.post-body img { max-width: 500px !important; width: espression(this.width>500 ? 500: true;) height: auto!important; }

martedì 17 luglio 2018

CHANBARA BY RECCHIONI: SERIE REGOLARE? NO! AVEVA RAGIONE BOTTERO CHE PARLAVA DI UN UNICO VOLUME!

Recchioni sempre al centro della scena con una nuova polemica nata intorno a Chanbara, un progetto basato sui Samurai a cui sta lavorando da molti anni. Il 15 settembre 2017 Alessandro Bottero rivelò sul suo profilo Facebook che la serie era stata bloccata dalla Bonelli e che oltre ad una storia che starebbe realizzando graficamente e lentamente con Andrea Accardi non ci sarebbe altro all'orizzonte. Poco dopo, apparve la pronta risposta di Recchioni che rivelò, su Facebook, smentendo Bottero, che Chanbara ci sarebbe stato e che sarà presentato come collana regolare! Aggiunse che diversi disegnatori erano stati contattati, tra cui Genovese, Mazzanti, Dell'Edera, LRNZ e Bacilieri! E chiosò con un non dare conto a chi sente le voci (del blocco del progetto) perché chi sente le voci è in odore di TSO, cioè Trattamento Sanitario Obbligatorio. Quest'ultima affermazione non venne riferita a Bottero, ma poiché era stato quest'ultimo poco prima a parlare di uno stop di Chanbara, non è difficile concludere che il controverso fumettista di Tor Pignattara si fosse riferito a lui. Quando sarebbe arrivata questa collana regolare di Chanbara? 2018 o 2019. A distanza di quasi un anno, chi ha avuto ragione? Ma naturalmente Alessandro Bottero! E ora vi spieghiamo il perché.
 

Partiamo con le parole di Bottero: Chanbara? Nessuna serie regolare, ma solo un volume che Accardi sta disegnando molto lentamente. Con Chanbara nel 2012 è partita la collana Bonelli nota come Le Storie (in odore di chiusura per basse vendite). Due numeri, il n. 1 e il n. 15 (poi raccolti dalla Bao in volume unico). Oggi apprendiamo che Bonelli annuncia un nuovo volume (non una collana regolare, attenzione!) di Chanbara, sceneggiato da Recchioni e disegnato da Accardi. Si tratta del volume di cui lo scorso anno parlava Bottero. Che fine ha fatto la testata regolare di cui parlava Recchioni l'anno scorso che sarebbe dovuta arrivare nel 2018? Allora aveva ragione Bottero che parlava di un volume unico perché la serie regolare era stata bloccata dalla Sergio Bonelli? Sembra di si. Recchioni aveva parlato di altri artisti che sarebbero stati contattati, ma non se n'è saputo più nulla. Il volume di Chanbara sarà un cartonato 22x30 di 112 pagine venduto al prezzo di 18,00 euro. Recchioni ha fatto capire che in futuro, senza una periodicità stabilita, ci saranno altri volumi! Era questa la serie a cui alludeva? Una serie non è qualcosa che esce con periodicità predeterminata a intervalli calcolati a mesi? Certamente. Una serie può essere mensile, bimestrale, trimestrale, ecc.
 
In conclusione: aveva ragione Bottero. La collana di Chanbara, che secondo Recchioni doveva arrivare nel 2018 o 2019, non ci sarà. Quelli che vedremo saranno dei volumi che usciranno ogni chissà quando. Cosa ha spinto la Sergio Bonelli Editore ha bloccare il progetto di una serie regolare? A Milano non credono nei samurai (nota era l'avversione di Sergio Bonelli per il genere)? O magari avranno pensato che se uno vuole leggere un fumetto sui samurai compra un manga e non un fumetto italiano? E soprattutto quanto può vendere un progetto così? Difficilmente, si venderanno più 10mila copie, secondo noi. Non è la prima volta che Recchioni si butta sul fumetto orientale. Nel 2012 tentò con Aurea Editoriale con Long Wei su testi di Diego Cajelli e disegni di Luca Genovese! Fu un bagno di sangue. Secondo dati ufficiosi rivelati da Bottero le vendite furono di appena 4.000 copie. L'idea di Long Wei fu di Recchioni ed era basata sulle avventure di un cinese a Milano, ma da allora non ha più collaborato con l'Aurea Editoriale. La Bonelli continua, secondo noi, lungo una strada lontana dai gusti del grande pubblico. Ribadiamo: che senso ha investire su un fumetto disegnato alla giapponese se nelle fumetterie ci sono prodotti realizzati già da giapponesi? Al Plano.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo messaggio sarà sottoposto ad approvazione dei proprietari e/o amministratori, gestori di questo sito. Se conterrà insulti, offese, minacce, intimidazioni, anche velate ed indirette ed altri contenuti offensivi o minacciosi, sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria con conseguente presentazione di denuncia/querela.