lunedì 13 marzo 2017

PREMI MICHELUZZI 2017: I POSSIBILI E VARI CONFLITTI D'INTERESSI NELLA GIURIA DI ROBERTO RECCHIONI!!!

I premi organizzati nel contesto delle fiere hanno una stretta rilevanza nella misura in cui servono alle case editrici come mezzo per promuovere prodotti, non certo per segnalare quei prodotti che si distaccano da altri per qualità. Negli ultimi anni la Bonelli è andata abbastanza maluccio al c.d. premio Micheluzzi nel contesto della Napoli Comicon, fiera del fumetto finanziata dal comune di Napoli con oltre 200.000 euro. Nel 2015 i fumettisti molti attivi nella rete se ne tornarono a casa a mani vuote. Ne abbiamo parlato qui. Il premio di miglior fumetto lo vinse Ratigher (oggi entrato nell'orbita di autori di Dylan Dog di Roberto Recchioni), Zerocalcare finì a zero (non vinse nulla). La parte migliore del nostro pezzo ebbe ad oggetto il ricco stuolo di trombati doc, molti dei quali andarono a sfogare le loro frustrazioni sui social. Sotto vedete i nomi dei vincitori. Unica gioia (importante) della Bonelli: il premio di miglior serie realistica a Tex Willer!
 

Nel 2016 non è andata molto meglio per i divi del social world. Il direttore della giuria era Mauro Marcheselli, allora n. 2 della Bonelli. Ne abbiamo parlato qui e come potete ben notare anche lo scorso anno le cose per la Bonelli non sono andate bene. Unica gioia per la casa editrice milanese il premio di miglior collana dal tratto realistico assegnato a Lilith di Luca Enoch! Nel complesso dominò la sinistra con Coconino, le cui opere (di Igort in particolare) si sono sempre poste in modo critico nei confronti della destra. Oggi apprendiamo che presidente della giuria della edizione 2017 sarà un altro autore Bonelli: Roberto Recchioni e si può scommettere sul fatto che di polemiche ce ne saranno a bizzeffe. Non solo per il controverso curatore di Dylan Dog, ma per gli strascichi che derivano o possono derivare dalle sue pubbliche prese di posizione. Di recente, è stata aperta una petizione in rete per chiederne l'allontanamento dalla Bonelli. Tutto qui.
 

La Bonelli farà il pieno di premi in questo 2017? Vedremo. I fumetti, gli autori e gli editori candidati al premio Micheluzzi vengono scelti nei mesi precedenti in base alle millemila fumetti che i componenti del comitato hanno letto. Recchioni e la sua giuria dovranno scegliere tra coloro che sono finiti in questo elenco. Di chi parliamo? Da una veloce scorsa di prodotti o autori Bonelli c'è poco. L'elenco lo trovate qui. C'è il suo amico e collaboratore Gigi Cavenago, candidato come miglior disegnatore! E questo è un bel conflitto d'interessi! Nella platea di migliore scrittore hanno inserito Alessandro Bilotta per Dylan Dog n. 356, la Macchina Umana. A noi è sembrata una versione a fumetti de Il Capitale del folle comunista tedesco Karl Marx. Qui trovate la nostra megarecensione. Altro conflitto d'interessi. Nella categoria miglior serie dal tratto realistico troviamo diverse serie Bonelli. C'è anche spazio per un'opera edita dalla Shockdom.


Tra gli autori di questa sezione c'è anche Marco Rincione, il cui fratello Giulio è un altro amico e collaboratore di Recchioni. Altro conflitto d'interessi. Nella sezione di miglior serie dal tratto non realistico troviamo Artibani, autore di Topolino, di cui spesso Recchioni ha parlato bene e c'è anche Quando C'era LVI, un'opera molto satirica di Antonucci e Fabbri con cui hanno giocato con i luoghi comuni legati alla figura di Benito Mussolini. Come miglior serie straniera nell'elenco troviamo il manga Gintama pubblicato dalla Star Comics. Recchioni collabora da tempo con l'editore perugino, per il quale ha curato una versione a fumetti di opere classiche dell'orrore e dell'avventura. Nella sezione webcomics non ci sono prodotti della Cagliostro E-Press. Un fatto paradossale, visto che l'editore laziale è uno dei più attivi in questo settore. Una mancanza grave visto, secondo noi, perché non è citato nemmeno Daryl Dark. Al Plano.

1 commento:

  1. Sicuramente andrò a comprare tutti i fumetti premiati. Ma neanche per sogno...!

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.