.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

sabato 17 febbraio 2018

BATMAN N. 138! MEGA-RECENSIONE! BATMAN CHIEDE A CATWOMAN DI SPOSARLO PER METTERE SU FAMIGLIA!!!

Albo storico questo n. 138 della collana italiana del Cavaliere Oscuro pubblicato in Italia dalla Rw Edizioni. Si comincia con una storia tratta da Batman (vol. 3) n. 24, in cui lo scrittore Tom King ci svela i punti deboli del difensore di Gotham City. Batman, come ricostruito da Frank Miller, è nato da una tragedia. Reso una macchina da guerra contro il male, è costretto a lottare contro i suoi nemici usando i loro stessi metodi. Ha paura ad essere felice. La possibilità di perdere tutto di nuovo lo terrorizza. Il duro confronto con Claire Clover, alias Gotham Girl, una metaumana con poteri di livello a quelli di Superman, lo mette con le spalle al muro. La paura può essere affrontata e sconfitta. Claire vuole essere felice, nonostante tutto. Si può essere felici seguendo una strada come quella di Batman se si trova la forza di superare la paura e affrontare il rischio della perdita. Batman si decide. Ha tutto, tranne l'amore. L'amore si chiama Catwoman. Fin dal primo momento in cui l'ha vista ha capito di amarla. La scena viene realizzata in modo magistrale dal disegnatore David Finch e si svolge sul solito tetto. E' notte. Piove. Batman confessa il suo amore a Selina Kyle e le chiede di sposarlo! Tom King sa come colpire il lettore. Una cosa del genere, tuttavia, non ce la saremmo mai aspettata. In epoca pre-Crisis, quando la DC si prendeva certe libertà nello sviluppare la continuity alternativa dei suoi personaggi di punta in Terre parallele, Bruce e Selina si sono anche sposati. I vecchi concetti tornano sempre di moda, dopotutto. Il desiderio di costruire una famiglia fondata sul matrimonio è vivo in ogni essere umano che sente che quella unione è benedetta da Dio. Batman, eroe di Destra, che lotta contro il male, le associazioni segrete, difende il mondo dalla minaccia del socialismo. E lo fa difendendo quei valori, come la famiglia, che il socialismo nella sua profonda perversione morale vorrebbe schiacciare. La seconda storia dell'albo è tratta da Detective Comics n. 958 e si concentra su Jean Paul Valley noto come Azrael, che dopo l'oscurità ha deciso di rigare dritto.


Nomoz, antico mentore di Jean Paul, arriva a Gotham. E' in cattive condizioni. Qualcuno lo ha picchiato di brutto. Con se reca un messaggio. La battaglia finale, quella per la quale Azrael è stato creato, è alle porte e Jean Paul deve fare la sua parte. Il durissimo confronto con Ascalon, l'essere che ora porta l'armatura del supplizio, si preannuncia devastante. A sostenere i suoi sforzi ci sono Luke Fox e la lesbica Catwoman. Non proprio il massimo su cui può contare, ma deve fare di necessità virtù. Ascalon ha già fatto sentire la sua presenza facendo irruzione all'Iceberg, il locale di quel maledetto farabutto del Pinguino. Bruce Wayne si era presentato con il suo smoking per qualche puntata e indagare sui traffici del criminale quando si trova faccia a faccia con questo essere. A dargli manforte arriva la sensuale Zatanna! La storia costituisce il primo capitolo di un nuovo ciclo narrativo dal titolo Intelligenza e vede il solito James Tynion IV a tirare le fila di tutto. Sorprendenti le matite di Alvaro Martinez. La terza storia è tratta da Nightwing (vol. 4) n. 22 e vede Dick Grayson ancora impegnato nella soluzione del mistero che sta sconvolgendo Blüdhaven, la sua città di cui è protettore. Un misterioso individuo sta distribuendo la tecnologia aliena alle bande rivali con lo scopo di scatenare il caos. Nello scorso capitolo abbiamo visto Nightwing alleato di Flash sconfiggere uno di questi imbecilli, tale Timebomb. Questo misterioso individuo guida una organizzazione chiamata Seconda Mano e si è alleato con lo Squalo Tigre, un criminale che dirige il racket del gioco d'azzardo in città. Dick Grayson non è solo in questa lotta. Al suo fianco c'è il nuovissimo Blockbuster, alias Roland Desmond, fratello di Mark. I testi sono di Tim Seeley, che si è fatto un nome alla Image. Al posto di Christian Duce arriva il portoghese Miguel Mendonca per il comparto grafico. Il risultato è grandioso. Terrificante la scena in cui lo Squalo Tigre, per dimostrare il suo potere su uno dei suoi sgherri, lo fa assistere ad uno squalo vero che divora un uomo in catene in una vasca. Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.