.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

lunedì 4 giugno 2018

SUPERMAN N. 149! MEGA-RECENSIONE! LA TERRA FINIRA' COME KRYPTON? SUPERMAN IMPEDIRA' IL DISASTRO?!!

Sulla collana americana di Superman tornano dopo alcuni numeri di assenza il team di scrittori che contende a Dan Jurgens il trofeo di migliori sceneggiatori dell'Uomo d'Acciaio degli ultimi 25 anni, Peter J. Tomasi e Patrick Gleason. E tornano con una storia straordinaria. La trama riprende gli eventi delle Darkseid War di un paio di anni fa quando il pianeta Apokolips è rimasto senza la sua storica guida. Per gente abituata a vivere sotto la tirannia, il tornare liberi potrebbe rivelarsi un trauma ancora peggiore. Gli apokolipsiani vogliono assolutamente un nuovo tiranno e costui non può che essere il noto Lex Luthor. L'ex nemico di Superman si sta godendo la sua nuova vita. Insieme a Superman forma il duo dei nuovi protettori di Metropolis e grazie alla tecnologia degli apokolipsiani può contare su una armatura che il marvelliano Tony Stark potrebbe solo sognare. Lex è già stato per un certo tempo Capo di Apokolips e senza Darkseid e davanti alla prospettiva di sperimentare il vero caos, quello definitivo, due membri della casta apokolipsiana arrivano sulla Terra e rapiscono Lex Luthor. Superman, da parte sua, ignora questi eventi. Si sta godendo una serata in famiglia con la moglie e il figlio Jon, quando gli piombano davanti i robot di Luthor che gli chiedono aiuto o meglio di seguirlo. Con sorpresa Clark rifiuta adducendo la giustificazione consistente nel non poter lasciare la città indifesa. I robot allora passano alla misura successiva e rapiscono Clark, Lois e Jon per condurli dove si trova il loro creatore, su Apokolips! Il rifiuto di Superman è strano, a ben pensarci. Molte volte lascia Metropolis per andare a combattere su altri fronti. Con la sua velocità potrebbe tornare nella città adottiva quasi alla velocità del pensiero. Ma alla richiesta del suo nuovo amico rifiuta! Doug Mahnke continua la sua incredibile evoluzione artistica. In questo episodio abbiamo notato alcuni profili propri del tratto di Gary Frank. La seconda e terza storia dell'albo sono tratte dalla collana Action Comics, che sta proponendo la saga del ritorno di Jor-El, padre di Clark.
 

Era lui il misterioso Oz e in queste storie viene rivelato che a suggerire il modo per guidare la tuta di combattimento kryptoniana nella Fortezza della Solitudine a Jon quando Superman e il suo team di eroi si sono trovati ad affrontare il generale Zod. Adesso sta attuando la fase conclusiva del suo piano. Credendo che l'umanità sia composta solo da sentimenti negativi che porteranno la civiltà terrestre alla autodistruzione, con una serie di eventi innescati dai suoi adepti sta accelerando il processo di annientamento totale che lui crede inevitabile. Mentre Superman cerca di risolvere le varie crisi come può, Jor-El cerca di portare Jonathan Kent dalla sua parte mostrandogli le meraviglie di un mondo chiamato Bliss dove tutti gli abitanti sono superesseri e non sono costretti a nascondere le loro abilità speciali. Jor-El manifesta una spietatezza che colpisce perfino Clark. Possibile che questo essere sia davvero il suo genitore? I ricordi acquisiti nei cristalli della Fortezza lo descrivevano in altro modo. Questo essere invece sembra un mostro feroce che non si ferma davanti a nulla pur di raggiungere i suoi scopi. Possibile che Jor-El sia impazzito? E chi è il misterioso essere che lo ha salvato e sembra avergli donato poteri superiori ai suoi? Jor-El appare e scompare in diversi punti. Si muove ad una velocità che nemmeno Superman può eguagliare? Gli eventi che ha organizzato sono terribili. Un terrorista fa irruzione al Planet e minaccia Lois e gli altri. E Jor-El che però interviene ma nel farlo uccide il terrorista. Superman non avrebbe mai agito così. Nello stesso momento altri suoi scagnozzi stanno per liberare un gas velenoso sulla città. Superman riesce a fermarli. La storia si conclude con il faccia a faccia tra lui e il padre. Superman prende la sua decisione e si scaglia contro di lui. Dan Jurgens scrive un altro capolavoro. Non vanno i disegni di Viktor Bogdanovic troppo ispirati ai manga. Del resto, Bogdanovic arriva dalla Germania e lì i manga stanno dominando il mercato. Bogdanovic è legato alla DC dal 2017 da un contratto in esclusiva. Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.