.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

sabato 13 gennaio 2018

DISTRIBUTION WAR! CAPITOLO PRIMO! DOPO QUELLI DI RW MANICOMIX PERDE ANCHE GLI ALBI STAR COMICS!!!

La vicenda del distributore Manicomix diventa sempre più intricata! Qui vi abbiamo parlato della cessione di Alastor da parte di Rw a Manicomix. L'accordo prevedeva che tutta la parte dell'azienda napoletana di Pasquale Saviano che si occupava di distribuzione nelle fumetterie passasse ai bresciani di Manicomix. Il catalogo Mega, da anni portabandiera dei Saviano Boys, sarebbe stato editato direttamente da Manicomix. Era il novembre 2016. Dopo un anno, esattamente a novembre 2017, arriva il divorzio non consensuale. Ne abbiamo parlato qui. Rw, per motivi non ancora chiariti (difficoltà economiche?) lascia Manicomix come distributore e stringe un accordo con Messaggerie. I danneggiati sono ovviamente i lettori, che già devono fronteggiare gli abituali ritardi con cui Rw fa uscire i suoi albi. Per fare un esempio, Batman Il Cavaliere Oscuro n. 64 datato 17 dicembre 2017 è uscito soltanto oggi nelle edicole italiane! Ritardi analoghi flagellano anche le altre serie DC targate Rw, come Superman, Flash, Lanterna Verde, ecc., per non parlare di un buon numero di volumi che hanno ritardi di mesi ed altri annunciati e mai usciti. Fin qui una situazione nota ai fan italiani della DC, che hanno creduto al grande inganno del 2012: ovvero, se i diritti fossero passati dalla Planeta DeAgostini ad un editore italiano, i problemi e i ritardi sarebbero finiti! Salvo poi scoprire che coloro traducevano e letteravano gli albi Planeta avrebbero costituito la redazione della neonata Rw! Ma non divaghiamo. Il bello viene adesso. Il passaggio a Messaggerie non ha migliorato la situazione di Rw.
 

I ritardi ci sono sempre. La disorganizzazione e l'assenza di una parvenza di programmi editoriali pure (basta vedere i manga della sezione Goen, che escono si, ma ogni tanto!). E Manicomix com'è uscita dal divorzio non consensuale con Rw? Non certo bene. Oggi abbiamo appreso di un'altra sciagura che si è abbattuta sull'azienda bresciana. Dopo Rw ci ha pensato la Star Shop a colpire Manicomix. Star Shop è l'azienda di proprietà del gruppo Star Comics, il secondo editore di manga in Italia. Il 14 dicembre quelli di Manicomix dichiarano di avere ricevuto dallo Star Shop una pec con cui li informavano che dal giorno successivo non avrebbero più fornito ai bresciani il materiale della Star! Una mazzata terribile. Quelli di Manicomix avranno pensato: e ora come facciamo a far arrivare gli albi della Star alle fumetterie che li hanno già ordinati? Messi con le spalle al muro, quelli di Manicomix si sono rivolti ad altro esclusivista per avere gli albi della Star. Niente da fare, l'esclusivista (il nome non viene menzionato, ma potrebbe essere la Pan, società di distribuzione del gruppo Panini) dice che la Star gli ha negato una quantità maggiore di albi per poter soddisfare le loro richieste! Morale della favola. Manicomix è stata costretta a rinunciare alla distribuzione degli albi Star Comics alle fumetterie con annessa perdita economica. E le fumetterie rimaste fregate? Semplice, dovranno rivolgersi ad altri, magari alla Pan o alla stessa Messaggerie. Prima Rw e ora Star Comics. Manicomix sta perdendo i molti pezzi pregiati. Il mistero: chi sta cercando di affondare Manicomix? Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.