lunedì 31 luglio 2017

CRITICHE SU CAVENAGO: PRONTA LA DIFESA DI RECCHIONI! MA CHI SARA' IL CURATORE DI DYLAN DOG NEL 2018?

Da molto tempo Roberto Recchioni è passato sulla difensiva. Qualche giorno fa un lettore scontento della sua gestione gli faceva notare in un post su Facebook che John Ghost, pompato in rete negli ultimi mesi del 2014 come nuovo nemico di Dylan Dog, si è visto due volte in 4 anni! Il sospetto che John Ghost altro non sia che una vecchia idea di Recchioni bocciata da Gualdoni quando questi era curatore (dal 2010 al 2013) è forte, così come tante cose discutibili di questi 4 anni dylaniati molto infelici. Roberto Recchioni sulla difensiva è una novità assoluta. Non sappiamo se il prossimo anno sarà silurato quale curatore di Dylan Dog. Sappiamo che il suo contratto scade nel 2018 (lo sappiamo perché lo ha detto lui). La domanda da porre è: al suo posto metteranno uno della sua cerchia, cioè un recchioniano o chiuderanno definitivamente con tutto ciò che è associato, anche indirettamente, a lui? Questa seconda opzione tenta molto i nuovi vertici Bonelli. Il timore è che nel mandarlo via agli occhi dei lettori suonerebbero come ammissione di un fallimento, tanto più perché hanno dichiarato che a volere Recchioni curatore è stato Sclavi! Ok, è il creatore, ma non è detto che tutto quello che dica sia legge. E' la Bonelli che ci mette er grano per far uscire Dylan Dog tutti i mesi. Da quando Gigi Cavenago è stato promosso a copertinista della serie inedita, molti lettori, specie quelli storici, hanno espresso perplessità. Perché Cavenago? Cosa ha fatto prima di questo incarico? Cominciamo con il dire che Gigi Cavenago è un recchioniano, termine che indica la cerchia di persone che lavorano o hanno lavorato o lavoreranno su progetti di Recchioni. E' anche suo alleato, come tutti i sodali di cui si circonda. Su Wikipedia si fa cenno delle sue uniche esperienze Bonelli prima di Dylan Dog: una manciata di numeri di Cassidy nel 2008 e poi dal 2013 alcuni numeri di Orfani del suo amico Recchioni.
 

Non si parla di altro di significativo, salvo alcune partecipazioni per piccole produzioni. Al di là di ciò, non è chiaro quanto abbia pesato Recchioni nella scelta di promuovere Cavenago a copertinista di Dylan Dog, oltre al fatto che ha lavorato sulla sua serie Orfani. Se lo guardiamo dal punto di vista artistico, notiamo uno stile lontano dai nostri gusti e soprattutto anni luce distante dal realismo bonelliano. Notiamo difficoltà con le anatomie, oltre che per alcune prospettive molto discutibili. L'uso dei colori ammorbidisce il giudizio dell'occhio inesperto, ma un altro limite di Cavenago è costituito dalle espressioni dei volti, molto semplici e lontane da quelle di Stano, che pure non ha mai brillato con anatomie, prospettive e pose realistiche. Sotto questo profilo, sia Stano che Cavenago non hanno mai brillato, secondo noi. I lettori hanno ammirato il lavoro di Bigliardo nel numero 371, tanto che qualcuno si è chiesto: perché non silurare subito Cavenago e mettere al suo posto il formidabile Bigliardo? E ancora: Cavenago sarà ancora al suo posto se Recchioni dovesse essere sostituito come curatore? Recchioni e Cavenago sono molto legati. Alla recente Lucca Comics 2017 a presiedere la giuria dei premi Michelucci è stato chiamato addirittura Recchioni! Tra i candidati come miglior disegnatore c'era lui, il Cavenago! Ok, il conflitto d'interessi è così grosso che perfino un ceco lo vedrebbe da milioni di anni luce di distanza, ma questo fatto nessuno lo ha sottolineato per ovvi motivi. La storia per la quale è stato premiato era Mater Dolorosa scritta da Recchioni!!! Ok, anche qui il conflitto d'interessi è stato enorme. Possiamo dire che si sono autopremiati? Ce lo consentite? Con quel premio non siamo d'accordo. Non tanto perché lo stile di disegno di Cavenago non ci piace, quanto perché riteniamo che esistano disegnatori molto più capaci e in grado di offrire prestazioni migliori rispetto a lui.
 
E guai a chi tocca Cavenago. Il rischio di incorre nella sacra ira del curatore dylaniato è forte! Già in una occasione criticarono Cavenago sulla pagina ufficiale. Recchioni rispose così: chi critica Cavenago è un semi-analfabeta! Tipico di Roberto Recchioni. Frasi ad effetto, provocatorie, ma dove sono gli argomenti di confutazione? Recchioni parla di analfabeti. Ci risulta che abbia come titolo di studio solo il diploma di liceo artistico. Qui a Comix Archive siamo tutti laureati nelle più prestigiose università europee. Ma soprattutto, cosa c'entra l'aver cultura per esprimere un giudizio di piacere o meno di un espressione artistica? Ora invece si sostiene che Cavenago debba essere collocato tra i maestri del fumetto! Altra posizione provocatoria. Recchioni, da buon influencer quale è, sa come sollevare polveroni su qualcosa di cui altrimenti nessuno parlerebbe. Cavenago sarà ancora lì se Recchioni dovesse essere rimosso tra un anno? A tremare non è solo il disegnatore di Mater Dolorosa, ma tutti quelli che, grazie a Recchioni, sono entrati in Bonelli e che ora rischiano di seguirlo verso la porta di uscita. L'attacco che Recchioni ha sferrato contro i maestri del disegno è indice di una chiara debolezza in cui versa oggi. Dylan Dog doveva essere il suo trampolino di lancio, ma sta di fatto che la collana ha continuato a perdere lettori (circa 34.000 in quattro anni). Oltre a Orfani alla Bonelli non gli hanno offerto altro. Su altre collane ha trovato le porte chiuse. Impensabile averlo in ingresso nel team di Tex, dove comandano Boselli e Faraci. Stesso discorso su Zagor, Julia, Nathan Never e altre. Si può dire che l'avventura di Recchioni alla Bonelli e con lui anche i suoi sodali, è iniziata e finita con Dylan Dog. Orfani, che doveva essere il suo trionfo, è stato un flop  (chiuderà tra pochi mesi con la sesta stagione). La Bonelli si sta americanizzando e forse di Recchioni non c'è più bisogno. Al Plano.

1 commento:

  1. Suggerisco lettura rece romanzo Ringo su fumettologica.
    E come RR abbia condiviso la rece per sbeffeggiare e ridicolizzare rece e autore.
    Con corte dei miracoli che su fb commenta senza averci capito proprio nulla.
    È incredibile.
    E fa anche molto ridere.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.