giovedì 17 novembre 2016

IL RITORNO DI WOLVERINE: IL MIGLIORE IN QUELLO CHE FA! PROBABILMENTE A FEBBRAIO 2017 CON WEAPON X!

Nell'universo Marvel non muore nessuno. La regola, dettata da supreme ragioni di bilancio, è uccidere i personaggi per poi farli rinascere in eventi collegati. I fan non vedono l'ora. Sono lì pronti a sborsare 3,99 dollari per il numero 1 in cui il character di turno tornerà in vita. 100.000 copie (se il personaggio è di primo rilievo) sono garantite. E se moltiplichiamo quelle centomila copie per una decina di cover varianti fanno circa un milione di copie sicure per un incasso lordo pari a 4 milioni di dollari. A quel punto all'editore di turno frega ben poco se il secondo numero non venderà un cazzo o se la serie chiuderà dopo pochi numeri. L'esempio di X-Men n. 1 di Chris Claremont e Jim Lee che nel 1991 vendette 8 milioni di copie (1 milione di copie per ognuna delle 8 copertine speciali proposte) è ancora calzante. E che dire dei numeri della Morte di Superman che nel 1992 vendevano ognuno 500.000 copie? In quel periodo i fumetti Usa costavano poco. 1,00 o 1,25 dollari. Oggi costano 2,99 o 3,99 dollari e quindi è difficile raggiungere quelle mitiche soglie, ma non si sa mai. Stavolta toccherà a Wolverine tornare dalla tomba. Nel tentativo disperato di rilanciare l'universo mutante, la Marvel ha ideato l'evento ResurrXion in cui molti X-Men torneranno, tra cui Jean Grey!


Una delle nuove serie che esordirà a febbraio sarà Weapon X e tutto lascia pensare, secondo indiscrezioni varie, che il vecchio Logan tornerà a fare quello che sapeva fare meglio, cioè ammazzare la gente con i suoi artigli di adamantio. Nel frattempo, la Marvel si è già mossa annunciando il varo di una serie di ristampe delle migliori avventure di X-23 e Wolverine, che offrirà al costo di 1,00 $! La macchina sta scaldando i motori per il grande ritorno di Wolverine. Dopo Scott Summers, comandante supremo delle Forze Nazionali Repubblicane Mutanti, c'è solo Wolverine, che è il migliore in quello che fa. Peccato che sia di sinistra, mentre Scott Summers è di destra! E i Fantastici Quattro che fine hanno fatto? Torneranno anche loro? E si, torneranno quando l'attuale direzione Marvel sarà cambiata. Ne siamo certi. I Fantastici Quattro sono il gruppo con cui nel novembre 1961 la casa editrice di Martin Goodman è rinata come Marvel Comics. Era il periodo in cui la JLA, che aveva esordito l'anno prima, stava vendendo molto. Goodman propose a Lee di creare un gruppo che ne ricalcasse le caratteristiche, anche se la principale fonte di ispirazione degli FQ si rivelò il gruppo degli Esploratori dell'Ignoto del professor Haley nati dalla matita di Jack Kirby! Al Plano.

2 commenti:

  1. Ormai hanno stancato con tutte queste morti e resurrezioni. Hanno snaturato l'universo Marvel, in tutti i sensi. La Marvel non esiste più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intorno alla metà degli anni ottanta il grandioso Jim Shooter propose una serie di cambiamenti all'universo Marvel, che dopo 25 anni aveva detto tutto quello che doveva dire. Non fu ascoltato e venne estromesso dalla casa editrice. Non lo ascoltarono ed oggi ne pagano le conseguenze. Oggi la Marvel vive una crisi costante e sinceramente fa ridere quando i suoi vertici nelle interviste affermano che è tutto belle e di successo, mentre in realtà sono bugie.

      Elimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.