.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

venerdì 22 giugno 2018

MARTIN MYSTERE: I FAN NON CONDIVIDONO LE NOSTRE CRITICHE E CI INSULTANO DA UN GRUPPO FACEBOOK!!!

I bonelliani (intendendo con questa espressione il pubblico accanato in rete che segue le collane della Sergio Bonelli Editore) replicano alle nostre critiche con insulti. La modalità è quella consueta. Scrivono un post in uno dei loro gruppi, ironico o offensivo seguito dai commenti, a loro volta pieni di insulti e talvolta di minacce, dei loro amici. Badate bene, non parlano dell'oggetto dell'articolo condiviso, ma vomitano offese spregevoli contro gli amministratori e i collaboratori del nostro sito. Non possono fare altro. Se si concentrassero sulle nostre critiche avrebbero ben pochi argomenti da opporre. Alfredo Castelli, noto creatore di Martin Mystéré, riuscì perfino a difenderci in un suo recente intervento, manifestando incredulità alla prospettiva che i suoi fan organizzassero manifestazioni di odio contro di noi. Alfredo, se non credi che i tuoi fan organizzino manifestazioni di odio contro il nostro sito di critica politica e fumettistica, dai un'occhiata a questa discussione. Viene dal gruppo del tuo personaggio e scoprirai un lato diverso dei fan mysteriani. Se, per caso, non trovassi degli insulti contro di noi è perché nel frattempo li hanno cancellati, ma noi abbiamo fatto gli screenshot che saremo lieti di inviarti ove manifestassi ancora perplessità in questo senso. E tieni anche conto del fatto che tutto ciò è avvenuto con la tolleranza (e crediamo noi con l'approvazione) dell'admin del gruppo, che non si è nemmeno sognato di cancellare una discussione che non solo con Martin Mystéré non aveva alcun collegamento, ma è servita a creare una sassaiola mediatica contro di noi.
 

Noi non vogliamo le scuse dei tuoi fan per gli insulti contro il sito. Non ci interessano. Siamo un sito di lotta politica e di critica fumettistica e quindi ci sta anche che certi personaggi, che evidentemente non conoscono altri modi per manifestare il loro dissenso, agiscano così. Anzi, li comprendiamo. Da un punto di vista politico, sono o sembrano di sinistra e in una fase storica in cui la sinistra ha svelato tutte le sue debolezze e mostrato il suo vero volto, è difficile immaginare da parte dei suoi sostenitori manifestazioni diverse da queste. Da un punto di vista fumettistico, poi, sono messi anche peggio dato che la loro testata preferita non naviga in buone acque. Alfredo, tu non sarai d'accordo. Eppure hai dichiarato pubblicamente che la produzione di nuove storie di Martin Mysteré è ferma. Non è chiaro se si tratta di uno stop temporaneo o definitivo, ma rientra nelle nozioni di comune esperienza del settore che se una collana Bonelli viene stoppata come produzione di nuove storie, si è nell'anticamera della cancellazione. Così è stato per Magico Vento, Mister No, Saguaro ed Adam Wild, per citare alcuni esempi più recenti. Cosa dobbiamo dedurre da tutto ciò? Che Martin Mystéré, se non riprenderà la produzione di nuove storie, chiuderà entro i prossimi 2-3 anni? Ecco una realtà che i tuoi fan, compresi quelli che ci hanno insultato nella suddetta discussione, non accetteranno mai. Non l'accettammo nemmeno noi quando la corsa della serie del Comandante Mark si fermò dopo tre decadi. Queste critiche indicano però che stiamo facendo bene il nostro lavoro. Al Plano.

2 commenti:

  1. Il problema dei fan è il problema del fumetto italiano...semplicemente, non si accetta la realtà dei fatti...

    RispondiElimina
  2. E reagiscono con insulti e minacce contro di noi, spesso alimentati da un piccolo gruppo di 3-4 soggetti mentalmente disturbati che si infilano in tutte le discussioni che ci riguardano sui vari gruppi social, formulando le tesi più assurde sul nostro conto, sulle motivazioni dietro i nostri articoli e associandoci a persone estranee, scrivendo insulti spregevoli sul nostro sito e i nostri collaboratori. Sono persone bannate dal nostro sito (grazie al filtro i loro commenti finiscono automaticamente nello spam) e dalla pagina Facebook tra il 2014 e il 2015. Il fatto di non poter più interagire con noi li fa letteralmente uscire di testa, aggravando il loro disagio che sfogano con questa forma di stalking virtuale (che, però, offre benefici in quanto il fatto che parlino di noi di continuo ci garantisce una costante visibilità, come dimostrato dalla discussione sul gruppo mysteriano con più di 70 commenti (la media dei post su MM è di 6-7 per volta). Non ci possiamo lamentare, tutto sommato.

    RispondiElimina

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.