.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

mercoledì 30 maggio 2018

SUPERMAN N. 146! MEGA-RECENSIONE! SUPERMAN CONTRO SINESTRO E PARALLAX! LA PAURA NON VINCERA' MAI!

La storia che vede Superman scontrarsi con Parallax, iniziata nel numero scorso, è importante sotto due aspetti: riporta nell'universo dell'Uomo d'Acciaio il personaggio di Sinestro e in secondo luogo, perché permette di apprezzare ancora di più la dinamica di quest'ultimo nello scontro nei confronti di Superman e dello stesso Parallax. La storia si apre con Sinestro che ha soggiogato Superman nel cui corpo si è rintanato Parallax. Sinestro è riuscito in questa impresa grazie all'intervento degli armieri di Qward i cui strali hanno sconfitto Parallax nonostante questi, avendo occupato il corpo di Superman, ne potesse quindi sfoggiare i relativi poteri. Non contento, Sinestro appende Superman a testa in giù e cerca di convincere Parallax ad sbucare fuori, onde così controllarlo come in passato e rifondare il suo Sinestro Corps. Parallax, tuttavia, è astuto e come ogni demone cerca di ingannare i suoi avversari. Sinestro si dimostra più astuto di lui e blocca tutti i tentativi messi in atto dalla creatura di pura paura prima impadronendosi del corpo di Lyssa Drak, assistente di Sinestro e di quello degli armieri di Qward. E' quanto basta a Superman per riprendere possesso del suo corpo ed entrare nel campo di battaglia. Prima abbatte Sinestro, che risente ancora delle conseguenze di un recente scontro con Hal Jordan e poi dopo avere preso il suo anello vi imprigiona Parallax. Sinestro è dunque sconfitto e anche così Parallax che consegnerà al Corpo delle Lanterne Verdi di Hal. Chissà però se Superman avrebbe avuto terreno tanto facile se Sinestro fosse stato nel pieno delle sue forze. Prima di lasciare il campo di battaglia, Superman consiglia agli armieri di Qward di pensare con le loro teste anziché farsi comandare. Testi molto efficaci di Keith Champagne che riescono a lanciare i messaggi che l'autore si proponeva (la paura è in ognuno ma può essere sconfitta) e grandissimi disegni di un trio d'eccezione formato da Ed Benes, Tyler Kirkham e Philip Tan, che non fanno sentire la mancanza di Doug Manhke, che di recente ha fatto salti da gigante.
 

La seconda storia dell'albo costituisce il secondo capitolo della saga di Supergirl contro l'Imperatrice di Smeraldo, una aliena che arriva dal futuro del pianeta Orando. Un giorno mentre vagabondava per le strade del suo mondo, entrò in contatto con la mistica entità nota come Occhio di Ekron ed acquisì grandi poteri utilizzandoli prima per soggiogare il suo mondo e poi consumare la sua vendetta contro Supergirl. Essa è convinta che suo padre sarà ucciso in conseguenza di uno scontro tra lei stessa e la Ragazza d'Acciaio. Dopo avere riunito il gruppo dei Fatali Cinque, si reca nel passato e tenta di distruggere Supergirl prima che il triste futuro abbia a realizzarsi. A ognuno di essi ha fatto credere che il nemico da combattere è Supergirl mentre lei è dalla parte giusta. Supergirl intanto apprende dalla dott.ssa Veritas che non c'è modo di guarire dal potenziamento progressivo dei suoi poteri se non arrestarlo, però senza più tornare al livello precedente. Il suo piano è duplice: prima di uccidere Supergirl, vuole che tutto il mondo la veda per la criminale che ella pensa che sia. In realtà, è possibile che l'Occhio di Ekron abbia mostrato alla Imperatrice di Smeraldo una realtà diversa da quella effettiva portandola sulla strada del male. Il piano per distruggere l'immagine di Supergirl porta un primo successo quando l'Imperatrice diffonde le immagini del padre di Kara, che tutti credono morto, tenuto in vita in una base segreta. I cittadini di National City sono stupefatti. Kara nasconde un criminale? Il padre era stato infatti coinvolto nella saga dei Supermen Cyborg i cui membri avevano visto sostituire parte del loro corpo con componenti meccanici come il vero Superman Cyborg. Invece di Robson Rocha, che aveva disegnato il primo capitolo, troviamo qui l'artista Steve Pugh. In appendice troviamo una breve anteprima di un capitolo della saga di Metal che descrive la nascita di una versione distorta di Batman di un universo alternativo in uno scontro terrificante con Flash e che prosegue sulla collana quindicinale di quest'ultimo. Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.