giovedì 4 maggio 2017

SPAWN N. 146: ERRORE DI STAMPA PER LA GRANDE GIOIA DEI COLLEZIONISTI! L'OPINIONE DEL DIRETTORE!!!

Il responsabile della pagina Facebook della Panini Comics scrive imperterrito: a causa di un problema tecnico insorto durante la fase di stampa, SPAWN 146 è stata impaginato con una versione sbagliata di tavola 19. Ci scusiamo con tutti i lettori di Spawn per il problema garantendo che in eventuali future ristampe, o raccolte in volume, l'errore verrà corretto. La versione corretta della tavola 19, a disposizione in alta risoluzione nel link (cioè questo) che trovate in questo post, verrà pubblicata in un errata corrige all'interno del prossimo numero di SPAWN, in uscita ad agosto. Ci sarebbe piaciuto replicare sulla pagina FB della Panini ma siamo stati bannati. L'episodio risale a oltre un anno fa. Esprimemmo perplessità e critiche sulla gestione delle licenze della Valiant (che qualche mese dopo sarebbero state cedute alla Star). Come molti fan sottolineammo che la Panini non aveva bene sfruttato i diritti di X-O e soci. Per tutta risposta fummo bannati.
 

Ne parlammo qui. Tornando alla questione di oggi, la prima domanda che ci poniamo è: esistono ancora lettori di Spawn in Italia? Per inciso, la collana creata da McFarlane nel 1992 non è più il gioiello di un tempo. Sui forum o sui social network non ne parla nessuno. Se la Panini pubblica ancora Spawn significa che qualcuno che lo legge esiste ancora. Panini lo pubblica da 20 anni. Nel 1997 alla scadenza del contratto quadriennale che la Star aveva concluso con McFarlane, i diritti se li prese la Panini. Se qualcuno di voi riesce a trovare Spawn in qualche edicola lo nominiamo arkivarer onorario di VIII livello! Più facile trovarlo nelle poche fumetterie ancora aperte in Italia. Il comunicato parla di un errore in fase di stampa con una versione sbagliata della pagina 19. La domanda è: com'è che nessuno se n'è accorto prima di andare in stampa? E si tratta di un vero e proprio errore? O di un involontario tentativo di creare un oggetto per collezionisti?
 

Magari, per ridestare un po' di interesse verso una collana che, secondo noi, se vende qualche centinaio di copie è un miracolo editoriale? O forse siamo troppo pessimisti. L'aspetto che ci è parso più bizzarro risiede nella spiegazione dell'editore. Siccome tutta la tiratura è andata fallata, sarebbe anti-economico ritirarla tutta e sostituirla con nuove copie. Così la Panini si è limitata a precisare che ove vi fossero future ristampe dell'albo o della storia in un volume, all'errore sarà posto rimedio! Ristampe di Spawn? Se prendiamo in considerazione le effettive condizioni di mercato od anche le più ottimistiche previsioni sul futuro, questa eventualità è da escludere. Nel frattempo, sul profilo di un autore ieri si è parlato del nostro sito. Come vedete dallo screenshot, è intervenuto anche Marco M. Lupoi, direttore publisher della Panini esprimendo il giudizio che vedete. Gli chiederemmo: quante serie Marvel sono fallite in Italia dal 1987 ad oggi? Al Plano.

2 commenti:

  1. Molta di questa gente a sinistra sembra essere gente infantile, non cresciuta. Sembrano dei pensatori o dei sognatori... e che c'è di meglio di un sognatore? Nella realtà molti sono schizzati e pieni di livore.

    RispondiElimina
  2. Dare del fallito a qualcuno è di cattivo gusto. Detto da chi, Lupoi, ha fatto carriera come avete scritto in altri articoli, è ancora più antipatico.
    Ma quanto vendono adesso i fumetti Marvel in Italia? Con il caos di collane che fa uscire la Panini, anche volendo, e anche per chi è un fan di vecchia data, è difficile orientarsi in un marasma del genere.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.