venerdì 19 maggio 2017

VENDITE GIAPPONESI: LA CLASSIFICA DI APRILE 2017! I GIGANTI DI H. ISAYAMA SI RIPRENDONO IL COMANDO!!!

Il dato che emerge dall'analisi dei dati delle vendite dei fumetti giapponesi in madrepatria è costituito dai numeri giganteschi di detto mercato. Centinaia di migliaia di copie se non addirittura milioni. E pensare che nel 2013 Recchioni ebbe a dichiarare che Tex Willer con le sue 200.000 copie di allora era il fumetto più venduto al mondo! E lo dichiarò al Fatto Quotidiano! Il mercato giapponese è davvero così sconosciuto? No, semmai è Dylan Dog (che esce in una decina di Paesi) ad essere ignoto da quelle parti. Ad aprile 2017, in assenza di One Piece, comandano i giganti di H. Isayama con più di un milione di copie vendute! Chissà cosa ne pensano i fumettisti italiani, in particolare quelli che fanno i bulli sui social, vantandosi di successi che esistono solo nella loro fantasia. I fan di Isayama hanno buoni motivi per essere felici. Possono guardare tutti dall'alto in basso. Al successo ha contribuito la nuova stagione dell'anime visibile anche in Italia.
 

Ottime le prestazioni di One-Punch Man di Murata, Kingdom di Hara e My Hero Academia di Horikoshi. E per una volta la Shueisha perde il primato a favore della Kodansha. Sono queste le due case editrici che si contendono il mercato a colpi di successi. Sul fronte italiano, la Panini Comics, che da mesi languiva, si prende le sue gioie. I diritti de l'Attacco dei Giganti e di One-Punch Man sono suoi. La Star, però, si difende più che bene con i diritti di cinque titoli in classifica. Ottimo il risultato della BD-JPop con Kingdom, a dimostrazione che l'editore milanese, il cui ceo è Tito Faraci, sa scegliere le licenze giuste. Perché alla Bonelli, anziché investire in flop clamorosi come Orfani e Adam Wild, non pensano di pubblicare dei manga su licenza? I loro amici della Panini Comics non glielo hanno mai consigliato? Già, la Panini Comics gestisce i diritti Bonelli nei mercati esteri e intrattiene con l'editore milanese rapporti di collaborazione. Al Plano.

2 commenti:

  1. "la Panini gestisce la Bonelli all'estero"

    Clamoroso. E' come se la Image gestisse i fumetti Marvel e DC all'estero! Vi sembra normale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà, la Panini controlla molto di più. Oltre ai diritti Bonelli, gestisce all'estero anche i diritti di Diabolik, della Marvel in generale, pubblica la DC in Germania e molto altro. Ha potuto fare questo perché ha le spalle bene coperte dalla Disney... Il nostro pezzo sull'argomento (è lungo, ma descrive tutto): http://comixarchive.blogspot.it/2015/01/panini-bonelli-astorina-lo-strano-caso.html

      Elimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.