.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

lunedì 21 maggio 2018

L'UOMO RAGNO N. 696! MEGA-RECENSIONE! IL FALLIMENTO INEVITABILE E MALICONICO DI J. JONAH JAMESON!!!

E' già insolito che Wilson Fisk, alias Kingpin, ex boss del crimine newyorchese, stringa una alleanza con il Riparatore, un vecchietto a cui piace creare gadget per criminali di serie z, ma vedere l'Uomo Ragno che riesce a fatica a sistemarlo è ancora più strano. Il pezzo forte dell'episodio di Spectacular Spider-Man (il n. 4) è però un altro. Jameson, una volta potente capo del Daily Bugle, cerca di piazzare quello che ritiene uno scoop al suo amico Robbie Robertson, oggi il nuovo capo del giornale. Il vecchio Robbie lo aiuterebbe, ma si rende conto che il suo amico è di nuovo preda della sua ossessione per l'Uomo Ragno e lo manda via. E' un momentaccio per il Bugle e Robbie non può permettersi di pubblicare stronzate. Betty Brant, una volta la sua timida segretaria, si schiera dalla sua parte. E' una reporter e non è chiaro se nel presunto scoop di Jonah Jameson veda qualcosa di realistico o solo un modo di ricambiare quanto fatto dal vecchio per lei in passato. Jameson e Betty vs. Spider-Man? Quest'ultimo, nel frattempo, è in un mare di guai. Da quando ha iniziato a proteggere quella che credere essere la sua presunta sorella, lo Shield è sulle sue tracce. Teresa Durand, infatti, ha sottratto importanti segreti che un ufficio deviato dell'organizzazione, conosciuto come la Lama Grigia, avrebbe potuto usare contro la comunità dei supereroi. Lo scrittore Zdarsky/Murray chiarisce finalmente il risultato con la continuity ufficiale. In Spectacular Peter è ancora il capo delle Industrie Parker e ora che quelli che tutti credono sia la sua guardia del corpo, Spider-Man, protegge una criminale, la situazione si fa incandescente. L'attacco all'edificio di Fisk e lo scontro con il Riparatore ha avuto una terribile conseguenza. Il Riparatore ha riconosciuto nei gadget di Teresa la tecnologia del fratello. Quando si recano alla base di quest'ultimo scoprono che l'Avvoltoio lo ha preso. Notiamo un piccolo miglioramento nelle tavole di Adam Kubert. La seconda storia dell'albo è tratta dalla serie principale, Amazing Spider-Man, di Slott. E qui la qualità buona vista finora precipita.
 

Norman Osborn riflette sulla sua situazione e si rende conto che senza la follia di Goblin nella sua mente, non sarà mai più come prima. Ecco l'immagine di uno sano di mente che desidera diventare pazzo perché altrimenti non avrebbe il coraggio di fare ciò che vorrebbe fare. Nel suo sangue ci sono naniti che bloccano la pazzia. Quando capisce che nessun rimedio ufficiale potrà fermarli, tenta il tutto per tutto recandosi presso il gruppo mistico sulle pendici dell'Himalaya (lo stesso dove anni prima era andato il dottor Strange). Solo un pazzo potrebbe pensare che dei vecchi saggi lo aiuteranno a tornare più pazzo come una volta. Si salvano solo i disegni di Greg Smallwood. Brighel negli editoriali lo definisce un astro nascente. Il ragazzo originario del Kansas ha delle buone potenzialità, ma la strada è ancora lunga. E veniamo al pezzo forte dell'albo. In mancanza della testata dello Scarlet Spider, la palma d'oro va alla collana di Miles Morales Spider-Man. Qui, bisogna ammetterlo, Bendis supera se stesso con una sensibilità mai vista prima. Miles come possibile Uomo Ragno non vale un cazzo. Quando aveva la sua età Peter era migliore di lui. E Miles se ne rende conto. Una sua amica, Bombshell attacca Testa di Martello mentre questi sta facendo da taglieggiatore per la Gatta Nera. Il criminale la invita a girare a largo. Bombshell da perfetta stupida non lo ascolta e Testa di Martello, che prima l'aveva avvisata che lui non picchia ragazzini e donne, la manda all'ospedale. Miles, furioso, si getta contro di lui e finisce al tappetto con diverso costole rotte. Se non fosse stato per Palle d'Oro, ci avrebbe rimesso le penne. Palle d'Oro: il supereroe che chiunque vorrebbe avere come amico. Il suo potere consiste nel creare sfere d'oro. Dopo aver messo ko Testa di Martello, si forma una folla di persone che raccogliendo l'oro al suolo ha risolto i suoi problemi economici! Ancora insoddisfacenti i disegni del messicano Oscar Bazaldua. La Marvel dovrebbe smetterla di puntare su artisti latini e affidarsi ad disegnatori angli, europei o russi. Jack Santorum.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.