martedì 22 novembre 2016

RW EDIZIONI: CRISI CONTINUA! GOEN A SINGHIOZZO E LINEACHIARA FERMA! IL FATO DEI DIRITTI DC COMICS?

Molti lettori ci hanno chiesto di fare il punto sulla situazione della Rw Edizioni. La casa editrice partenopea, emanazione del vecchio distributore della Planeta, Alastor, sta attraversando un difficile periodo da almeno due anni. Iniziata l'avventura editoriale secondo i migliori auspici nel gennaio 2012, arruolando nella redazione alcuni collaboratori del forum di Comicus ed altri dalla associazione culturale Double Shot (che pure aveva funto come service italiano per la Planeta dal 2010 in poi), esaurita la spinta propulsiva dell'effetto sorpresa, dalla metà del 2014 ha visto progressivamente ridurre la propria capacità di incidenza nel mercato. Ce ne siamo occupati in vari pezzi, il più recente dei quali lo trovate qui. E' superfluo ripercorrerne i passi della crisi, lenta ed inesorabile di questi ultimi due anni, coincisa con l'abbandono di storici collaboratori, l'addio di Alessio Danesi dalla carica di direttore editoriale, la fuga di collaboratori forumisti e baristi di belle speranze e la progressiva riduzione del numero di testate, oltre ai ritardi, alle cancellazioni e ai volumi annunciati e mai usciti. Rw paga le scelte sbagliate di questi anni, ma soprattutto la crisi del mercato che ha visto diminuire i suoi volumi di vendita. Non disponiamo di dati ufficiali, ma sembra che la testata più venduta, ossia il mensile di Batman, giri sulle 3.000 copie circa (ma forse siamo troppo ottimisti), mentre tutte le altre sono sotto. Il rapporto con la concorrente Panini Comics dovrebbe riflettere la storica tendenza delle serie DC in una misura di 1 a 3. Le testate DC vendono la metà o un terzo delle testate Marvel. Non che alla Panini stiano meglio. La crisi si è abbattuta anche su di loro tanto da indurli a riscoprire gli abbonamenti con spese di spedizione gratuite e l'apertura di un canale preferenziale con le edicole, tagliando fuori le fumetterie! La crisi, ovviamente, si abbatte con effetti maggiori sugli editori minori.
 

Come dicevamo sopra, è inutile ripercorrere tutti i passi della crisi, evidenziando gli errori commessi dalla dirigenza, il più grosso dei quali, a nostro parere, è consistito nell'affidare responsabilità redazionali ad amatori o forumisti. La speranza di mettere sotto contratto a tempo indeterminato professionisti è apparsa da subito come un miraggio. D'altra parte, se ai tempi della Planeta, gli spagnoli non si fidavano degli italiani e solo controvoglia acconsentirono ad avvalersi di alcuni service di piccolo calibro, ciò è stato determinato dalla necessità di incrementare la fascia di mercato in Italia. Dopo quattro anni, la Planeta è fuggita a gambe levate dall'Italia, che le politiche allucinanti dei governi Monti, Letta e Renzi hanno avviato alla desertificazione economica. In questo pezzo trovate una descrizione degli eventi che hanno determinato la crisi di Rw. La casa editrice di Saviano ha iniziato l'avventura nel 2012 dividendo il suo campo operativo in tre sezioni: Lion per la DC Comics, Goen per i manga e Lineachiara per i fumetti franco-belgi e internazionali. Lion è stata diretta da Lorenzo Corti e poi da Alessio Danesi (ora è tornata a Corti). Goen a Paolo Gattone e Lineachiara ad Andrea Mazzotta. Oggi è rimasto solo il Corti in qualità di responsabile editoriale o almeno così leggiamo dalle indicazioni nei credits degli albi. Nel corso del 2015 se ne sono andati Danesi, Mazzotta e Gattone, oltre ad altri collaboratori che, in sordina, prestavano la loro opera. Come distribuzione, Rw si è basata su Alastor/Pegasus (di proprietà dello stesso Saviano) per le fumetterie, Messaggerie per le librerie e Press-Di per le edicole. Nel frattempo, Saviano ha ottenuto la possibilità di pubblicare le serie DC anche in altri Paesi! Non è uno scherzo. Si tratta di Belgio, Olanda, Danimarca e Finlandia! Abbiamo chiesto ai nostri amici delle sezioni nordiche, ma in Danimarca e Finlandia non si sa nulla di Rw e delle sue proposte.
 
Almeno nelle città principali. In Olanda e Belgio qualcosa si muove, a giudicare dagli aggiornamenti sui loro siti. Ed in Italia? Mentre scriviamo la situazione è questa. Come collaboratori, a giudicare dai credits dell'albo di Superman in edicola questo mese, troviamo: Jamie Rodríguez, Alberto Bossi, Max Ciotola, Maria Luisa Delli Paoli, Salvatore Cervasio, Massimo D'Auria, Riccardo Galardini, Dario Buonanno e Antonio Esposito. Di recente, Rw ha dichiarato di avere rinnovato i diritti con la DC e che a gennaio lancerà ben 8 quindicinali! Il tutto per uniformarsi alla periodicità Usa di molti albi targati Rebirth trasformati appunto in quindicinali. Il mercato in questo momento non è in grado di assorbire otto quindicinali relativi a personaggi che già stentano come mensili. Cosa si propone di fare la Rw? Nel frattempo, i manga della Goen escono in modo sempre più rarefatto, dando l'impressione che ciò che si riesce ad elaborare viene mandato in stampa. Il che ci porta ad una ulteriore questione: qual è lo stato dei rapporti tra Rw e le varie tipografie? I ritardi possono dipendere forse da criticità nelle loro relazioni? E ora veniamo alla pagina più critica della situazione della Rw. La sezione Lineachiara è ferma da mesi. Non escono più numeri o volumi, se non in modo più rarefatto della Goen. Dalla dirigenza Rw non è arrivata alcuna spiegazione. Non si sa se lo stop di Lineachiara dipendano dai cali nelle vendite, assenza di collaboratori, rapporti difficili con i titolari delle licenze, ecc. Perfino Lorenzo Corti, che da qualche tempo, ha ripreso ad intervenire sul forum di Comicus non rilascia dichiarazioni in merito. Non sappiamo quale sarà il futuro di Rw Edizioni e quello dei diritti DC. Si profila un passaggio degli stessi ai tipi della Eaglemoss? Un impegno diretto del distributore Manicomix o abbandono totale visto che la Panini Comics non sembra intenzionata a pubblicare Superman e soci? Nei prossimi mesi sapremo di più, ma se arrivasse uno stop delle pubblicazioni DC Comics come sta avvenendo per le produzioni Lineachiara? Al Plano.

4 commenti:

  1. Speriamo che regga!!! La uscite di Goen un po' sono ripartite quindi spero di veder finito Billy Bat che in patria si è concluso. Temo invece che la bellissima saga di Wonder Woman dei New 52 mi rimarra monca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo come l'impressione che siano rimasti pochi quelli che si occupano dei manga e che quindi quando riescono a completare 3-4 albi li fanno uscire, ma senza più una vera programmazione. Inoltre, alcuni titoli DC escono in ritardo in edicola. Batman, ad esempio, esce con circa due mesi di ritardo. Temiamo che tutto si fermi all'improvviso come accaduto per Lineachira. Dalla Rw non arriva alcuna comunicazione e il clamore che ne deriva è piccolo perché sono ormai pochi quelli che seguono la DC in Italia. Il problema si porrà a gennaio quando dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) Rebirth e loro hanno annunciato 8 quindicinali! Domanda: chi comprerà tutti questi quindicinali?

      Elimina
  2. Se il rilancio delle testate Dc con il Rebirth garantirà nuovo pubblico potrebbe anche darsi che la situazione migliori, ma potrebbe anche durare il giro di pochi mesi e poi sarebbero punto e a capo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo. Qui siamo tutti fan della DC Comics, ma temiamo che con la Rw Edizioni non esistano prospettive di sviluppo.

      Elimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.