venerdì 5 maggio 2017

RW EDIZIONI: LE SEZIONI STRANIERE E IL RAPPORTO ARTICOLATO TRA LINEACHIARA, LA RENOIR E NONA ARTE!

Pochi sanno che la Rw Edizioni pubblica le serie DC Comics anche all'estero! Come, nonostante tutti i problemi noti e meno noti che dal 2012 hanno funestato l'editore napoletano, i Saviano Boys pubblicano anche all'estero? E dove? Dopo una accurata ricerca in rete, abbiamo scoperto che la Rw pubblica o pubblicava in Belgio, Olanda, Danimarca e Finlandia! Le prime notizie le apprendiamo da un sito, che ci fa sapere che: Andrea Rivi sovrintenderà alla direzione delle tre linee editoriali, mentre Olav Beemer e Peter de Bruin svolgeranno la mansione di editor per la casa editrice. La notizia è del 10 gennaio 2013, esattamente ad un anno di distanza dell'inizio dell'avventura di Rw in Italia al posto della Planeta. Da quello che possiamo vedere dal sito nederlandese, le collane della DC Comics escono in volume ed i prezzi sono abbastanza alti. Negli ultimi mesi, però, la produzione si è rarefatta. Che Rw stia per chiudere anche da quelle parti? Chissà.


Passano due anni e nel dicembre 2014 la Rw Edizioni annuncia di avere acquisito i diritti di pubblicazione della DC Comics in Danimarca Finlandia: sotto il loro marchio, RW Forlaget in Danimarca e RW Kustannus in Finlandia pubblicheranno il meglio dei fumetti e dei romanzi grafici americani, sia classici nonché contemporanei. I quali saranno distribuiti nelle librerie e fumetterie. Come per Belgio e Olanda: Andrea Rivi supervisionerà nella veste di direttore editoriale, mentre Forlaget Zoom fungerà da service editoriale per il catalogo danese e Mr. Antti Koivumäki sarà invece l’editor di riferimento per la divisione editoriale finlandese. Anche qui una manciata di volumi distribuiti in oltre due anni. Abbiamo provato a chiedere ai nostri amici nordici, ma della Rw, specie in Finlandia, dove il nostro amico Gunnar Andersen ha parecchi contatti, nessuno conosce o ha mai sentito parlare della Rw Edizioni. Ma chi è esattamente Andrea Rivi?

In una intervista ad un sito Rivi dichiara: sono un dipendente di Renoir, casa editrice attraverso la quale gestisco direttamente anche il marchio Nona Arte e il materiale per La Gazzetta dello Sport, oltre che – sempre attraverso Renoir – il marchio Lineachiara per conto di RW. È più complicato a dirsi che a farsi, me ne rendo conto. Nona Arte era l'editore che pubblica la DC in Belgio e Olanda prima che i diritti arrivassero alla Rw nel 2013! Facendo due più due è facile dedurre che Rw abbia sostenuto Rivi e la Nona Arte nello sforzo produttivo in quei Paesi. E' la seconda parte della dichiarazione che appare sorprendente: Rivi afferma di gestire la divisione Lineachiara di Rw tramite Renoir! Come si spiega una cosa del genere? Anche l'intervistatore chiede infatti: vuol dire che Lineachiara è un marchio di RW gestito da Renoir? Non c’è un conflitto di interessi, chiamiamolo così. Il conflitto c'è. Come si può lavorare per Renoir e Rw allo stesso tempo?

Dice Rivi: Renoir gestisce il service editoriale per conto della Lineachiara. Le scelte dei titoli sono fatte da me, che sono anche il Direttore Editoriale di questo marchio, da Andrea Mazzotta, che ne è il Coordinatore, e ovviamente dalla proprietà di RW. Conflitto di interessi non c’è, perché la filosofia del catalogo di Renoir è profondamente diversa da quella di RW. Come Lineachiara pubblichiamo quasi sempre materiale che in Renoir per politica editoriale, appunto non faremmo mai neanche sotto tortura. Va bene, anche a voler ammettere che Renoir e Rw pubblicano cose diverse, come si può organizzare un piano editoriale per case concorrenti? O magari dobbiamo pensare che la concorrenza in realtà non c'è e che siamo al cospetto di una medesima entità? Ma chi è Andrea Rivi? Su questo sito si dice che Rivi è stato il proprietario di Edizioni BD dal 1995 al 2004, che poi vende e va alla Panini come publishing manager fino al 2009.

Nel 2010 dirige Nona Arte, che nel gennaio 2012 viene acquisita dalla Renoir. Oggi la situazione è la seguente: in Belgio e Olanda esce ancora qualcosa della Rw, non molto ma qualcosa. In Danimarca e Finlandia qualche volume ogni tanto. O questo è quello che viene indicato sui loro siti. Se agli annunci non seguissero effettive uscite come talvolta accade in Italia non ci stupiremmo. Della divisione Lineachiara, sempre gestita da Rivi, escono poche cose. E non sappiamo se ciò derivi da mancanza di fondi a causa delle scarse vendite o da deficit nell'organigramma dell'editore, uscito indebolito dalle fughe di molti storici collaboratori in questi ultimi tre travagliati anni. L'unico dato che emerge è che la vera concorrenza non esiste nel mercato italiano dei fumetti. Gli editori non si fanno la guerra ma concludono accordi e alcuni, come Rivi, finiscono per collaborare con editori tra loro formalmente (sulla carta) concorrenti! Kristoffer Barmen.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.