mercoledì 2 agosto 2017

DIABOLIK (ANNO LVI) N. 7: MEGA-RECENSIONE! EVA KANT (TRAVESTITA DA ANGELA GIUSSANI) SALVA ASTORINA?

Dopo poche pagine dalla lettura della storia di Diabolik di luglio, ospitata sul numero 7-2017 della serie inedita, è spuntato fuori un nome: Astoria! Era il nome della casa editrice di Gino Sansoni, marito di Angela Giussani e creatrice di Diabolik. Il nome completo era Casa Editrice Astoria, CEA per i più attenti. Era la casa editrice che pubblicava il mitico Albo-Romanzo Vamp, il cui formato, grafica e colori furono ripresi dalla Angela Giussani quando nella calda estate 1962 progettò l'uscita della seconda serie della sua giovane casa editrice chiamata Astorina per evocare la versione diminuita della casa editrice del marito Gino, la Astoria! Uscì così Diabolik. Astoria, nome completo Casa Editrice Astoria (CEA), fallì qualche anno dopo. Cosa c'entra tutto ciò con la storia di Diabolik di oggi? Sorvegliando la villa del senatore Pollock, di cui intende rubare un prezioso medaglione, scopre che questi ed altri due uomini, membri di una commissione comunale, Kruger e Moran, sono stati incaricati di decidere della sorte del vecchio teatro Astoria! Un mafioso di nome Cannel vuole che il vetusto edificio sia demolito. Al suo posto intende costruire un grattacielo conseguendo enormi profitti e per agevolare questo progetto corrompe i commissari. Un giornalista di nome Wolfstein scopre tutto e minaccia di rivelare il piano in un articolo sul giornale. Diabolik lo rapisce sperando di trasformarlo in suo occasionale alleato, ma il giornalista rifiuta e a Diabolik non resta che estorcergli le informazioni con il penthotal. La sera prima che la commissione si riunisca uomini con grosse valige hanno il compito di consegnare le somme ivi contenute ai tre membri. Diabolik li sorprende e ruba il denaro. Vuole che Pollock, Kruger e Moran siano indotti a non depositare la falsa perizia e l'unico modo che gli resta era impedire che fossero pagati. Cannel riesce però a convincerli e ad ottenere la proroga. La commissione dichiara che per sopraggiunte difficoltà tecniche, non può formulare un giudizio immediato e chiede lo spostamento di una settimana.


Il piano di Diabolik sembra fallito, ma in realtà egli cala l'asso nella manica. Libera il giornalista Wolfstein, che corre subito dall'ispettore Ginko per rivelare tutto, compreso il tentativo degli uomini di Cannel di ucciderlo. Pochi giorni dopo Cannel e i commissari corrotti vengono arrestati. L'Astoria è salvo e così anche la rete di tunnel segreti collegati ai rifugi di Diabolik. Nell'ultima pagina Eva Kant, travestita da Angela Giussani, dona un milione e mezzo di euro al gruppo Amici dell'Astoria per favorire il restauro del teatro! C'è un messaggio che arriva da questa storia? Di primo acchito sembra che Diabolik abbia cercato di salvare la sua casa editrice, l'Astorina, da una minaccia incombente di tipo finanziario. Astorina ha problemi economici o qualcuno o qualcosa minaccia di farla chiudere come il teatro di questa storia? Astoria è sinonimo di Astorina? Oppure la verità è legata al fatto che Angela Giussani si separò da G. Sansoni, proprietario dell'Astoria, negli anni settanta perché si era stufata di pagare i debiti che la casa editrice del marito aveva e continuava ad accumulare? Mario Gomboli, uno tra gli autori di questa storia, ha voluto in qualche modo sanare una ferita vecchia di decenni e se si, perché? Un messaggio per gli eredi della Astorina se esistenti per dimostrare che se Angela fosse ancora con noi impiegherebbe ancora risorse per salvare la casa editrice come aveva fatto fino ad un certo punto con l'azienda del marito? Delude ancora Roberto Altariva. I suoi testi ci sono sembrati in alcuni punti macchinosi e in altri semplicistici con poco o nulla sul piano della caratterizzazione. La storia è stata strutturata male. Troppo dispersiva all'inizio, frettolosa alla fine. Non abbiamo visto enfasi. I disegni di Marco Ricci e Angelo Maria Ricci non convincono. Siamo ancora molto lontani da un livello, secondo noi, all'altezza dei disegnatori del passato. Alla Astorina dovrebbero, a nostro giudizio, rifondare il parco autori e quello dei disegnatori. Per quanto tempo Diabolik potrà vivere del suo passato? Sven Blomqvist.

1 commento:

  1. Lo stesso Altariva che adesso ci ritroviamo su Zagor (in declino). Ovviamente, il sito tarocco Spirito con la Scure ne parla benissimo.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.