giovedì 13 luglio 2017

AXEL ALONSO: INTERVISTA DEL 08-01-2016! CHE COSA AVREBBE RISPOSTO DONALD TRUMP A KAMALA KHAN?!!!

Albert Ching: Axel, Happy New Year and it occurs to me we haven’t yet talked about Star Wars: The Force Awakens since you’ve seen it. What did you think? [Axel, Felice Anno Nuovo e non abbiamo ancora parlato di Star Wars: The Force Awakens da quando lo hai visto. Che cosa ne pensi?].
 
Axel Alonso: Lots of fun. Not what I expected, really. Would have liked a couple more lightsaber duels, but apart from that, a real nice way to get back into that universe. I’m also excited about getting a clearer picture about what we can do in the future [Molto divertente. Non proprio quello che mi aspettavo. Mi sarebbe piaciuto assistere ad un paio di duelli di lanterne, ma a parte questo è stato un bel modo di tornare a quell'universo. Sono anche entusiasta di avere un quadro più chiaro di quello che possiamo fare in futuro]. Alonso ha ragione e non gli si può dar torto. Star Wars è l'unica linea della nuova Marvel che tira [NDR].
 
Albert Ching: Being such a big part of Marvel’s Star Wars comics, and meeting with Lucasfilm regularly, I’m guessing you already kind of knew what was going to happen in the film? [Poiché le serie di Star Wars occupano un ruolo importante tra le pubblicazioni della Marvel attuale e dal momento che ti incontri regolarmente con la Lucasfilm, penso che tu già sapessi quello che si sarebbe visto nel film]. Non è che quelli della Lucasfilm devono dire tutto [NDR].
 
Axel Alonso: Yeah. But it’s a whole different thing [to see it in live-action]. [Si. Ma vedere tutto in live action è cosa molto diversa]. Allora sapeva tutto? [NDR].
 
Albert Ching: This week saw the release of Marvel’s Hip-Hop Variant Sampler, free in comic shops. There are more of those covers forthcoming beyond what was initially expected — is the plan going forward to keep doing them for as long as it makes sense? [Questa settimana ha visto il rilascio di un campione di una variant Hip-Hop della Marvel disponibile gratis nei comic shop. Si sono viste più copertine di questo tipo rispetto a quelle programmate. Pensate di continuare a produrle fino a quando saranno richieste dai lettori?]. Nel 2015 la Marvel aveva proposto albi reinterpretando cover di album di questo genere musicale [NDR].

Axel Alonso: The response to this initiative exceeded our wildest expectations. So, like the Skottie Young or Deadpool variants, they are going to be a regular part of our variant programs moving forth. And that free cover Hip-Hop sampler was just a taste. At some point, I hope to collect the first round of 50-60 covers into one volume [La risposta a tale iniziativa ha superato le nostre più rosee aspettative. Così le variant di Skottie Young o quelle di Deadpool saranno parte dei nostri programmi futuri. E questo albo campione di genere hip-hop distribuito gratis è stato solo un assaggio. Al momento buono speriamo di raccogliere tutte le 50-60 cover in un unico volume]. Una iniziativa che non ci è mai parsa convincente, né è mai stato chiaro quali obiettivi avrebbe dovuto raggiungere [NDR].

Albert Ching: How did Killer Mike come on board to write the intro? Obviously the Run the Jewels homages were the original hip-hop variant covers at Marvel [Come ha fatto Killer Mike a salire a bordo per scrivere la intro? Ovviamente, gli omaggi ai Run The Jewels erano già sulle cover variant hip-hop originali].

Axel Alonso: I asked him and he said he’d love to do it. His intro is great, very heartfelt, very personal, and it’s clear he’s a true fan [Glielo chiesi e lui mi rispose che gli sarebbe piaciuto farlo. La sua intro è stata grande, molto affettuosa, personale ed è parso chiaro che lui è un vero fan della nostra linea fumettistica].

Albert Ching: In last week’s column we talked a little about 2016 stuff, but I wanted to ask this — in 2015, fans saw multiple areas of Marvel’s publishing line grow, notably the Spider-Man extended family, female-led titles and humor-leaning books. Now that it’s 2016, is there a section of the line that you’re looking to similarly grow and nurture? [Nella intervista della scorsa settimana abbiamo parlato un po' del materiale del 2016, ma io volevo chiederti ancora del 2015. Lo scorso anno i fan hanno visto crescere in modo esponenziale le linee di pubblicazione della Marvel, in particolare la famiglia dell'Uomo Ragno, i titoli con protagonisti donne e le serie umoristiche. Ora che siamo nel 2016, c'è una sezione della Marvel destinata ad espandersi allo stesso modo?].

Axel Alonso: I think everything you described — the rise of diverse superheroes that increasingly reflect our growing audience, comedic titles, new genres and genre-hybrids — helps our medium grow and find new readers. So it’s not really a matter of focusing on one thing so much as continuing to water all the seeds we’ve planted [Penso che tutto quello che hai sottolineato, vale a dire la crescita delle linee di supereroi che risentono della crescita del nostro pubblico, i titoli ironici, nuovi generi e generi ibridi, aiutano il nostro settore a crescere e a trovare nuovi lettori. Perciò, non si tratta di concentrarci su una sola cosa tanto quanto quella di dare acqua a tutte le nostre piante]. Alonso non poteva saperlo allora, ma molti di quei titoli sarebbero stati chiusi per basse vendite [NDR].


Albert Ching: Marvel seems to be just starting to scratch the surface of exploring different genres, with books like “Red Wolf” and “Weirdworld.” [La Marvel sembra essere sul punto di grattare la superficie della esplorazione di generi differenti con serie come quelle di Red Wolf e Weirdworld].

Axel Alonso: Or “Moon Girl and Devil Dinosaur.” Or “Patsy Walker, A.K.A. Hellcat.” Or “The Vision.” There’s nothing conventional about the way Tom King and Gabriel Hernandez Walta approached that series — it’s a quirky book with a very off-center POV — and it has really connected with fans. Our approach to making comics is anything but meat and potatoes. Our consistent message — and it dates back years — is that we don’t believe there is one way to do a great comic book. We don’t believe that there is a winning formula to making a comic book that can be replicated over and over again, and you won’t see us trumpeting a completely new philosophy guiding our publishing line every few months. Everything comes down to a writer and artist working with an editor to unleash the potential of a character [O Moon Girl and Devil Dinosaur, Patsy Walker, A.K.A. Hellcat, The Vision. Non c'è niente di convenzionale nel modo in cui Tom King e Gabriel Hernandez Walta si sono approcciati a questa serie. E' una testata peculiare con un punto di vista fuori dagli schemi e ha colpito davvero i fan. Il nostro approccio nel fare fumetti è tutto tranne che carne e patate. Il nostro messaggio più consistente e che se guardiamo indietro  ci rendiamo conto che non esiste un unico modo di fare grandi fumetti. Non crediamo che esista una formula vincente per fare fumetti e che essa possa essere replicata più e più volte. Non ci vedrai strombazzare una nuova filosofia guida delle nostre pubblicazioni che per pochi mesi. E succede ogni volta che uno scrittore o un artista lavora insieme un editor per scatenare le potenzialità di un personaggio]. Alonso non dice che il genere supereroico lo hanno sfruttato tutto [NDR].
 
Albert Ching: It was another big week for new #1s at Marvel Comics. Let’s start with Spider-Man/Deadpool personally, the Joe Kelly and Ed McGuiness run on “Deadpool” was one of the most formative comic books of my youth, but that was very nearly 20 years ago. It can be hard for creators to recapture that magic after that long, but based on the first issue, it seems like it was natural for that pair to rekindle their dynamic. What are your thoughts on the reunion pulled off in this book? [Questa è stata un'altra grande settimana per l'uscita dei numeri 1 della Marvel. Cominciamo subito con Spider-Man/Deadpool. Personalmente, la run di Joe Kelly e Ed McGuinness su Deadpool è stata una delle più formative per me da giovane, ma parliamo sempre di un fumetto uscito venti anni fa. E' stato difficile per i creatori ricatturare quella magia dopo così tanto tempo, ma basandomi solo sul numero 1 mi è parso naturale rinfocolare le loro dinamiche. Cosa pensi della riunione dei due personaggi su questo titolo?]. Questa serie è una delle migliori cose prodotte dalla Marvel nel 2016 [NDR].

Axel Alonso: There really was only one creative team for this book: Joe and Ed. All due respect to everyone else out there, but it was kind of a steep drop to option #2. And full disclosure: Part of the reason we wanted this team is that in an era of kinda out-there books like “Patsy Walker, A.K.A. Hellcat” and “Moon Girl and Devil Dinosaur,” Joe [Kelly] and Ed [McGuinness] doing “Spider-Man/Deadpool” is a great counter-balance. It feels familiar but unpredictable. A shout-out to old-school fans that wouldn’t come at the expense of wooing new fans [C'era un unico team in grado di occuparsi di questa serie, quello formato da Joe ed Ed. Premesso il dovuto rispetto per tutti quelli che invece sono rimasti fuori, ma non c'erano altre scelte. E tutto è venuto fuori chiaro. Una parte della ragione per la quale abbiamo voluto questo team è che in un'epoca in cui lì fuori ci sono albi insoliti come Patsy Walker, A.K.A. Hellcat e Moon Girl and Devil Dinosaur, Joe ed Ed, facendo Spider-Man/Deadpool, significa fungere da contrappeso. Sembra familiare ma al contempo si presenta come imprevedibile. Un colpo ai lettori della vecchia scuola che non avrebbero mai pensato di trovarsi sulla stessa barca con quelli della nuova]. E questa volta Alonso ha ragione [NDR].

Albert Ching: The latest Star Wars miniseries, “Obi-Wan and Anakin,” started this week. It feels like it could have been tricky to put together, since it’s the first Marvel comic series set during the prequel era, which is something that conjures very mixed feelings among Star Wars fans. The book feels in line with the last year of Marvel’s Star Wars books set during the Original Trilogy, though, down to featuring a first-string team with writer Charles Soule and artist Marco Checchetto. What was the approach to this one, and what went into the decision that this was the right time to set a series in that era? [L'ultima miniserie di Star Wars, Obi-Wan e Anakin, è partita questa settimana. Pare che sia stato difficile metterla insieme, dato che si tratta della prima serie Marvel impostata durante l'era del prequel. I fan di SW hanno evidenziato sentimenti contrastanti. La serie sembra essere in linea con le storie di SW uscite negli ultimi mesi, sebbene sia stata affidata ad un team innovativo come quello formato da Charles Soule e l'artista italiano Marco Checchetto. Che approccio è stato usato per questa testata e cosa ha fatto propendere che fosse venuto il momento giusto per impostare una serie inserita in quell'epoca?].

Axel Alonso: Well, let me start by saying that we don’t fret at all about fans’ “mixed feelings” about the prequel era movies. What we focus on is the characters themselves, and the stories we can tell with them in a particular period of Star Wars continuity. That said, more than a year ago, we knew there would be a pivot point where we’d move out of one time period into another, so we planned carefully with the Lucasfilm story group. What character or characters would work best, what creative team would have the right mojo [Beh, lasciami cominciare dicendo che non ci preoccupiamo dei sentimenti contrastanti dei fan sui film dell'epoca prequelistica. Piuttosto, ci concentriamo sui singoli personaggi e le storie che possiamo raccontare grazie a loro in un dato periodo che sia in continuity con l'attuale SW. Detto questo, già un anno fa sapevamo che ci sarebbe stato un certo punto di svolta, grazie al quale avremmo potuto spostarci da un'epoca all'altra. Perciò, abbiamo pianificato con attenzione le storie con il gruppo della Lucasfilm per verificare quale personaggio o personaggi avrebbero funzionato meglio e quale team creativo sarebbe stato quello giusto]. Quindi ad Alonso non interessa il dissenso di una parte dei lettori di SW [NDR].

Albert Ching: “Obi-Wan and Anakin” seemed like the perfect choice, and Charles [Soule] and Marco [Chechetto] seemed like the perfect team. This is a part of the saga that remains fairly untouched in the current canon — there’s a 10-year span between Episodes I and II where Obi-Wan was training Anakin that we know very little about aside from a few brief mentions at the start of “Attack of the Clones.” It was ripe to explore. The new “A-Force” #1 premiered this week. The book was originally a very specific part of “Secret Wars” and Battleworld, and it’s not clear yet what this new version of the team is going to look like, exactly. How do you see “A-Force” fitting in to the landscape of the larger Marvel Universe? [Obi-Wan and Anakin è parsa la scelta giusta e Charles Soule e Marco Checchetto apparivano come il team perfetto. Questa è una parte della saga che resta compatta con la linea temporale attuale. C'è un intervallo di 10 anani tra gli episodi I e II dove Obi-Wan sta addestrando Anakin, un periodo che conosciamo molto poco, a parte qualche breve menzione all'inizio del film l'Attacco dei Cloni. Era il momento giusto per esplorarlo. La nuova A-Force è stata presentata questa settimana. In origine la serie doveva essere parte di Secret Wars e di Battleworld e non è ancora chiaro in che cosa questa testata sarà simile alla squadra di quell'evento. Come si inserisce A-Force all'interno del MU?].

Axel Alonso: They’re Marvel’s most powerful female super great heroes, joining forces to do something they’re uniquely qualified to do. The team is being assembled — or reassembled — because they are the best heroes for the mission at hand — not because they’re all women, but because their specific skill sets, their unknown history together, and their unique superpowers are the only hope in stopping the threat they’ve been tasked to stop. They’ll be traveling all over the Marvel Universe in search of key pieces necessary to defeat that threat — that villain — adding heroes to the team as they go, and giving readers a front row seat to exactly how this story fits into the larger MU [Si tratta degli eroi superiori femminili più potenti della Marvel e uniscono le forze per fare qualcosa che solo insieme possono realizzare. La squadra viene assemblata di continuo perché c'è necessità di avere a disposizione i migliori eroi sulla piazza, non perché siano tutte donne, ma per le loro competenze che appaiono funzionali alla storia e per il fatto che l'unione dei loro poteri costituisce l'unica soluzione per risolvere i problemi affrontati. Viaggeranno per tutto il MU alla ricerca dei pezzi necessari per fermare questa minaccia e altre eroine entreranno nella squadra durante la saga. I lettori saranno in prima fila e capiranno in che modo questa trama si inserisce nel MU. Ok, avanti con donne e tette a tutta forza [NDR].

Albert Ching: Also out this week was the latest “Uncanny X-Men” #1, which is a very different kind of comics “Uncanny X-Men.” It’s an outgrowth of what Cullen Bunn was doing on “Magneto,” and a very harder-edged type of X-book all around. You’re obviously very familiar with the X-Men world — what was intriguing to you about this take from Bunn and Land? [Questa settimana è uscito anche Uncanny X-Men n. 1, una serie molto diversa da quella che l'hanno preceduta. Una espansione di quello che Cullen Bunn stava facendo con Magneto e una storia border line rispetto mondo degli X-Men. Ovviamente, si tratta di una storia con collegamenti con il mondo mutante. Cosa ti è piaciuto di quanto introdotto da Bunn e Land?]. Quante volte è ricominciata Uncanny? [NDR].

Axel Alonso: The badass team roster — killers all — and the fact that Magneto’s right at the core of it. I’m a huge fan of what Cullen B. did on “Magneto.” This is the next stage in that story. This team makes the “X-Force” look like a church choir. Everyone is a wildcard. How long before the seams start to show, or shred? [Il fatto che si tratti di un gruppo di cattivi ragazzi, compresi gli assassini, nonché il fatto che Magneto è al centro di esso. Sono un grande fan di quello che Cullen ha fatto proprio su Magneto. Questa è la fase successiva di quella storia. Una storia che trasforma questa loro X-Force in una specie di coro di Chiesa. Ogni personaggio è un jolly. Quanto tempo passerà prima che si creino i primi strappi? L'obiettivo che abbiamo stabilito dopo Secret Wars per quanto riguarda gli X-Men consiste nel fatto che ci saranno solo team guidati da una missione da compiere e da un gruppo di membri scelti per essa. Ne abbiamo trovati tre].


Albert Ching: The last of the new series I wanted to ask about this week is “Rocket Raccoon and Groot” #1, which sees Skottie Young back on Rocket — now along with Groot, and with Filipe Andrade on board for art, as he was for part of Young’s “Rocket Raccoon” series. This seems like something of a no-brainer, to keep that momentum going with what Skottie was doing on “Rocket Raccoon.” What’s fun for you about this series? [L'ultima serie di cui volevo parlare con te di questa settimana è Rocket Raccoon and Groot, che vede il ritorno di Skottie Young sul personaggio insieme a Filipe Andrade per il lato artistico, ricostituendo il vecchio team della prima serie di Rocket. Uno sviluppo folle in linea con il vecchio lavoro Skottie sulla serie. Cosa ti diverte di questa serie?].

Axel Alonso: It’s a bromance buddy comedy that brings something new to the Guardians of the Galaxy line. Correct me if I’m wrong, but every character has or will soon have — in the case of “Gamora” — a solo series. We figured that we’ve had a “Rocket” series, we’ve had a “Groot” series, so why not put them together in a buddy book? And I tell you, if Skottie Young doesn’t have time to draw his own script, Filipe Andrade is the perfect person to do it [Una commedia buddista che porta qualcosa di nuovo nella linea dei Guardiani della Galassia. Correggimi se sbaglio, ma ogni personaggio ha o avrà una serie da solista, come è avvenuto per Gamora. Abbiamo avuto una serie di Rocket, una serie di Groot e quindi perché non metterli insieme in una serie a coppia? E ti dico che se Skottie Young non ha il tempo di realizzare lo script della serie, Filipe Andrade è la persona perfetta per sostituirlo]. E se il problema fosse Young? [NDR].

Albert Ching: Curious about the status of Warren Ellis and Gerardo Zaffino’s “Karnak” — it was one of the first All-New, All-Different Marvel titles out the gate back in October, but issue #2 has been pushed back multiple times, and is now scheduled for release in February. What caused these bumps in scheduling? And is the book back on track for #3 and beyond? [Curioso lo status di Karnak di Warren Ellis e Gerardo Zaffino, una delle prime uscite ANAD di ottobre 2015, ma il numero 2 è stato rimandato più volte e ora è stato annunciato per febbraio 2016. Cosa ha creato questi ritardi? Cosa ci sarà dopo l'uscita del numero 3?].

Axel Alonso: A There were some unforeseen complications in Gerardo’s life. But we’re committed to continuing the book and everyone is working hard to get the next issue out for fans as quickly as possible. Our creators have lives outside of comics, and sometimes those lives have difficulties that can get in the way of writing or drawing. Right now, issue #2 should ship in February and will hopefully come out more regularly beyond that. In the meantime, here is a new page from issue #2 to whet your appetite [Ci sono state alcune complicazioni impreviste nella vita di Gerardo. Ma ci siamo impegnati a continuare la serie e tutti stanno lavorando per l'uscita del prossimo numero il più rapidamente possibile. I nostri creatori hanno vite al di fuori dei fumetti e talvolta in quelle vite si verificano problemi che impediscono di scrivere o disegnare. Adesso il numero 2 dovrebbe uscire per il mese di febbraio 2016 e ci auguriamo che i numeri successivi escano secondo le scadenze previste. Per fortuna, abbiamo già visto una pagina del numero 2 per appianare l'ansia dei fan per questo titolo].

Albert Ching: Marvel’s latest variant initiative was announced this week: “The Story Thus Far,” with illustrative recaps on covers. How did that get going? [La più recente iniziativa della Marvel in fatto di copertine varianti è stata annunciata questa settimana. La storia da lontano e con una illustrazione sulle copertine. Come avete concepito questo progetto?]. Già, chi è il genio che ha partorito questa cazzata sperando, per questa via, di aumentare le vendite? [NDR].

Axel Alonso: David Gabriel’s idea. We wanted to underscore the importance of staying with the stories in progress and this seemed like a really good way of doing that. “All-New, All-Different Marvel” has been a great jumping-on point for new readers, and we want to do everything we can to keep people talking about the books [E' stata una idea di David Gabriel. Volevamo sottolineare il concetto di attualità delle storie e questo sembrava un modo veramente buono di farlo. L'universo ANAD è stato un ottimo punto di partenza e volevamo che la gente parlasse dei nostri titoli]. E il modo di farlo più corretto era questo? [NDR].

Albert Ching: Earlier this week, Sana Amanat was on “Late Night with Seth Meyers,” a show that’s compiling a very nice track record of comic book industry guests. How proud of a moment for you was it to see someone from Marvel editorial interviewed on national TV? [All'inizio di questa settimana Sana Amanat è stata ospite al Late Night con Seth Meyers, uno show con le star del mondo del fumetto. Quanto è soddisfacente per te vedere qualcuno della redazione Marvel intervistato in una tv nazionale?]. Certo, si viene invitati dopo che un addetto stampa presenta apposita richiesta per ragioni promozionali [NDR].

Axel Alonso: It was great. Sana handled the question about [Donald] Trump — what would Kamala Khan say to him? — with grace and humor. I was very proud of her. I kinda want her autograph [E' stato grande. Sana ha trattato con grazia e umorismo della questione di Kamala Khan in presenza di Donald Trump e cosa gli avrebbe risposto. Sono stato molto orgoglioso di lei. Voglio il suo autografo]. Scommettiamo che Trump, in presenza di Kamala Khan, avrebbe detto: fammi vedere il permesso di soggiorno! Insomma, basta fare politica di sinistra, pro-immigrazione e anti-nazionale. Basta! Trump ha vinto! Cazzo! [NDR].
 
Albert Ching: Let’s wrap with a couple of questions from CBR Community, for the first time in 2016. Barton616 asks about a character I know you’re personally fond of: All-New Ghost Rider really exceeded my expectations for it, it was really a fantastic book. Any plans to see Robbie Reyes in this new Marvel initiative?” [Concludiamo con un paio di domande provenienti dalla nostra community di CBR per bagnare questo 2016. Barton616 chiede di un personaggio che io so che ti piace molto: il Nuovissimo Ghost Rider. Una serie fantastica. C'è qualche possibilità di rivedere Robbie Reyes in questa nuova iniziativa della Marvel?].

Axel Alonso: No one wants that more than me, writer Smith and Senior Editor M. Paniccia, ese. There are some wheels spinning in regards to Robbie’s future, but nothing we can reveal just yet [Nessuno lo vuole più di me. Lo scrittore Felipe Smith e il redattore anziano Mark Paniccia lo stesso. Ci sono alcuni progetti futuri che riguardano Robbie Reyes, ma per ora nessuno può essere attuato]. Vista la svolta a sinistra della Marvel, possiamo immaginare di cosa si tratti [NDR].

Albert Ching: We’ll wrap with Tracks, who asks about a book announced a few months back: Any updates on the new Blade series? [E finiamo con Tracks, che chiede di un titolo annunciato qualche mese fa. Ci sono aggiornamenti per la serie di Blade?].

Axel Alonso: Not yet. But soon [Non ancora, ma qualcosa ci sarà presto]. Un cacciatore di vampiri in una Marvel schierata a sinistra? [NDR]. Jack Santorum.

1 commento:

  1. E' una bella intervista, complimenti: ma non capisco perchè postate qui un'intervista di più di un anno fa. Lo fate per confrontare i risultati delle vendite con le dichiarazioni dei dirigenti Marvel?

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.