venerdì 16 febbraio 2018

BENDIS AVREBBE DOVUTO OCCUPARSI DEL RILANCIO DI WOLVERINE! ADESSO DEVASTERA' SUPERMAN ALLA DC?!!

Nuovi retroscena arrivano dagli Stati Uniti sull'abbandono della Marvel da parte di Brian Michael Bendis, lo scrittore ebreo di Cleveland autore dei disastrosi cicli sulle serie dei Vendicatori e degli X-Men. Avversato dal comicdom mutante per avere reso gay Bobby Drake alias l'Uomo Ghiaccio degli X-Men originali, scombinato la continuity mutante dopo aver portato gli X-Men originali nel presente e altri disastri, adesso è passato alla DC per curare il rilancio di Superman secondo una logica recchionistica che si sta espandendo negli Usa, ovvero rilanciare un personaggio con storie polemiche prive di contenuti di interesse o di qualità. I fan dell'Uomo d'Acciaio considerano già Bendis il vero nemico che Superman dovrà sconfiggere. La nostra tesi sull'abbandono della Marvel da parte di Bendis l'abbiamo già illustrata: dopo che è stato licenziato il suo principale protettore, Axel Alonso, dalla carica di e-i-c, Bendis aveva capito che non avrebbe avuto più spazio e ha mollato prima di subire l'onta del licenziamento. Oggi veniamo a sapere di altri retroscena incredibili che avvalorano la nostra tesi.
 

In una intervista ha ammesso che prima del licenziamento di Alonso stava discutendo con la dirigenza della Marvel di diversi progetti da sviluppare. Tra questi, il ritorno di Wolverine dalla morte, che avrebbe dovuto scrivere in prima persona. Per fortuna che ciò non è avvenuto, altrimenti lo avrebbe reso un soggetto dalla sessualità disordinata come suo figlio Daken, noto bisessuale. Poi ha rivelato di avere deciso di firmare per la DC dopo un colloquio con Dan Didio, uno dei triunviri responsabili dell'attuale crisi della casa editrice di Superman. Ne abbiamo già parlato qui. Bendis ha dichiarato che vuole riportare Superman alle sue antiche origini ebraiche, dalle quali gli autori successivi lo avevano saggiamente ed opportunamento svincolato per agganciarlo alle idee cristiane e farne una trasposizione del Cristo. Gli ebrei non credono nel Paradiso, non riconoscono la natura divina di Gesù quale figlio di Dio e nella Trinità, né soprattutto credono al sacrificio di Gesù sulla Croce per salvare il Mondo. Rifare Superman in un eroe ebreo significa rinnegare 2000 anni di progresso religioso. Edmund Freisler.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.