martedì 2 maggio 2017

MARVEL COMICS: VENDITE A PICCO E CRISI SENZA FINE! 30 COLLANE CANCELLATE! FALLIMENTO MOLTO VICINO?

In questi mesi abbiamo spesso posto in evidenza il calo delle vendite degli albi Marvel. Un calo inarrestabile, che stronca senza mezzi termini la linea socialista e multiculturale di Quesada e Bendis. Nel giro di pochi anni, con la scusa dei megaeventi che azzeravano le serie facendole ripartire da uno, hanno stravolto i presupposti dei personaggi creati da Stan Lee e Jack Kirby negli anni sessanta, mettendo donne al poste degli uomini, omosessuali al posto di persone etero, neri al posto di bianchi e viceversa, matrimoni interraziali e un tifo sfegatato a favore dell'Islam in un momento in cui in America l'unico musulmano buono e quello che non può nuocere più a nessuno. Ovvio che i lettori fuggissero a gambe levate. Vedere sostituito Iron Man da una femmina di colore di 15 anni, la Riri Williams o Thor sostituito da Jane Foster è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Di recente David Gabriel, uno dei vertici della Marvel, ha dichiarato che la casa editrice tornerà sui suoi passi sul fronte del multiculturalismo e della diversità sessuale. Basta eroi Marvel in versione depravata? Non è bastato. Le vendite hanno continuato a scendere e la Marvel è stata costretta ad annunciare la chiusura di 30 testate! La notizia arriva direttamente da Cosmic Book News!
 

L'elenco è numeroso e contiene nomi illustri, sui quali Alonso si è sprecato nelle lodi come Sam Wilson: Capitan America, Gwenpool, Man-Thing, Silk, Rocket Raccoon, Star Lord, Ms. Marvel, Silver Surfer ed altri. Tutti titoli che sono scesi sotto quota 20.000 copie. Nei prossimi mesi altri titoli potrebbero aggiungersi all'elenco in considerazione del calo delle vendite. Queste cancellazioni sono la conseguenza della presa d'atto da parte della Marvel del flop della loro strategia socialista. E in Italia? La chiusura di queste collane potrebbe costringere la Panini Comics a chiudere molte delle sue collane, anche se è facile prevedere che la Marvel al loro posto ne aprirà delle altre a breve termine. Di questa crisi che negli Usa sta provocando chiusure ripetute di comics shop negli editoriali della Panini non vi è traccia. A spingere la Marvel nell'abisso il recente reboot della DC Comics con Rebirth. Pesa anche l'elezione del nuovo presidente nazionale repubblicano Donald Trump, che dopo un primo periodo di sbandamento in cui è parso cadere vittima delle lobby gay o esoteriche, sembra essere tornato sul binario giusto. Si preannunciano tempi dure per le pletore esoteriche che pensavano di usare i fumetti per veicolare i loro ideali aberranti. Jack Santorum.

1 commento:

  1. Tutto vero (purtroppo), finalmente qualcuno che dice le cose come stanno senza buonismi vari da radical chic.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.