa anche la pessima gestione del parco testate da parte della Panini.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.