.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

martedì 5 giugno 2018

BATMAN N. 142! MEGA-RECENSIONE! SAPEVATE CHE L'AUTORE TOM KING E' STATO AGENTE OPERATIVO DELLA CIA?

I testi di Tom King sono quanto di più efficace e adeguato per un fumetto oscuro come Batman. Semplici e immediati, fanno male come la lama di un pugnale che entra nelle carni con spietata lentezza. Pochi sanno che lo scrittore di Batman ha lavorato per la CIA e cosa c'è di meglio di un ex agente segreto per scrivere le storie del più grande detective del mondo? Ok, si sa che chi entra nella CIA, anche se formalmente ne esce ad un certo punto, ne fa sempre parte. Chi lavora per la CIA di solito dispone di grandi capacità intellettuali e la lettura della attuale trama, che racconta di una sanguinosissima guerra tra Enigmista e Joker nella città di Gotham durante i primi tempi di attività di Batman lo dimostra. Ad un certo punto, il commissario Gordon cerca un incontro di persona con i due criminali. Sia pure con modalità tipiche della loro personalità (pazzesca per il Joker e sanguinaria per l'Enigmista) gli viene data una semplice risposta: vogliono Batman. In cambio si impegneranno a concludere una sorta di pace. E così quando il commissario non dando una risposta si apprestò a contattare il Cavaliere Oscuro attivando il bat-segnale, arrivano sul campo di battaglia Deathstroke per l'Enigmista e Deadshot per il Joker. Entrambi cecchini formidabili, entrambi metaumani con facoltà straordinarie, entrambi mercenari al miglior offerente, nulla possono contro Batman, che dispone del superpotere più grande, la sua mente. La guerra continua. Una grande prova come al solito ai disegni dello spagnolo Mikel Janin, a dimostrazione che è la DC a disporre dei talenti migliori nel settore. Nella seconda storia dell'albo si conclude la saga incentrata sui piani dell'ordine di Saint Dumas, l'organizzazione di assassini che si è scatenata contro Azrael con il loro nuovo agente sul campo: Ascalon. Jean Paul Valley alias Azrael ignora che quest'ultimo è suo fratello e quando durante il loro scontro Nomoz cerca di rivelarlo ad entrambi cade sotto i colpi di Ascalon stesso. La reazione di Jean Paul è furiosa e si scaglia contro di lui dimentico del piano originario.
 

Esso prevedeva di bloccare Ascalon e scaricare nella sua mente il modello morale ed etico di Batman per farlo passare dalla parte dei buoni. L'impresa si rivela più difficile del previsto perché Ascalon è riuscito a spostare la sua essenza in ogni server di dati della città. E' in quel momento che arriva sulla scena Zatanna con la mistica sfera che rivela il futuro alle persone che la toccano. Ascalon viene a sapere la tragica verità. La consapevolezza di essere stato sfruttato e piegato per il raggiungimento di finalità malefiche è così forte da fermare all'istante il suo attacco. Quasi volesse farsi perdonare del male prodotto, rivela a Batman che Tim Drake, il terzo Robin, è ancora vivo. Azrael crede di avere vinto una battaglia, ma in realtà è stato una pedina nelle mosse dell'ordine e in particolare di suo padre che li ha sfruttati entrambi per fini misteriosi. Ora Valley senior si è guadagnato la fiducia del misterioso nuovo capo dell'ordine ed è pronto ad attuare i suoi piani. James Tynion IV si rivela abile nei testi ma la sua trama è molto confusa e non sempre ben articolata. Le due sorprese finali (la rivelazione che Tim Drake è ancora vivo e che gli eventi sono stati scatenati dal padre di Azrael) arrivano quasi senza essere preannunciate lasciano il lettore colpito ma dubbioso. Di buon livello i disegni dal tratto morbido e plastico di Alvaro Martinez con tagli di inquadrature e prospettive di enorme impatto. La terza storia dell'albo vede Nightwing affrontare le conseguenze della morte del suo amico Brendan Li, ucciso dagli sgherri della Seconda Mano, l'organizzazione che gestisce il traffico di armi a Bludhaven. Le tracce portano Dick e Helena la Cacciatrice in Sicilia in una villa bunker della mafia dove pensano di trovare l'assassino, tale Dracul, che però trovano cadavere scoprendo addirittura che fungeva da agente infiltrato! La Seconda Mano non è affiliata alla mafia ma alla associazione governativa nota come Spyral! Ottima prova ai testi di Tim Seeley. Interessanti i disegni di Javier Fernandez qui ad una prova decisa di maturità artistica. Werner von Hauser.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.