lunedì 5 giugno 2017

ARRIVA LA COLLEZIONE STORICA A COLORI DI DIABOLIK PER I QUOTIDIANI DEL GRUPPO CIR DI DE BENEDETTI!

E' difficile trovare le parole giuste per parlare di una iniziativa incredibile come la CSAC di Diabolik. Il termine CSAC sta per Collezione Storica A Colori ed è un formato nato molti anni fa per presentare al pubblico tutte le storie di Tex Willer a colori. L'iniziativa ebbe un grande successo tanto che i quotidiani del gruppo CIR (Compagnie Industriali Riunite) di Carlo De Benedetti replicarono, ma con minore successo con le CSAC di Dylan Dog, Zagor e da ultimo Martin Mysteré (quest'ultima rivelatasi un vero flop). Ma con Diabolik una iniziativa del genere non era mai stata tentata prima. Di Diabolik esistono molte collane di ristampa. La prima iniziata nel 1978, meglio nota come Diabolik R e la seconda, nota come Swiisss, iniziata nel 1994. Ma una ristampa a colori completa no benché fosse solo questione di tempo prima che il colore invadesse il mondo del Re del Terrore. Come le altre serie, anche Diabolik perde lettori. Il buon Alessandro Bottero rivelò nel 2016 che la serie inedita vendeva circa 49.000 copie. Poco, visto che 5 anni fa vendeva circa 110.000 copie. Ad oggi, quindi, sommando le vendite delle due collane di ristampe, Diabolik porta a casa all'incirca 120.000 copie e costituisce la quarta serie più venduta in Italia dopo Tex Willer, Topolino e Dylan Dog.
 

L'altro motivo che, secondo noi, si cela dietro questa strana iniziativa concerne la marvelizzazione di Diabolik! Cosa c'entra la Marvel con Diabolik? E' noto che a partire dal 2012 la gestione dei diritti di Diabolik è passata alla Panini Comics. E dietro la Panini Comics c'è la Marvel/Disney! Facendo due più due si arriva alla seguente conclusione: gli americani, che tirano le fila di tutto, vogliono che i fumetti italiani si adeguino al loro modo di fare fumetto, cioè ai comic book, che significa fumetti a colori spalmati su trame semplici e atti ad attirare i giovani fan. Anche la Bonelli, i cui diritti esteri sono gestiti dalla Panini Comics dal marzo 2010, è stata fagocitata in questa assurda logica come dimostrano serie lontane dalla tradizione italiana come Orfani (non stupiamoci se la serie di Recchioni è stata un flop allora) o la recente serie a colori di Cico. Molti accusano Recchioni di questo sfacelo. In realtà, dietro questa rivoluzione si celano le direttive che giungono da New York. Una versione comic book di Diabolik esiste già! Si chiama DK ed è giunta già alla seconda stagione. La CSAC di Diabolik avrà un formato bonellide 16x21,5 (lo stesso del Grande Diabolik), 264 pagine e un prezzo di 6,90 euro. Non è chiaro se l'edizione sarà brossurata o cartonata. Kristoffer Barmen.

3 commenti:

  1. Hem... scusate, ma a dir la verità il gruppo panorama aveva già editato un CSAC, dal n 1 al 100 come prima serie, dal n 101 al 200, poi era passata dal 301 al 400, forse per non inflazionare la ristampa swiss che entrava in quella fascia di ristampe... Quindi non vedo cosa ci sia di nuovo... se non che tutti si aspettavano la quarta serie con i nn dal 201 al 300...

    RispondiElimina
  2. La Disney non è dietro alla Panini è solo la Panini semplicemente che distribuisce la Disney la Marvel in Italia quindi casomai si deve parlare di italianizzazione della Marvel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, la Disney si è voluta liberare dell'editoria italiana dandola in licenza a Panini. Capirai cosa se ne frega la Disney del mercato italiano

      Elimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.