domenica 18 marzo 2018

PUTIN RIELETTO PRESIDENTE DELLA RUSSIA! MENTRE IL MONDO DYLANIOTA DEL FUMETTO ENTRA IN SUBBUGLIO!

Se fosse una storia immaginaria la vedremmo in un fumetto di qualche pezzo grosso o in un film kolossal di spionaggio, invece è realtà e riguarda il massiccio complotto internazionale che da più di due anni opera contro Vladimir Putin, presidente della Russia. Il motivo è noto. La Russia è uno dei pochi Paesi (l'altro è la Cina) dove la sfera di potere politico non è controllata da oscure organizzazioni finanziarie internazionali quali il Bidelberg, la Trilateral, i Rothschild, le logge massoniche varie, ecc. In Russia l'unico che comanda davvero è il leader politico scelto dal popolo. E questo leader è Putin, che in questi minuti ha trionfato per la quarta volta alle elezioni presidenziali. I dati parziali parlano di un 73% dei voti che permettono a Vladimir Putin di conquistare il quarto mandato fino al 2024. In Russia non c'è posto per le masso-mafie. L'unica organizzazione che comanda è lo Stato centrale e al vertice dello Stato c'è lui, Putin. Un grande presidente che ha dimostrato di tutelare la famiglia e i buoni valori della cristianità, ponendo fuori legge la propaganda lgbt. Quello che in occidente viene spacciato dalle plutocrazie come diritti civili, nella Russia assume il suo vero volto di minaccia e sanzionato. Il partito italiano di Forza Nuova di Roberto Fiore mantiene ottimi rapporti con la Russia, dove la Destra è al potere da due decenni e incarna in Putin il suo leader riconosciuto. Ottimi rapporti sono da sempre mantenuti con la Siria del grande presidente Assad e soprattutto con la Cina, anch'essa votatasi alla Destra, che contende agli Usa con la Russia, il ruolo di nuove super-potenze. I prossimi mondiali di calcio si svolgeranno in Russia a dimostrazione di una potenza che continua a crescere e non solo in campo sportivo. La Russia è di più.
 

Le organizzazioni economico-finanziarie hanno impegnato vaste energie contro Putin. Grazie al controllo di media e governi, si sono impegnati nella creazione di una rete di odio verso la Russia, che non solo è cresciuta ancora come economia e sviluppo militare ma ha opposto a questi signori una grossa risata. Come detto sopra, se fosse un fumetto sarebbe una storia avvincente. Si sono inventati di sana pianta interferenze di Putin nella elezione di Trump e i democratici del ciufolo hanno inscenato perfino una inchiesta contro il presidente con il proposito di colpire Putin, che da Mosca si sarà fatto quattro risate. Pensate a quanto possa essere triste per gli americani vedere sprecate le loro risorse per pagare giudici che indagano su delle cazzate. Ci si è messa anche la Gran Bretagna, dove queste organizzazioni da tempo immemore esercitano il controllo del Paese per inventarsi una storia di spionaggio con dei tentativi di avvelenamento con gas nervino ai danni di una ex-spia russa, quindi un traditore del popolo russo, che ha trovato rifugio a Londra. La tesi britannica: la Russia è colpevole perché non ha spiegato. La risposta della Russia: perché non la finite di dire cazzate? Ci manca soltanto che inizino ad attribuire alla Russia responsabilità nell'assassinio di Kennedy o del flop dell'Apollo 13! E in Italia? Fra poco diranno che Dylan Dog è crollato nelle vendite per colpa di Putin! Nella campagna anti-Russia ci si mise pure il Recchioni certe affermazioni sul leader russo! Chissà cosa avranno pensato quelli della Bonelli di quelle parole, che potrebbero aver chiuso ogni porta ai loro fumetti in Russia. Putin viene rieletto presidente in trionfo e ringrazia il premier inglese delle sue attenzioni con un grosso Ciaone! Dimitri Temnov.

2 commenti:

  1. Putin, assad, Xi Jinping sono dittatori, che hanno sempre represso nel sangue le opposizioni del popolo. Le vittorie di quegli individui non fanno testo xké non ce una vera opposizione e non sono elezioni libere.
    Troppo facile parlare da esterno e quindi di fantapolitica.
    Non credo che esista una sola persona che viva in Siria o in Cina o in Russia che non sogni di vivere altrove...in uno stato democratico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Ormenese, non creda alla bassa propaganda messa in atto dalla sinistra massonica che controlla i mezzi di informazione e rappresenta questi paesi in modo difforme dalla realtà. In Russia esiste da 27 anni un regime democratico. Stesso discorso per la Cina, la cui popolazione, ci creda, si arricchisce sempre di più mentre quella italiana è quasi ridotta alla fame da governi che hanno venduto il benessere del loro popolo per la tutela dei privilegi di pochi speculatori. In Siria c'è la guerra (alimentata dagli stessi oscuri poteri che la Destra combatte in tutto il mondo) e non fa testo. Il ripristino della legalità e il governo legittimo del presidente Assad avverrà a breve.

      Elimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.